Fr. Dolindo - A Purificazione hè Misericordia, hè Necessaria

Servitore di Diu Dolindo Ruotolo di Napoli, in Italia (1882-1970), era un miraculu è un portavoce di u Spìritu Santu. Si hè offertu cum'è anima vittima per l'umanità è hè statu cumpletamente paralizatu per l'ultimi dece anni di a so vita. Hè un candidatu per a beatificazione è a Chjesa Cattolica li hà datu u titulu di "Servitore di Diu". Questu umile prete hà avutu cumunicazioni straordinarie cù Ghjesù per tutta a so vita eroica, chì era cumpletamente devota à Diu è à Mamma Maria. Si riferisce à ellu stessu cum'è "u vechju vechju di a Madonna", è u Rusariu era u so cumpagnu custante. Padre Pio li disse una volta: "U paradisu sanu hè in a to anima".

Fr. U nome di "Dolindo" significa "Dolore", è a so vita era piena cun ellu. Cum'è un zitellu, un adulescente, un seminarista è un prete, hà sperimentatu umiliazione, a realizazione di e parolle profetiche da un vescu chì li disse: "Sarete un martire, ma in u vostru core, micca cù u vostru sangue".

In a so profonda umiltà, Fr. Dolindo hà sappiutu sente e parolle di Diu. Ancu cù a so vita cusì piatta, era unu di i grandi prufeti di u seculu scorsu. In una cartolina, hà scrittu à u vescu Hnilica in u 1965 chì un novu Ghjuvanni risurterà da a Pulonia cù passi eroichi per rompe e catene al di là di e fruntiere imposte da a tirannia cumunista. Sta prufezia hè stata realizata in u papatu di San Papa Ghjuvanni Paulu II.

In a so tremenda suffrenza, Fr. Dolindo diventa di più in più un figliolu di Diu chì campava in autofrenu cumpletu à u Babbu Divinu. «Sò pienu poveru, un poveru nunda. A mo forza hè a mo preghiera, u mo capimachja hè a vuluntà di Diu, chì aghju lasciatu piglià per a manu. A mo securità annantu à u percorsu irregulare hè a mamma celeste, Maria ".

Di e tante parolle chì Ghjesù hà dettu à Fr. Dolindo hè u tesoru di u so insignamentu in quantu à u nostru abbandunamentu tutale à Diu, chì hè statu spartitu in una nuvena per una preghiera frequente. In questa nuvena, Ghjesù parla direttamente à u nostru core. Cumu puderete vede da e so parolle, assai di ciò chì u nostru Signore vole pare volà di fronte à a normale inclinazione umana è a ragione. Ùn pudemu alzà chè à stu livellu di penseru per mezu di a grazia di Diu è l'aiutu di u Spìritu Santu. Ma quandu femu cum'ella dice a preghiera, quandu aprimu u nostru core è chjudemu l'ochji in fiducia è dumandemu à Ghjesù di "Fà casu", farà.

 

Nostra Signora à u Servu di Diu Dolindo Ruotolo (1882-1970) in u 1921:

Diu solu! (Dio solo)
 
Sò eiu, Maria Immaculata, Madre di a Misericordia.
 
Sò eiu chì devu ripurtà vi à Ghjesù perchè u mondu hè tantu luntanu da ellu è ùn pò truvà a strada di ritornu, essendu cusì pienu di miseria! Solu una grande misericordia pò alzà u mondu fora di l'abissu in u quale hè cascatu. Oh, e mo figliole,[1]U testu hè statu scrittu in u 1921 ma publicatu solu dopu à a so morte in u libru Cosi chì hà vistu l'Immaculota (Cusì aghju vistu l'Immaculata), Stu vulume adopra a forma di 31 lettere - una per ogni ghjornu di u mese di maghju - scritte à alcune di e figliole spirituali di u misticu napulitanu mentre era in Roma essendu "interrogatu" da u Santu Uffiziu. Hè chjaru chì Don Dolindo hà cunsideratu a scrittura cum'è soprannaturale ispirata da una illuminazione da a Madonna, chì parla quì in prima persona. ùn cunsiderate micca in chì statu hè u mondu è chì anime sò diventate! Ùn vedite micca chì Diu sia dimenticatu, ch'ellu sia scunnisciutu, chì a criatura si idolatrisi? ... Ùn vedite micca chì a Chjesa sta languendu è chì tutte e so ricchezze sò sepolte, chì i so preti sò inattivi, sò spessu cattivi, è sò dissipendu a vigna di u Signore?
 
U mondu hè diventatu un campu di morte, nisuna voce ùn la sveglierà à menu chì una grande misericordia l'arrizzi. Voi, dunque, e mo figliole, devenu implora sta misericordia, indirizzendusi à mè chì sò a so Mamma: "Salve Santa Regina, Madre di misericordia, a nostra vita, a nostra dolcezza è a nostra speranza".
 
Chì credi hè a misericordia? Ùn hè micca solu indulgenza ma ancu un rimediu, medicina, operazione chirurgica.
 
A prima forma di misericordia necessaria da sta povera terra, è a Chjesa prima di tuttu, hè a purificazione. Ùn vi spaventate, ùn temite, ma hè necessariu chì un uraganu terribile passi prima sopra a Chjesa è dopu u mondu!
 
A Chjesa pare guasi abbandunata è in ogni locu i so ministri a deserteranu ... ancu e chjese duveranu chjude! Cù u so putere u Signore romperà tutti i ligami chì a liganu avà [vale à dì a Chjesa] à a terra è a paralizzerà!
 
Anu trascuratu a gloria di Diu per a gloria umana, per u prestigiu terrenu, per a pompa esterna, è tutta sta pompa serà inghjuttita da una terribile, nova persecuzione! Dopu, videremu u valore di e prerogative umane è cumu sarebbe statu megliu d'appughjassi solu nantu à Ghjesù, chì hè a vera vita di a Chjesa.
 
Quandu vedi i Pastori espulsi da i so posti è ridotti à case povere, quandu vedi preti privati ​​di tutti i so pussessi, quandu vedi a grandezza esterna abolita, dite chì u Regnu di Diu hè imminente! Tuttu què hè misericordia, micca un malatu!
 
Ghjesù hà vulsutu regnà sparghjendu u so amore è cusì spessu l'anu impeditu di fà. Dunque, sparghjerà tuttu ciò chì ùn hè micca soiu è culpirà i so ministri per chì, privati ​​di tuttu u sustegnu umanu, possinu campà in ellu solu è per ellu!
 
Questa hè a vera misericordia è ùn impediraghju micca ciò chì pare esse una inversione ma chì hè un grande bè, perchè sò a Mamma di a misericordia!
 
U Signore hà da cumincià cù a so casa è da quì anderà in u mondu ...
L'iniquità, ghjunta à u so apice, si sfonderà è si divorerà ...

 

Leghjite u cummentariu di Mark Mallett nantu à sta prufezia incredibile ccà.

Footnotes

Footnotes

1 U testu hè statu scrittu in u 1921 ma publicatu solu dopu à a so morte in u libru Cosi chì hà vistu l'Immaculota (Cusì aghju vistu l'Immaculata), Stu vulume adopra a forma di 31 lettere - una per ogni ghjornu di u mese di maghju - scritte à alcune di e figliole spirituali di u misticu napulitanu mentre era in Roma essendu "interrogatu" da u Santu Uffiziu. Hè chjaru chì Don Dolindo hà cunsideratu a scrittura cum'è soprannaturale ispirata da una illuminazione da a Madonna, chì parla quì in prima persona.
Posted in Altri ànimi, U Tempu di a Tribulazione.