Gisella - A Famine vene

A nostra Signora to Gisella Cardia u 12 di ghjugnu 2021:

Figlioli mei, ti ringraziu per esse quì in preghera. O zitelli, vi pregu di stà à sente i mo cunsiglii è a voce di u mo Figliolu per pudè esse salvati. I mo prufeti anu scrittu è anu parlatu assai per a salvezza di l'umanità, ma voi ùn ascultate micca. Alcuni di i mo figlioli favuriti (preti) si sò alluntanati da mè è da Diu senza capisce chì questu ùn cunducerà micca à a salvezza, ma à a perdizione. O zitelli, pregate assai per stu mondu chì hè avà cupertu da a bughjura; a luce di a fede hè assai debule è dunque ùn serà più pussibule d'evità u ghjudiziu di Diu, chì ghjunghjerà prestu. Figlioli mei, vi dumandu cun amore di fà pruviste perchè a carestia vene è puderete ritruvavvi in ​​una disperazione totale. A Provvidenza ghjunghjerà da ogni parte: ùn abbiate paura, fidatevi di e parolle di Ghjesù è teniteli in i vostri cori. Campà fora sti missaghji, esse fidu à a parolla di Diu è à u Vangelu. U core di u mo Figliolu sanguina per i peccati di l'umanità; quellu chì stà à sente e mo chjamate finu à a fine di i tempi serà salvatu. Arricurdatevi, ti tengu caru tantu; quellu chì hè cun Diu ùn deve teme nunda. Avà vi lasciu cù a mo benedizione materna in nome di u Babbu, di u Figliolu è di u Spìritu Santu, Amen.
Posted in Gisella Cardia, missaghji.