Scrittura - Amore Veru, Vera Misericordia

Chì omu trà voi chì hà centu pecure è perde una d'elle
ùn lasciaria micca i novanta nove in u desertu
è andà dopu à quellu persu finu à ch'ellu si ritrova ?
È quandu ellu trova,
si mette nantu à e spalle cun grande gioia
è, à u so ghjuntu in casa,
chjama i so amichi è vicini è li dice:
'Raligrate cun mè perchè aghju trovu a mo pecure persa.' 
Vi dicu, in u listessu modu
Ci sarà più gioia in u celu nantu à un peccatore chì si repenti
chè più di novantanove giusti
chì ùn anu micca bisognu di pentimentu. (Vangelu d'oghje, Lc 15:1-10)

 

Hè forse unu di i passaggi più teneri è rassicuranti di l'Evangeli per quelli chì si sò persi o per quelli chì s'impegnanu à a santità, è ancu, chì si sò intrappulati da u peccatu. Ciò chì attira a misericòrdia di Ghjesù nantu à u peccatore ùn hè micca solu u fattu chì unu di i so agnelli hè persu, ma chì hè dispostu à vultà in casa. Perchè implicatu in questu passaghju di l'Evangelu hè chì u peccatore in realtà vole vultà. A gioia in u celu ùn hè micca perchè u peccatore hè statu trovu da Ghjesù, ma precisamente perchè u peccatore si pente. Altrimenti, u Bon Pastore ùn pudia micca mette stu agnellu pentitu nantu à e so spalle per vultà "in casa".

On peut imaginer qu'entre les lignes de cet évangile se trouve un dialogue à cet effet...

Ghjesù: Povera ànima, t'aghju cercatu, voi chì site impastatu è chjappu in i rovi di u peccatu. Eiu, chì sò l'AMORE stessu, vogliu svià, coglie vi, fasciate e vostre ferite, è vi purteraghju in casa induve vi possu nutrirvi in ​​tuttu - è santità. 

Agnellu: Iè, Signore, aghju fiascatu di novu. Mi sò alluntanatu da u mo Creatore è ciò chì cunnoscu hè veru: chì sò fattu per amà tè è u mo vicinu cum'è mè stessu. Ghjesù, perdonami per stu mumentu di egoismu, di ribellione vuluntaria è ignuranza. Mi dispiace per u mo peccatu è vogliu vultà in casa. Ma in quale statu sò ! 

Ghjesù: U mo picculu, aghju fattu pruvisioni per voi - un sacramentu per mezu di quale vogliu guarisce, risturà, è purtate in casa à u core di u nostru Babbu. Serebbe stata un'anima cum'è un cadaveru in decadenza in modu chì da un puntu di vista umanu, ùn ci sarebbe [speranza di] risturazione è tuttu seria digià persu, ùn hè micca cusì cun Diu. U miraculu di a Divina Misericordia ristabilisce quella anima in pienu. Oh, chì miserabili sò quelli chì ùn prufittanu di u miraculu di a misericordia di Diu! (1)

Agnellu: Abbi pietà di mè, o Diu, in accordu cù u to amore misericordioso; in a to cumpassione abbundante cancellate e mo trasgressioni. Lavate bè a mo culpabilità; è da u mo peccatu purificami. Perchè cunnoscu e mo trasgressioni; u mo peccatu hè sempre davanti à mè. Un core puri crea per mè, Diu; rinnuvà in mè un spiritu fermu. Ritorna à mè a gioia di a vostra salvezza; sustene mi cun un spiritu vuluntà. U mo sacrifiziu, o Diu, hè un spiritu rottu; un core cuntritu, umiliatu, o Diu, ùn ti disprezzarà.(2)

Ghjesù: O anima impregnata di bughju, ùn dispirassi micca. Tuttu ùn hè ancu persu. Venite è cunfidate à u vostru Diu, chì hè amore è misericordia ... Chì nisuna anima ùn temi di avvicinassi di Me, ancu se i so peccati sò cum'è scarlatta ... Ùn possu micca punisce ancu u più grande peccatore s'ellu face un appellu à a Mia compassione, ma nantu à u à u cuntrariu, u ghjustificheghju in a mo misericordia insondabile è inesplorabile. (3)

Agnellu: Signore Ghjesù, chì sò sti ferite in e to mani è i to pedi, è ancu u to latu ? U vostru corpu ùn era micca risuscitatu da i morti è restauratu sanu?

Ghjesù: U mo picculu, ùn avete micca intesu: "Aghju purtatu i vostri peccati in u mo corpu nantu à a croce, per chì, libera da u peccatu, pudete campà per a ghjustizia. Per e mio ferite avete statu guaritu. Perchè vi erate sviatu cum'è pecure, ma avà hè tornatu à u pastore è u guardianu di e vostre ànime ".(4) Sti ferite, zitellu, sò a mo eterna proclamazione chì sò a Misericordia stessa. 

Agnellu: Grazie, mi Signore Ghjesù. Ricevu u to amore, a to misericordia, è u desideriu a to guariscenza. Eppuru, sò cascatu è arruvinatu ciò chì u bonu puderia avè fattu. Ùn aghju micca veramente arruvinatu tuttu ? 

Ghjesù: Ùn liticate micca cun mè per a vostra miseria. Mi darete piacè se mi lasciate tutti i vostri guai è dulori. Aghju accumulatu nantu à voi i tesori di a mo grazia. (5) Inoltre, s'ellu ùn riesci micca à prufittà di una occasione, ùn perde micca a vostra pace, ma umiliate profondamente davanti à mè è, cun grande fiducia, immergetevi cumpletamente in a mo misericordia. In questu modu, guadagnà più di ciò chì avete persu, perchè più favore hè datu à un'anima umile chè l'anima stessa dumanda ...  (6)

Agnellu: O Signore, ùn site micca solu a Misericordia, ma a Bontà stessa. Grazie, Ghjesù. Mi postu, di novu, in i vostri santi braccia. 

Ghjesù: Venite ! Prestemu à a casa di u Babbu. Perchè l'anghjuli è i santi si rallegranu digià à u vostru ritornu ... 

Questa Misericordia Divina di Ghjesù hè u lu cori di u Vangelu. Ma sfurtunatamenti oghje, cum'è aghju scrittu pocu tempu, ci hè un anti-evangelu derivanti da un anti-chjesa chì cerca di distorsioni sta gloriosa verità di u core è a missione di Cristu. Invece, an anti-misericordia hè allargatu - unu chì parla qualcosa cusì ...

Wolf: Povera ànima, t'aghju cercatu, voi chì site impastatu è chjappu in i rovi di u peccatu. Eiu, chì sò TOLLERANZA è INCLUSIVITÀ stessu, vogliu stà quì cun voi - per accumpagnà vi in ​​a vostra situazione, è vi accoglie ...  cum'è tù sì. 

Agnellu: Cume sò?

Wolf: Cum'è tù sì. Ùn ti senti micca digià megliu ?

Agnellu: Vulteremu in casa di u Babbu ? 

Wolf: Chì ? Ritorna à l'oppressione stessa da quale fughjite ? Riturnà à quelli cumandamenti arcaichi chì ti robbanu a felicità chì cercate ? Riturnà à a casa di a mortificazione, a culpabilità è a tristezza ? Innò, poviru ànima, ciò chì hè necessariu hè chì sia assicuratu in e vostre scelte persunale, rinvivitu in a vostra autoestima, è accumpagnatu in a vostra strada per l'autorealizazione. Vulete amà è esse amatu? Chì ci hè di male in questu? Andemu avà à a Casa di l'Orgogliu induve nimu ùn vi ghjudicherà più... 

Vogliu, cari fratelli è surella, chì questu era mera finzione. Ma ùn hè micca. Hè un falsu Vangelu chì, sottu a pretesa di purtà a libertà, in realtà esclava. Cume u nostru Signore stessu hà amparatu:

Amen, amen, vi dicu, tutti quelli chì facenu u peccatu sò schiavi di u peccatu. Un schiavu ùn ferma micca in una casa per sempre, ma un figliolu ferma sempre. Allora se un figliolu vi libera, allora sarete veramente liberu. (Gv 8: 34-36)

Ghjesù hè quellu Figliolu chì ci libera - da chì? Da u slaveria di u peccatu. Satanassu, quellu serpente è lupu infernale, invece...

... vene solu per arrubà è macellare è distrughje ; Sò vinutu per ch'elli puderanu avè a vita è l'avè più abbundante. Sò u Bon Pastore. (Ghjuvanni 10: 10)

Oghje, a voce di l'anti-chjesa - è a folla (7) chì li seguitanu - diventa più forte, più arroganti è più intolleranti. A tentazione chì parechji cristiani facenu avà hè di diventà teme è silenziu; per allughjà piuttostu chè liberà u peccatore da a bona nova. È chì hè a bona nova ? Hè chì Diu ci ama? Più di questu:

... duvete chjamà ellu Ghjesù, perchè ellu salverà u so populu da i so peccati... Questa parolla hè affidabile è meriteghja una piena accettazione: Cristu Ghjesù hè vinutu in u mondu per salvà i peccatori. (Matt 1:21; 1 Timoteu 1:15)

Iè, Ghjesù hè ghjuntu, micca à cunfirmà noi in u nostru peccatu ma à salvà noi "da" lu. È tù, caru lettore, devi esse a so voce à e pecure perse di sta generazione. Perchè in virtù di u vostru battesimu, ancu tù sì un "figliolu" o "figlia" di a casa. 

I mo fratelli, s'è qualchissia trà voi s'alluntana da a verità è qualcunu u purtalla torna, deve sapè chì quellu chì porta un peccatore da l'errore di a so strada salvarà a so ànima da a morte è copre una multitùdine di peccati... chjamanu à quellu in quale ùn anu micca cridutu ? È cumu ponu crede in quellu di quale ùn anu micca intesu? È cumu si sentenu senza qualchissia per pridicà ? È cumu pò e persone pridicà, salvu ch'elli sò mandati? Cumu hè scrittu: "Quantu sò belli i pedi di quelli chì portanu a bona nova!"(Giacomo 5:19-20; Rum 10:14-15)

 

 

—Mark Mallett hè l'autore di A Parolla Avà, A Cunfusione Finale, è un cofundatore di Countdown to the Kingdom

 

Reading Related

L'Anti-Misericordia

A Misericordia Autentica

U Grandu Rifugiu è u Portu Securu

À Quelli in u Peccatu Murtale

 

 

Print Friendly, PDF è Email

 

 

Footnotes

  1. Ghjesù à Santa Faustina, Misericordia Divina in A Mi ànima, Ghjurnale, n. 1448[]
  2. da u Salmu 51[]
  3. Ghjesù à Santa Faustina, Misericordia Divina in A Mi ànima, Diariu, n. 1486, 699, 1146[]
  4. cf. 1 Pet 2: 24-25[]
  5. Ghjesù à Santa Faustina, Misericordia Divina in A Mi ànima, Ghjurnale, n. 1485[]
  6. Ghjesù à Santa Faustina, Misericordia Divina in A Mi ànima, Ghjurnale, n. 1361[]
  7. cf. U Mob crescente, Barbareschi à e porte, e I Reframers[]
Posted in missaghji, Scrittura, A parolla Now.