Icona di ricerca di u video

PARTE 8: Fr. Michel Rodrigue - A Sacra Famiglia: Prutezzione da u Focu Cadendu Da u Celu

PARTI 8 DI UNA "RETIRATA VIRTUALE" CON FR. MICHEL RODRIGUE

From Fr. Michel Rodrigue

 

U 30 d'ottobre di u 2018, aghju ricevutu u seguente messagiu di u Babbu Eternu in preparazione per u Natale. Fui surpresu chì Diu u Babbu m'hà datu stu messagiu in quellu mumentu. Eramu luntanu da a festa. . . U Signore m'hà dettu:

U mo figliolu, 

Stà à sente è scrive. Insistiu chì questu messagiu serà cumunicatu à tutti è in ogni locu chì avete predicatu in i Stati Uniti è in Canada.

Ricurdativi di a notte quandu Padre Pio vi hà purtatu in celu per vede a Sacra Famiglia. Hè statu un insignamentu per voi è per e persone chì vi hanu intesu dì. Era ancu un signu per ricurdà a notte quandu U Figliolu Amatu, Ghjesù, hè natu in u mondu.

Ricurdativi cumu, u mo Evangelu, Matteu, hà scrittu, per l'ispirazione divina di u Spìritu Santu, cumu stella si piantò nantu à u locu induve stavò Ghjesù Figliolu. Era un signu per i Maghi. Oghje, hè un signu per voi, è per tutti i cristiani, è per tutte e nazioni.

A Sacra Famiglia hè un segnu dopu à u quale ogni famiglia deve mudella stessu. Dumandu chì ogni famiglia chì riceve stu messagiu duverà avè una rappresentanza di a Sacra Famiglia in casa soia. Pò esse una icona o una statua di a Famiglia Sacra o una manghjatoghja permanente in un locu cintrali di a casa. A rapprisintazione deve esse benedetta è cunsacrata da un prete.

Cum'è a stella, seguita da i Maghi, si fermò sopra a manghjatoghja, u casticatu da u celu ùn affetterà micca e famiglie cristiane dedicate è prutettu da a Sacra Famiglia. U focu da u celu hè un castimentu per u crudele horrible di l'avortu è a cultura di a morte, a perversione sessuale, è a cupidità in quantu à l'identità di l'omu è di a donna. I mo figlioli cercanu peccati di perversione sessuale più di a vita eterna. L'aumentu di blasfemie è di persecuzione di u mio Ghjustu Ghjente mi offende. U bracciu di a mo ghjustizia vene avà. Iddi ùn sentenu micca u mio Divina Misericordia. Avà deve lasciare parechji pesti accade per salvà a maiò parte di e persone chì possu da l'esclavità di Satana.

Mandate stu messagiu à tutti. Aghju datu à San Ghjiseppu, u mo rappresentante, di prutege a Sacra Famiglia nantu à a Terra, l'autorità per prutegge a Chjesa, chì hè u corpu di Cristu. Serà u prutettore durante i prucessi di stu tempu. U Cori Immaculatu di a mo figliola, Maria, è u Sacru Cuore di u Figliolu Amatu Ghjesù, Ghjesù, cù a casta è u core core di San Ghjiseppu, serà u scudu di a vostra casa, di a vostra famiglia è di u vostru rifugiu durante l'avvenimenti à vene. .

E mo parolle sò A mo benedizzione per tutti di voi. Qualunque agisce secondu a mo vulintà, serà sicuru. U potente amore di a Sacra Famiglia serà manifestatu à tutti.

Sò u vostru Babbu.

Queste parolle sò Mie!

Stu messagiu hà cuminciatu cù, «U mo figliolu, ascultate è scrivite. Insistu. . . " Parechje persone si sbarconu nantu à a parolla, "Insiste". Aghju ricevutu ùn capiscu quanti centinaie di chjama per verificà se era un bellu messagiu. A ghjente si lamintò: "U Babbu ùn pò micca dumandà. Questu hè micca un messagiu da u Signore. U Babbu pò solu dì, 'Suggerimu. . "" Qualchissia hà ancu decisu di cambià a parolla quandu spartianu u messagiu.

Mi aghju rispostu è rispose: "Quandu u Signore hà datu i Diece Mandamenti à Mosè, ha dumandatu à Mosè:" Ti senti? " Hè Quellu chì hà l'autorità di cumandà. "

Questu hè u messaghju chì u Babbu m'hà datu:

"Insistu chì stu messagiu sia cumunicatu à tutti è in ogni locu chì avete predicatu in i Stati Uniti è in Canada." 

Questu hè impurtante perchè Ellu voli chì u messagiu surtissi da ogni gruppu chì aghju parlatu per cumpiendu a missione chì m'hà incaricatu. Allora u Babbu si suscitava emozioni cù un ricordu:

"Ricordate a notte quandu Padre Pio vi hà purtatu in celu per vede a Sacra Famiglia. Hè statu un insignamentu per voi è per e persone chì vi hanu intesu dì. Era ancu un signu per ricurdà a notte quandu U Figliolu Amatu, Ghjesù, hè natu in u mondu " 

Saria una conferenza cumpleta per mè di cuntà a storia completa di a mo notte cun Padre Pio, ma chì a descriverà per voi. Hè vera chì Padre Pio hè vinutu à mè durante a notte. In realtà, aghju vinutu da ellu. Mentre mi pusai nant'à u mio lettu, aghju intrutu subitu in un locu, chì paria esse ghjustu fora di u celu. Aghju vistu u prufeta Elijah, poi Ghjuvanni Battista, è infine Padre Pio; è fù dimustratu chì u listessu Spìritu di focu animò tutti trè.

Quand'eiu aghju scontru cù Padre Pio, hà avutu un bellu surrisu. Hè un bellu tippu. Ci parlava, è ghjè in voti. mi guardò solu; eppuru, allora, aghju capitu ciò chì era "dicendu". Ellu m'hà dumandatu di seguallu, ma ùn aghju vulsutu perchè mi hà dimustratu chì duvemu attraversà un sogliu, è sapia chì andariamu in u celu.

Aghju dettu ellu: "Se entre in u celu, morirei."

Hè ridutu è risponde. "Avete digià mortu quattru volte" cum'è per dì: "Chì hè u grande affare?" Cuntinuà, Ùn ti ne averebbe. Dame a to manu. Seremu inseme

Pudava davanti à noi una passerella coperta, cum'è un anticu claustru fattu di oru brillante è pur, sfarente da qualsiasi in a Terra. Dui grandi porte apparì davanti à mè, cù un serafinu chì flanghjianu di ogni latu.

Dopu, intremu in celu. Hè stata cusì bella. Aviu vistu fiori, a maiò parte di rosi, chì eranu vivi, ognuna chì ripresentavanu una anima fidela nantu à a Terra, è aghju capitu chì, se una anima nantu à a Terra seguita fideli a vuluntà di u Babbu, rimpiazzassi una rosa particulare quandu era ghjunta in celu. . Una di e rosi in celu hè di voi.

Un altru fiore dominante era a margarita, chì in qualchì manera sapia era u fiore di u Babbu. Eranu cusì belli è brillanti. Allora aghju spulatu animali chjuchi. Aghju vistu un cane chì rindia intornu è sò stati stupiti! Aghju dumandatu: "Cumu hè un cane quì?" Padre Pio m'hà spiegatu chì quandu Ghjesù hè mortu, Ellu hè mortu no solu per a nostra salvezza, ma ancu ellu hà rinnuvatu tuttu. Tuttu, ancu l'animali, seranu eventualmente rinnuvati da a Redenzione di Ghjesù Cristu, è averemu un novu celu è una nova Terra.

Sentu chì ùn aghju micca l'autorità di passà fora di u percorsu chì Padre Pio seguitava, cusì aghju cuntinuatu à camminà avanti. Era tantu bella. Aviu vistu ogni tipu di bella petra è roccia di a Ghjerusalemme celeste descritta in u Libru di l'Apocalisse. A petra hà avutu u putere di l'amore, u putere di guarisce.

U chjassu si vultò è di colpu, ghjunghjemu à u Santu di Holies, u locu in celu riservatu à a Santissima Trinità: un locu in u celu cusì splendidu chì ùn aghju micca parolle per ella. Quandu eravamu intrutu davanti, un grande muru apparsu davanti à mè, tuttu fattu d'una pietra verde chì hà capace di luce per passà attraversu. Padre Pio m'hà dettu: "Avete questa petra in u nordu di u Quebec. Duvete fà una manghjatoghja fora di sta petra. " Era vera. Br. Filippu (di u monasteru di Fr. Michel, San Benedettu Ghjiseppu Labre) hà truvatu a petra. Allora si trovava davanti à mè un manger fattu di sta petra.

Aghju avutu chì stavamu aspittendu qualcosa. Padre Pio hà dettu: "Avà, venenu per voi."

"Quale vene?"

Allora San Ghjiseppu apparisse. Sembrava una roccia di fede. Era bellu, cusì bellu - micca assai più altu ch'è mè, apparsu micca più di quarant'anni. Ellu solu mi sorrideva. Ùn hè micca una figura femminile, ti assicuraghju. Hè un omu forte, veramente forte, ma cun prufonda tenerezza. Questa tenerezza passa per u corpu. Hè un carisma chì hà. Hà avè ancu autorità da u Babbu. Tuttu u saltu da ellu era cusì forte chì capiscenu avà perchè ellu hè chjamatu "u terrore di i demonii". Per mè, hè u mudellu di ogni babbu in a Terra. Ùn mi ne parlava mai ma parlava fighjendu mi. Puderaghju "sente" i so pinsamenti è e so parolle, chì eranu tante soffie è forti, à u listessu tempu. Mi hà datu un insegnamentu à quellu mumentu. Hè cusì pura. A forza di u Spìritu Santu in ellu era forte, è a so pelle era cusì pura chì brillava, ma micca cù a stessa purità di a Vergine Maria perchè a so purità hè più alta ancu di a purezza di l'angeli.

Mi ha parlatu di assai cose, inclusa l'impurtanza di purità. Hà dettu chì i babbi di a Terra anu a responsabilità di esse i guardiani di a purezza in e so famiglie. Tuttu oghji pò attaccà a purità innocente di i so figlioli. Questu ùn hè micca da Diu. Oghje a ghjente insegna à i zitelli, a kindergarten, cumu fà l'amore, è i zitelli sò completamente disturbati da questu. I genitori, avete l'autorità per andà à a scola è dite chì ùn vulete micca chì i vostri figlioli stanu à sente. Da pruteghje, si pò prutege a so purezza.

San Ghjiseppu m'hà dettu ch'ellu era a faccia di u Babbu Eternu per u Babbu Ghjesù. Disse ch'ellu avia à mori e ùn serebbe più nantu à a terra prima chì Ghjesù partissi per u so ministeru publicu perchè Ghjesù avia da rivela u Patre Eternu. Per mezu di a so umiltà, preferia ùn esse micca nant'à a Terra in modu chì nimu ùn interpretassi in modu sbagliatu a paternità di Ghjesù.

Dopu aghju vistu Mama Maria cù u zitellu, Ghjesù, in i so braccia. Era cusì bella, cù luce luminosa da a so pelle. Ùn avemu nunda nantu à a terra per paragunà a so carne cù. Era vera, chì significheva u so corpu era in u celu per via di l'Assunta. M'ha amparatu parechje cose è dopu, cun un gestu d'amore, m'hà offrittu u Babbu Ghjesù, dumandandu di piglià lu in i mo braccia. Ùn mi sentia micca abbastanza pura, cusì l'aghju dettu: "Ùn possu micca piglià u Ghjesù Cristu. Ùn sò micca degnu ". Cum'è una Mamma, m'hà datu un picculu, riproccu moltu. À fighjà, mi disse: "Ùn hè micca un prete?" Ti tengu u corpu di u Figliolu ogni volta chì celebrate a messa, è avà vi ricusate? "

Aghju pigliatu u Bambinu Ghjesù in i mo braccia, è quandu aghju fattu, u mo core hà cuminciatu à sbattevi cusì forte, è eru cusì pienu di gioia, chì aghju svenutu di diritta di l'esperienza è mi ritruvò in a mo stanza. Eru tantu cuntentu da dentro. Sentu cum’è a flussu di nuvole, è mi pigliò un pocu di tempu per calmi. [Fr. Michel hà risatu di gioia quandu cuntò stu mumentu] Infine, quand'ellu aghju messu in lettu. . . boom . . Eru di ritornu in celu cù u Babbu Ghjesù in braccia! Era assai simpaticu! [Fr. Michel hà risatu di più in core.] À u listessu tempu ch'e pudia vede Ghjesù cum'è un Bebé, puderia vede ancu ellu cum'è un adultu, cù l'autorità d'un rè.

Allora Mama Maria m'hà dettu cun amore, "Vai ora".

"Venite cun mè" disse Padre Pio, è andemu versu u latu di u santuariu. "Fighjate. Chì vede? "

Aghju vistu a manghjatoghja in petra verde. "Deve l'avete in a vostra capella. U mangiatu in pietra verde cù a luce chì passa. "

"Circà," disse dopu. Sollevò la testa e vidu a corona di a Vergine Maria. L'internu di a corona cuntene bella, brillante rossa piena di vita, è aghju intesu a voce di a Vergine Maria dicendu: “Aghju a fraternità in a mo corona. I rosi rapprisentanu a vostra fraternità. Nimu toccu a to fraternità. "

Eru tantu cuntentu, è hè vera. Avemu avutu parechje crisi in l'ultimi sette anni, da quandu a fraternità hà iniziatu, ma ogni volta, u Patre piglia è piglia u caminu drittu prima di passà. Hè incredibile di vedallu. A maiò parte di u tempu, ùn deve micca da dì troppu. Allora a fraternità hè in a corona di a Vergine Maria.

Dopu, Padre Pio mi hà purtatu à u purgatoriu. Aghju scupertu chì ci sò sette livelli in purgatorio. À u livellu fondu, puderia vede l'anime sbattate da u diavulu cum'è a so purificazione. Da quellu livellu, aghju vistu una anima risalita rapidamente. Eru maravigliatu. Questu hè accadutu perchè era celebrata una missa per ella. Certi ànimi anu bisognu di parechje messe per entra in u celu più rapidamente, alcune anu bisognu di pochi, è alcune anu bisognu di grazia - a grazia chì vene da a preghiera, cum'è u Rosariu o a Cumpitita di Misericordia Divina. A Cumpitata di Misericordia Divina pricava quandu qualchissia mori dà una grazia speciale per avvicinà l'anima più vicinu à u celu.

In u purgatorio, Padre Pio mi mustrò un grande spaziu cù una tavula, è pusendu daretu à ellu eranu omi cun cappucciu chì coprenu a so faccia. Mi dumandò Padre Pio, "Chì vedi?"

"Umi daretu à una tavola".

"Ripigliu ancu."

Sta volta, i so cappucciu sò andati. Ùn aghju micca vistu e so facce, ma aghju vistu chì alcuni avianu e croce nantu à i petti.

"Chì vedi avà?"

"Sò prete, vescovi. . . un papa

"Michel, hè a vulintà di u Babbu. Ogni venneri, ci vole à celebrà una messa per elli. Alcuni d'elli sò stati assai tempu, aspittendu e preghiere perchè nimu per ella prega. Tuttu u mondu pensa chì quandu un prete mori, và drittu à u celu. Parechji sò abbandunati quì. Bisogna pregà è celebrà una Missa per elli. " Aghju prumessu chì mi ferete. Allora aghju rializatu chì a tavola ùn era micca una tavula ma un altare. Rappresentava à i preti à l'altare di u sacrificiu.

Dopu, Padre Pio hà vulsutu purtallu à u pianu, è aghju dettu: "No, ùn vogliu micca andà à quà. Veghju abbastanza di u diavulu nantu à a Terra ».

Aghju ricevutu più insegnamenti è dopu eranu tornati à a mo stanza. Era matina. Pudava allora a crescita di l'alba, ma ùn era micca stancu o stancu. Infatti, mi sentia più energizatu chè quandu era partutu.

Dunque, questu hè un schema di a me notte cun Padre Pio, chì u Babbu hà allusciatu da u so Messaghju, è chì hà cuntinuatu. . .

"Ricurdate cumu u mo Evangelu, Matteu, hà scrittu, per l'ispirazione divina di u Spìritu Santu, cumu stella si stalla sopra u locu induve stavò u Ghjesù Figliolu. Era un signu per i Maghi. Oghje, hè un signu per voi, è per tutti i cristiani, è per tutte e nazioni.

A Sacra Famiglia hè un segnu dopu à u quale ogni famiglia deve mudella stessu. Dumandu chì ogni famiglia chì riceve stu messagiu duverà avè una rappresentanza di a Sacra Famiglia in casa soia. Pò esse una icona o una statua di a Famiglia Sacra o una manghjatoghja permanente in un locu cintrali di a casa. A rapprisintazione deve esse benedetta è cunsacrata da un prete. "

L'imaghjini di Ghjesù è Maria ci facenu cuscenza chì Ghjiseppu è Maria eranu assai ubbidienti à u Signore. Questa ubbidenza hè vinuta da a so capacità di sente, di pricà, di leghje i segni di Diu è di fighjà. Ricurdativi chì Ghjiseppu hà ubbiditu à a voce di un angelo in u so sognu, è a Vergine Maria hà ricevutu l'ànghjulu à Annunciazione. Per mezu di a so ubbidenza, sò stati scelti per a missione di l'Incarnazione di Cristu, u Signore. Dunque, oghje, a Sacra Famiglia hè un signu per voi: a Sagra Famiglia ùn si ne pidda mai; erani prisenti l’un à l’altru; ùn avianu micca un telefuninu, una TV, o a nova vittura di l'annu. Truvemu u nostru mudellu di vita di famiglia cristiana in elli.

Una maghjina di a Sacra Famiglia purterà benedizioni è tante grazie di cunversione à tutti quelli chì entranu in casa vostra. Ma duverà esse in u centru di a vostra casa, in un locu induve tutti si ponu vede, micca solu per Natale o per un mese è poi imballati in l'armariu. Havi di stà permanentemente, è vi viderete perchè.

A rapprisintazione deve esse benedetta è cunsacrata. Parechji sacerdoti in Chjesa oghje ùn sanu micca di benedicà è di cunsacre. Una preghiera simplice da un prete farà. Cù acqua santu o d'oliu benedettu, pò dì

"Con stu oliu benedettu (acqua santu), consacru sta maghjina à u Babbu, à u Figliolu, è à u Spìritu Santu". 

[Quandu Fr. Michel hà fattu questu in una cunferenza, utilizò l'oliu santu esorcitu - l'oliu d'oliva pressatu à frio chì hà ricevutu a preghiera di l'esorcismu - è hà toccu i capi di Ghjesù, Maria, è Ghjiseppu di l'immagine o statua chì a ghjente avia purtata. Hà dumandatu à e persone di sguassà qualsiasi carcassa di plastica o rivestimentu chì copre l'immagini per pudè toccu direttamente.]

"Cum'è a stella, seguita da i Maghi, si fermò sopra a manghjatoghja, u castigo da u celu ùn hà micca da scuntrà à e famiglie cristiane cunsacrate è protetti da Sacra Famiglia. U focu da u celu hè un castimentu per u crudele horrible di l'avortu è a cultura di a morte, a perversione sessuale, è a cupidità in quantu à l'identità di l'omu è di a donna ". 

[In una cunversazione unu à unu cù Fr. Michel, hà dettu: Un ghjornu u Signore m'hà mustratu trè comete. Un grande passava da a terra vicinu, è dui più chjucu chjappu à a terra. A mo mustrò ancu, in un altru tempu, u focu cascatu da u celu.]

Aghju ancu vistu una cometa riescita à l'età di undici, è di novu intornu à quattordici anni. Mi è statu mostratu un asteroide, chì pareva brillà. Pensu chì sarà illuminà l'ossigenu in l'aria. Hè per quessa chì alcuni messaghji parlanu di focu chì cade da u celu. Diu, sicuru, ùn hà micca bisognu di aduprà qualcosa chì hà creatu per causà focu. Ùn pò solu fà appare qualcosa? U cometa hè ghjuntu versu a fine di a Tribulazione prima di i trè ghjorni di u bughju. Questu pruvucarà terrimoti è tsunami.

Dunque, aghju vistu u focu cascà da u celu. Vi sò sinceru cun voi. Era veramente qualcosa. Ma aghju vistu, à u stessu tempu, chì ogni casa cun devozione à a Sacra Famiglia è cù l'imaghjini di Ghjesù, Maria, è Ghjiseppu era cuparta da una cupola protettiva, invisibile. U focu s'hè piantatu da u Signore è ùn hà micca cascatu nantu à queste case.

Circa sette anni fà, aghju durmitu in una piccula casa da a costa di California. Aghju amparatu chì, sette anni prima, tuttu era statu distruttu intornu ad elli da l'onda di l'uraganu. Una settimana prima di passà questu, i piosi chì stavanu quì decisu di cunsacre a so casa à Nostra Signora di Knock. L'onde ghjunghjenu è distrughjenu millaie di case è durante a distruzzione, i fili elettrici cadevanu in l'oceanu è u gas fuga in l'acqua. L'elettricità da i fili accendava u gasu in u focu, cusì ci era l'acqua "à u focu", l'acqua, u focu in l'acqua, è tuttu hè brusgiatu. Ma a so casa ùn hè micca toccu. Mancu a so vittura. Eranu prutetti.

L'esercitu hè ghjuntu per pulizziari l'area è hà vistu sta casetta, ora à mezu à nulla. Sò intruti in casa è anu vistu a ghjente seduta à u tavulinu à manghjà. "Chì faci quì?"

"Avemu stà quì. Semu stati prutetti per via di a Vergine Maria. " I suldati ùn i crèdenu micca. Questu resta l'unica casetta allora da questu tempu. E case intornu sò custruite forti e grandi per risiste à un altru disastru naturale. Ma i pruprietarii di a casetta ùn anu cambiatu una cosa in a so casa. "U nostru fundamentu più forte," dissenu, "hè a Vergine Maria."

Questa parte hè veramente impurtante perchè hè cunnessa cù Fatima, induve a Vergine Maria si apparse. Hà prumessu un miraculu u 13 d'ottobre di u 1917, è circa 70,000 XNUMX persone eranu presenti per esse tistimoni. Ddu ghjornu, piova assai. U pianu è tutti i prisenti eranu imbulliti. U sole cumencia à ballà in u celu è di colpu, hà iniziatu à lampassi versu elli. A ghjente hà pensatu chì era a fine di u mondu è hà cuminciatu à cunfessu i so peccati forte. À questu mumentu, trè cose sò accadute, cumu rappurtonu da i ghjurnalisti in i ghjurnali. Prima, ognunu era immediatamente seccu, cum'è l'acqua è u fangu ùn li avianu mai tuccatu. Secunna, i petali di rosa si sò cascati da u celu è sò spariti quandu si toccava da e mani allargate di a ghjente. In terzu, postu chì u sole tornava à u so locu, a Sacra Famiglia apparisce in u celu. Paria chì a Sacra Famiglia abbia piantatu u sole da ghjunghje à a Terra.

A Sagra Famiglia prutege a Terra. Perchè hè cusì? Hè perchè a Sacra Famiglia hà campatu a vita in Terra. U celu hà i so anghjuli. A Terra hà a Famiglia Sacra è i santi.

"I mo figlioli cercanu peccati di perversione più cà a vita eterna. L'incrementu di e blasfemie è a persecuzione di u mio ghjustu ghjente mi offende. "

E persone cercanu nantu à Internet; cercanu in i club; cercanu in ogni locu per suddisfà l'appetiti è e passioni disordinati. Puderaghju u peccatu micca cunfesu in e persone chì li fa malati, cum'è l'avortu, un attu omosessuale, a perversione sessuale, l'immoralità à u travagliu, arrubbà e cose, mentendu à unu sposa. Certe volte e persone ponu avè una grave malatia a causa di questu. Ùn hè solu u cattolicesimu chì sustene sta credenza. I Ghjudei anu cridutu ancu in un effettu trà u peccatu è u corpu.

"U bracciu di a mo ghjustizia vene avà." 

Questa hè a prima volta chì u Babbu m'hà dettu: " . . vene avà. "

"Ùn stanu micca à sente a Misericordia Divina. Avà deve lasciare parechji pesti accade per salvà a maiò parte di e persone chì possu da l'esclavità di Satana. "

E pesti sò e malatie. Quandu a ghjente hè malata, giranu à Diu perchè si capiscenu chì ùn pò micca fà nunda per aiutà sè stessu, ma Diu pò. Hè per quessa chì u Patre pò salvà assai per mezu di una pesta.

“Mandate stu messaghju à tutti. Aghju datu à San Ghjiseppu, u mo rappresentante, di prutege a Sacra Famiglia nantu à a Terra, l'autorità per prutegge a Chjesa, chì hè u corpu di Cristu. Serà u prutettore durante i prucessi di stu tempu. "

Cum’è San Ghjiseppu pruteghja u Corpo di u Babbu Ghjesù, prutegarà u Corpo di u Signore, a Chjesa.

"U Cori Immaculatu di a mo figliola, Maria, è u Sacru Cuore di u Figliolu Amatu Ghjesù, Ghjesù, cù a casta è u core core di San Ghjiseppu, serà u scudu di a vostra casa, di a vostra famiglia è di u vostru rifugiu durante i manifestazioni à veni. "

Questa era a prima volta chì aghju ricevutu in un missaghju chì issa purificazione era avà necessaria, è aghju intrutu in l'idea chì avissi da succede prestu. Finu à quellu mumentu, aghju sempre crede chì puderia evità un tali tempu. Un crede micca più.

"E mo parolle sò a mo benedizione per tutti di voi. Qualunque agisce secondu a mo vulintà, serà sicuru. U potente amore di a Sacra Famiglia serà manifestatu à tutti.

Sò u vostru Babbu.

Queste parolle sò Mie! "

 

Per continuà à u prossimu postu per u "ritiru virtuale" cù Fr. Michel, cliccate nantu PARTE 9: Fr. Michel vs u Diavulu.

Clicca qui per principià à u principiu.

Posted in Fr. Michel Rodrigue, Sacra Famiglia, missaghji, Prutezzione Fisica è Preparazione, I Castici Divini, Videos.