Luisa - U Rumore Generale

U nostru Signore à Servu di Diu Luisa Piccarreta u 25 di Settembre - U 16 d'Uttobre 1918:

Mentre u scopu principale di a vita è i tempi di Luisa Piccarreta eranu per ella per arregistrà l'insignamenti di Ghjesù nantu à a Divina Volontà è campà in questu Regalu, era ancu una anima vittima à u cuntrariu di qualsiasi altra (leghje Nantu à Luisa è a so Scrittura). In fatti, e so suffrenze eranu intimamente ligate à u nostru volte, è a so riparazione rispunsevule, in parte, per mitigà i prucessi chì a Chjesa è u mondu stanu entrendu avà. Ghjesù hà spessu mostratu à Luisa ciò chì vinia nantu à a terra, visioni chì avà sò chjaramente accadute ...

Ùn vi ricordate quante volte vi aghju mustratu una grande murtalità, cità spupulate, guasi disertate, è m'hai dettu: 'Innò, ùn fate micca què. È se vulete veramente fà, Duvete permetteli di avè u tempu di riceve i Sacramenti? ' Aghju fattu què; chì altru vulete? Ma u core di l'omu hè duru è micca cumpletamente stancu. L'omu ùn hà ancu toccu a cima di tutti i mali, è per quessa ùn hè ancu saziatu; dunque, ùn si rende micca, è guarda cun indiferenza ancu nantu à l'epidemica. Ma questi sò i preludii. U tempu ghjunghjerà! - vene - quandu faraghju chì sta generazione gattiva è perversa guasgi sparissi da a terra ....

... Faraghju cose impreviste è inaspettate per cunfondeli, è fà li capisce l'instabilità di e cose umane è di sè stesse - per fà li capisce chì Diu solu hè l'essere stabile da quale si pò aspettà ogni bè, è chì sì volenu Ghjustizia è Pace, devenu vene à a Funtana di a vera Ghjustizia è di a Pace vera. Osinnò, ùn seranu capaci à fà nunda; continueranu à luttà; è s'ella pò sembrà ch'elli urganizeranu a pace, ùn durerà micca, è e baruffe ripartiranu, più forte. A mo figliola, cume sò avà e cose, solu u mo ditu onnipotente li pò risolve. À u mumentu ghjustu a metteraghju, ma sò necessarie grandi prove è accadranu in u mondu ....

Ci serà un tumultu generale - cunfusione in ogni locu. Rinnoveraghju u mondu cù a spada, cù u focu è cù l'acqua, cù morti subite, è cù malatie contagiose. Faraghju cose nove. E nazioni formeranu una spezia di torra di Babele; ghjunghjeranu à u puntu di ùn esse capace di capisce si; i populi si rivoltanu trà d'elli; ùn voleranu più rè. Tutti seranu umiliati, è a pace vene solu da Me. È se li sentite dì "pace", ùn serà micca vera, ma apparente. Una volta chì aghju purgatu tuttu, metteraghju u mo ditu in modu sorprendente, è daraghju a vera Pace ...  -Volume 12

 

Reading Related

A Nova Torra di Babele

A Religione di u Scinismu

 

Posted in Luisa Piccarreta, missaghji, I Castici Divini, U Pianu di u travagliu.