Timeline

(Cliccate nantu à a stampa sopra per ingrandà)

U Pianu di u travagliu
U Primu Sigellu
Siconda Sigella
U Terzu Sigillu
U Quatru Sigillu
A Quinta Foca
A Sesta Sella
U settimu Sigelu
E Porte Divine
U ghjornu di u Signore
Tempu di Rifugi
I Castici Divini
U Regnu di l'Anticristu
I trè ghjorni di a bughjura
Era di a Pace
U ritornu di l'influenza di Satanassu
A Seconda Venuta

U Pianu di u travagliu

A seguente Timeline hè basata annantu à l'interpretazione di i Fathers Chiese Pruduttori di u Libru di Revelazione in quantu li è stata data, è dunque a so lettura dritta di i Capituli 19-21. Hè cumpiacente da l'insignamenti magistrali di i Papi, l'apparizione appruvata di Fatima, è chì sò supplementati da u "consensu profeticu" di diversi veri credibili in u mondu.

Ghjesù hà datu una bella analogia chì s'applica maravigliosamente à i nostri tempi:

Quandu una donna hè in u travagliu, ella hè angosce perchè a so ora hè ghjunta; ma quandu hà datu nascita à un zitellu, ùn ne ricorda più u dulore per via di a so gioia chì un zitellu hè natu in u mondu. Dunque, sì ancu ora in angoscia. Ma ti videraghju di novu, è i vostri cori si ralleranu, è nimu ùn vi farà piglià a to gioia. (Ghjuvanni 16: 21-22)

Hè facilitu per una mamma di travaglià esse pigliatu di u dulore di u mumentu, e cuntrazioni agonizanti chì precedenu immediatamente à a nascita. Puru, hè faciule per "Madre Chjesa" diventà pre-occupata cù u travagliu duru di cataclimi presenti è di vene, persecuzione è incertezza. Mentre ùn lasciamu micca cascà quì quellu chì u Nostru Signore avvistu era venutu (perchè Ellu vulia chì noi siamu preparati, micca teme), nè noi ùn vulemu chì u lettore eternu perde u focus nantu à induve simu dirigiti. In definitiva, questu hè u Celu; ma prima di allora, l'Scrittura è i Missaghji di u Celu, per via di vechji scelti è di visiunarii, parlanu di una venuta Era di Pace, a "nascita" di tuttu u Populu di Diu quandu i spade seranu battuti in aratri, u lupu si stende cun l'agnellu. .. è un "periodu di pace" regnarà annantu à tutta a terra, da costa à costa. Cum'è u Cardinale Mario Luigi Ciappi, teologu papale per Piu XII, Ghjuvanni XXIII, Paulu VI, Ghjuvanni Paulu I è San Ghjuvanni Paulu II hà dettu:

Iè, un miraculu hè statu prumessu à Fatima, u più grande miraculu in a storia di u mondu, secondu solu à a Risurrezzione. È quellu miraculu serà una era di pace, chì ùn hè mai mai stata accunsentita prima di u mondu. —U 9 d'ottobre di u 1994 Catechisimu Famiglia di l'Apostolatu, p. 35

Sta Timeline hè colma di a realità di parechji duluri, ma ancu di vittorie, gioie, è, infine, pace. Hè per quessa, ciò chì site per leghje, hè a Passione di a Chjesa chì trova a so fine, micca in morte, ma una nova risurrezzione. Siccomu hè a mamma di a Chjesa, a Beata Vergine Maria, a "Donna vestita in u sole chì travaglia per dà nascita,"[1]Rev 12: 1 pigliamu a so manu è dumandemu à marchjà cun noi per questa Timeline: per insegnà, cunsulà, è preparalli, micca cum'è semplici osservatori, ma cum'è santu cumbattanti in a più grande battaglia di a storia umana.

Tandu a legione di piccule anime, vittime di Amore misericordiosu, diventerà quant'è numerosa "cum'è e stelle di u celu è e spiagge di a spiaggia". Serà terribule à Satan; aiuterà a Vergine Beata à sfracicà completamente a so testa di fieru. —St. Thérése di Lisieux, Manuale di a Legione di Maria, p. 256 à 257

A Grande Tempesta

L'essenziale per capisce hè chì sta fase di a storia umana hè l'omu "chì arricca ciò chì hà simatu".

Quand'elli semanu u ventu, culleranu u ventu. (Hos 8: 7)

Parechji mistichi anu parlatu di questu tempu di grande tribulazione chì vene nantu à a terra è u paragunanu à una tempesta cum'è un uraganu. 

... stai ingressu à i tempi decisivi, tempi per chì vi preparate da parechji anni. Quanti saranu sudati da u terribile uraganu chì s'hà dighjà inchinu annantu à l'umanità. Questu hè u tempu di u grande prucessu; questu hè u mo tempu, O figlioli cunsacrati à u mio Cori Immaculatu. - A nostra Dama à Fr. Stefanu Gobbi, 2 ferraghju 1994; cun Stampatore U vescu Donald Montrose

Sapete, a mo criatura, l'eletti duveranu luttà contr'à u Principe di e Tenebre. Serà una timpesta tremenda. Piuttostu, serà un uraganu chì vulerà distrugge a fede è a fiducia ancu di l'eletti. In questa terribile turbulenza chì si sviluppa attualmente, vedrete a luminosità di a mo Fiamma d'Amore illuminendu u Celu è a terra cù l'effusione di u so effettu di grazia chì trasmettu à l'anime in sta notte bughja. —Nora Signora à Elizabeth Kindelmann, A Fiamma di l'Amore di u Coraghju Immaculatu di Maria: U Diariu Spirituale (Locazioni Kindle 2994-2997); Stampatore da u cardinali Péter Erdö

In effetti, a stessa Scrittura usa sta metafora per qualificà una venuta purificazione di a terra à traversu una Grande Tempesta:

... un ventu putente s'incriscerà contru à elli, è cum'è una tempesta, li vincerà. L'annocità spariscerà tutta a terra, è u gattivu prucessu annattarà i troni di i guvernanti. (Wis 5:23)

Fighjate, l'uraganu di u Signore, a so furia si sparisce, un uraganu temibile, per spingà nantu à i capi di i gattivi. L'ira di u Signore ùn si vultarà finu à ch'ella hà fattu è hà ottinutu u so scopu. In i ghjorni finali, capirete chjaramente questu. (Ghjeremia 23: 19-20; A Nova Revistata di Bibbia di Ghjerusalemme, Edizione di Studiu [Henry Wansbrough, Casa Casuale])

Una altra analogia chì i Ghjesù è San Paulu usanu sò "dolore di travagliu". Ghjesù li hà descrittu cum'è tali:

A Nazione si alzerà contr'à a nazione, è u regnu contru à u regnu. Ci seranu terramoti putenti, carestie è peste da un locu à l'altru; è viste tremende è putenti segni vinaranu da u celu ... tuttu què ùn hè chè u principiu di e pene di nascita ... E allora parechji si ne falanu, si tradiscenu l'unu l'altru è si odianu. È parechji falsi prufeti emergeranu è cunduceranu parechji. (Luca 21: 10-11, Matt 24: 8, 10-11)

Cusì, a prima mità di questa Tempesta, mentre chì hè permessa cum'è "disciplina" amorosa di Diu in questu Tempu di Misericordia, ùn hè micca u listessu cum'è castiche dirette da u Celu, per se, ma l'omu essenzialmente "facendu ellu stessu" (di a stessa manera un generu amante permetterà un zitellu persistente "toccà brevemente a stufa" per avvertirli di u periculu):

Diu mandarà dui punizioni: unu serà in forma di guerri, rivoluzioni è altri male; urighjarà nantu à a terra. L'altru serà mandatu da u Celu. —Annata Maria Maria Taigi, Profezia cattolica, P. 76

Questa era prevista ancu in l'apparizioni appruvati à Fatima:

[Russia] espanderà i so errori in u mondu sanu, causendu guerri è persecuzioni di a Chjesa. U bonu serà martiriratu; u Santu Babbu averà assai soffrenu; diverse nazioni saranu abbitate. —Du Terzu Secretu di Fatima, U Missaghju di Fatima, vatican.va

Da a perspettiva di u papatu, ùn sò micca solu scontri di a vuluntà umana, ma un longu pianu diabolicu arradicatu in "società secrete" per annulà l'attuale ordine:

In questu periodu, però, i partigiani di u male pare chì si uniscenu inseme, è chì si batteranu cù a vehemenza unita, guidati o assistiti da quella associazione fortemente organizzata è diffusa chjamata i Francotirati. Ùn facendu più alcun secretu di i so scopi, sò oghje sfrazzemente chì s'incuntanu contr'à Diu stessu ... quellu chì hè u so scopu ultimu si face à vede - vale à dì, l'ultima dimissione di tuttu l'ordine religiosu è puliticu di u mondu chì l'insignamentu cristianu hà. pruduttu, è a sustituzione di un novu statu di cose in cunfurmità cù e so idee, di quale i fundamenti è e leggi seranu isciutu da u semplice naturalisimu. —POPO LEO XIII, Genaru Humanum, Encíclica nant'à a Francmasoneria, n.10, 20 Aprile 1884

Hè...

... u spiritu di cambiamentu rivoluzionariu chì hè longu disturbatu e nazioni di u mondu ... —POPO LEO XIII, Lettera Enciclica Rerum Novarum: locu. cit., 97.

Infine, San Ghjuvanni si riferisce à sti disordini cumpresi in "foci" aperti da u "Lamb chì hè statu uccisu" ...

Watch:

sente:

Footnotes

Footnotes

1 Rev 12: 1

U Primu Sigellu

U dulore di u travagliu cumencia cù u Prima sigillata:

Dopu, aghju fighjatu mentre l'agnellu si apreva prima di i sette sigilli, è aghju intesu una di e quattru criature vivente gridendu in una voce cum'è u tronu, "Avanza avanti". Aghju guardatu, è ci era un cavallu biancu, è u so cavaliere avia un arcu. Hè stata data una corona, è sorta vittoriosu per ulteriori vittorie. (6: 1-2)

Questu Cavaliere, secondu a Sacra Tradizione, hè u Signore stessu.

Hè Ghjesù Cristu. L'ispiratu evangelistu [St. Ghjuvanni] ùn solu hà vistu a devastazione purtata da u peccatu, a guerra, a fame è a morte; hà ancu vistu, in primu locu, a vittoria di Cristu.—POPE PIUS XII, Indirizzu, u 15 di nuvembre 1946; nota à u pedi di A Bibbia di Navarra, "Revelazione", p.70

In u Commentariu di Bibbia Cattolica di Haydock (1859) in seguitu à a traduzzione latina-inglese di Douay-Rheims, dice:

Un cavallu biancu, cume cunquistadori aduprendu viaghjà nantu à un trionfu solenni. Ci hè cumunemente intesu cum'è u nostru Salvadore, Cristu, chì, da ellu stessu è da i so apostuli, predicatori, martiri è altri santi, hà triunfatu annantu à tutti l'avversi di a Sua Chjesa. Hà avutu un arcu in manu, a duttrina di l'evangelu, sfracicendu cum'è una freccia i cori di l'uditori; è u a curona dugnu, era un simbulu di a vittoria di quellu chì ne esce cunquistà, ch'ellu puderia cunquistà ... L'altri cavalli chì seguitanu rapprisentanu i ghjudizi è e punizioni, chì fussinu cascà nantu à i nemici di Cristu è a so Chjesa ...

In u 1917 in Fatima, i trè figlioli anu vistu un anghjulu cù una "spada fiammante" per colpì a terra ... ma allora a nostra Beata Mamma apparsu, è a luce chì emana da ella (vale à dì a so intercessione) fermò l'ànghjulu, chì poi chianciò. fora "Penitenza, penitenza, penitenza!" Cun quessa, u mondu hà intrutu in un "tempu di misericordia" definitivu. Santa Faustina scrive parechji anni dopu:

Aghju vistu u Signore Ghjesù, cum'è un rè in grande maestà, fighjendu a nostra terra cun grande severità; ma per via di a so intercessione di a Mamma A prolungatu u tempu di a so misericòrdia... [Ghjesù hà dettu:] Aghju eternità per punisce [questi], è cusì prolongu u tempu di misericordia per u nome di [i peccatori]. Ma guai à elli s'elli ùn ricunnoscenu micca questu tempu di a mo visita ... Chì i più grandi peccatori mettinu a so fiducia in a Mia Misericordia ... Scrivite: prima di vene cum'è un Ghjudice ghjustu, apru prima a porta di a Mia misericordia. Quellu chì ricusa di passà per a porta di a mo misericordia deve passà per a porta di a mo ghjustizia ... —Divine Mercy in My Soul, Diario di Santa Faustina, n. 1160, 1261, 1146

... sente a voce di u Spìritu chì parla à tutta a Chjesa di i nostri tempi, chì hè u tempu di misericordia. —POPE FRANCIS, Città di Vaticanu, u 6 di marzu di u 2014 vatican.va

Eccu, i "vittori" più significattivi sò quelli per u risultatu di a Misericordia Divina mentre u Signore cerca di riunite quante anime pussibule à traversu a porta di a Misericordia. D’altronde, avemu vistu a diffusione di a devozione mariana è a prisenza di a Madonna in a so apparizione, i frutti di u rinnovu carismaticu, chì hè stata benedetta da quattru papi, a nascita di migliaia di apostolati laici, u novu muvimentu di apologetica guidatu in gran parte da u Mondu EWTN di Madre Angelica, u putente pontificatu di Ghjuvanni Paulu II chì ci hà datu u Katechisimu di a Chjesa cattolica, a "Teologia di u corpu" è, soprattuttu, un esercitu di ghjovani testimoni autentichi attraversu e so Ghjurnata Mundiali di a Ghjuventù.

A prima apertura hè stata aperta, [St. Ghjuvanni] dice chì hà vistu un cavallu biancu, è un cavallu curunatu chì avia un arcu ... Hà mandatu u Spìritu Santu, chì e so parolle i predicatori mandavanu cum'è frecce per ghjunghje à l'omu core, chì puderanu superare l'incredulezza. —St. Victorinus, Cumentu nantu à l'Apocalisse, Ch. 6: 1-2

Eppuru, in questi "tempi di fine", ci hè una altra rivelazione notevale, strettamente ligata à a Misericordia Divina, chì ci s'imagine à l'imagine di San Ghjuvanni di stu cavaliere chì porta una corona (vede I Nota Divini). È questu hè u messagiu di u "rigalu di vive in a Voluntà Divina" -The "a corona è a cumplimità di tutte l'altre sanità" - impartitu da Ghjesù à a Serva di Diu Luisa Piccarreta. Cumu a Cummentariu di Bibbia di Navarra dice di questu cavaliere nantu à u cavallu biancu:

U culore biancu hè simbolicu di appartenenza à la sfera celeste è di avè vintu a vittoria cù l'aiutu di Diu. A corona ch ellu hè datu ... faria riferimentu à a vittoria di u bè nantu à u male; è l'arcu indica a cunnessione trà stu cavallu è l'altri trè: questi ultimi seranu, cum'ellu era, frecce scacciatu da una distanza per implementà i piani di Diu. -U Libru di l'Apocalisse, p. 70

In altre parolle, vince a vittoria di a Misericordia Divina da una longa stonda è sò ultimamente purtati à bon pattu attraversu i "dulori di travagliu" di i sigilli seguenti. E rivelazioni di Ghjesù à Luisa si riferenu ancu à u Rè è à a venuta di u so "Regnu di a Divina Volontà", chì regnerà "In terra cum'è hè in celu." Si riferisce spessu à a cunniscenza di a Voluntà Divina cum'è i "dardi" è "frecce" di Cristu, cum'è in questu bella appellu per u regnu da vene:

O Santa Voluntà, i vostri raghji luminosi alluntanu e frecce di a vostra cunniscenza! Revela à tutte e vostre brame di vene è ci fa felici - micca cun una felicità puramente umana, ma cun una divina - per dàci l'auto-maestria chì aviamu pussutu, ma chì avemu persi, è a luce interiore chì ci revela. a vera benedizzione chì ricevemu in pussede a vostra Voluntà, postu chì ci rende stabile è forte cun una forza divina è una stabilità, è u veru male chì vene da a rifiutà ... Dunque ti pregu di scrive per mezu di a mo manu tutta a cunniscenza chì avete m'hà rivelatu nantu à a vostra Voluntà Divina. Pò chì ogni parolla, spressione, effettu è cunniscenza chì ne derive, sia per quelli chì leghjenu, amando dardi e frecce chì, ferenduli, li ponu fà cascà à i vostri pedi per ti riceve cù e braccia aperte è permettenu di regnà in u so core . —Servante di Diu Luisa Piccaretta da L'appellu di a figliola

U vostru ghjocu hè di furmà amore frecce, dardi e ghiavellini è, cù questi, trapanu u so core, chì ti face rallegrà. —È Libru di Preghiera Divine, 24 Ore di a Passione, p. 325-326

Eppuru, per quelli chì ùn sò micca scurdati, i dardi di amore di Diu diventanu frecce di ghjustizia:

Sì un ùn si pinghje, Diu pette a so spada, corde è leghje l'arcu, prepara i so arbuli mortali, fa frecce trombi fulminanti. (Salmu 7: 13-14)

In quella luce, hè u Signore in capu di a Tempesta per via di a scumparsa di u Primu Sigillu, riclamendu "vittorie" per furmazione e Preparazione d'una rimanenza per passà à l'altra parte di a purificazione, cum'è Noè è a so famiglia.

Watch:

sente:

Siconda Sigella

Quandu hà apertu u secunimu sigillo, aghju intesu esaminà a seconda criatura viva: "Vai avanti". Hè surtitu un altru cavallu, un rossu. U so cavaliere hè stata data u putere di alluntanà a pace da a terra, in modu chì a ghjente si tumbassi l'un l'altru. È li hè stata data una spada enormi. (Rev 6: 3-4)

A Seconda Sigilla hè un avvenimentu o serie di manifestazioni chì, sicondu San Ghjuvanni, "Caccià a pace da a terra, per chì a ghjente si tumbassi l'altru." Fighjate l'avvenimenti di u 911 è ciò chì seguitanu. U papa Ghjuvanni Paulu II fortemente avvistatu chì l'America duveria micca ricurri à a guerra, cumu hà fattu a Cunferenza di u Vescovo di i Stati Uniti:

Cù a Santa Sede è i vescovi di u Mediu Oriente è di u mondu, tememu chì ricorre à a guerra, in circustanze attuali è à a luce di l'infurmazione publica attuale, ùn cumpiaria micca e cundizioni strette in l'insignamentu cattolicu per rimpiazzà a forte presunzione contra l'usu. di forza militare. —Stattu annantu à l'Iraq, u 13 di nuvembre 2002, USCCB

Quella guerra hè stimata avè uccisu più di un milione di persone.[1]per l'Affari di Ricerca di l'Opinione 2007 (ORB) log In u sbuffu di u dopu, i gruppi terroristi à Al Qaeda è eventualmente ISIS si sò alluntanati à u putere chì produce una infinita "guerra à u terrurismu". Chistu hà ancu generatu innumerevule morti in u mondu postu chì parechji paesi, in particulare in l'Oriente Medio, sò stati abbattuti in guerra, si sò multiplicate e cellule terroriste è attacchi, i cristiani sò stati cacciati fora di e so case è di a terra è chì e so chjese sò brusgiate, milioni di rifugiati anu inundatu. è destabilizzò e nazioni occidentali, mentre chì a libertà di basa hè sempre più violata in u nome di "sicurità". In altre parolle, affundò u mondu sanu in guerra:

Ciò chì m'hà scuntatu di pocu tempu - è pensu assai di questu - hè chì finu à oghje, in i scoli ammu chì amemu e duie guerre mundiale. Ma quellu chì avà hà sbulicatu, crede, devu ancu esse qualificatu cum'è una "guerra mundiale", perchè u so impattu tocca veramente u mondu sanu. —Cardinal Roger Etchegaray, u mandatu di POPE JOHN PAUL II in Iraq; Notizie cattoliche, u 24 di u Marzu di u 2003

A guerra hè una pazzia ... ancu oghje, dopu à u secondu fiascu di un'altra guerra mundiale, forse si pò parlà di una Terza Guerra, si hè luttatu à pezzi, cù crimini, massacri, distruzzioni ... L'umanità hà bisognu à pienghje, è questu hè u tempu di pienghje. —POPE FRANCIS, u 13 di settembre di u 2015; Bbc.com

[Nota di ghjusta: Se u Secunellu Sigillu hè una spada per piglià a pace da a terra, ùn si pò aiutà, ma riflette à l'urighjine di Covid-19, u "coronavirus". Mentri chì certi scientifichi in u RU affirmanu chì Covid-19 hè vinutu da urighjini naturali,[2]nature.com un novu documentu di L'Università Tecnologica di a Cina di u Sud di u Sud America dichjara chì "u coronavirus killer hè prubabilmente originatu da un laboratoriu in Wuhan."[3]U 16 di ferraghju 2020; dailymail.co.uk In principiu di ferraghju 2020, u duttore Francis Boyle, chì hà scrittu a "US Biological Arlas Act", hà datu una dichjarazione detallata ammettendu chì u 2019 Wuhan Coronavirus hè una Arma Biologica Offensiva è chì l'Organizazione Mondiale di a Salute (OMS) a sà avà.[4]zerohedge.com Un analista israelianu di guerra biulogica hà dettu u listessu.[5]U 26 di ghjennaghju di u 2020; washingtontimes.com U prufessore Luc Montagnier, vincitore di u Premiu Nobel 2008 per a Medicina è l'omu chì hà scupertu u virus di l'HIV in u 1983, affirma chì SARS-CoV-2 hè un virus manipulatu chì hè stata liberata accidentalmente da un laboratoriu in Wuhan, in Cina.[6]gilmorehealth.com Sia Covid-19 hè una bio-arma o hè naturale in origine, si pone una domanda valida: era stu virus liberatu da un laboratoriu cum'è un avvenimentu previstu per falla l'economia mundiale? E perchè l'aeroportu di Denver, Colorado, di tutti i posti (cunnisciutu per a so arte apocalittica), prisenta un suldatu cù una spada chì uccide a "colomba di pace" mentre i morti stavanu intornu à ellu - è ellu hè in una maschera di respiratore?]

Dittu chistu, secondu parechji veder, ci hè ancu una guerra à grande scala per vene. Questi avvenimenti precedenti, anche si anu "spallata" a spada, ponu esse solu precursori in una tutta a Terza Guerra Mundiale.

Watch:

sente:

Footnotes

Footnotes

1 per l'Affari di Ricerca di l'Opinione 2007 (ORB) log
2 nature.com
3 U 16 di ferraghju 2020; dailymail.co.uk
4 zerohedge.com
5 U 26 di ghjennaghju di u 2020; washingtontimes.com
6 gilmorehealth.com

U Terzu Sigillu

Quandu hà apertu u terzu sigillo, aghju intesu terza criatura vivente gridendu: "Avanzate." Aghju guardatu, è ci era un cavallu neru, è u so cavaliere tenia una scala in manu. Aghju intesu ciò chì pareva esse una voce in mezu à i quattru criaturi viventi. Diceva: "Una razione di granu custa una paga di un ghjornu, è trè razioni d'ordi costanu una paga di un ghjornu. Ma ùn dannu micca l'oliu d'oliva o u vinu ". (Rev 6: 5-6)

Moltu simplicemente, stu sigillo parla di l'iperinflazione da un colapsu di a valuta.

Watch:

sente:

U Quatru Sigillu

Quandu hà apertu u quartu sigillo, aghju intesu a voce di a quarta criatura viva gridendu: "Avanzate." Aghju guardatu, è ci era un cavallu verde pallidu. U so rider era chjamatu Morte, è Hades l'avè accumpagnatu. Eranu datu l'autorità annantu à un quartu di a terra, per tumbà cù una spada, a fami, è a pesta, è per mezu di e bestie di a terra. (Rev 6: 7-8)

lu rivoluzione glubale istituitu da a viulenza, u colapsu ecunomicu, è u caosu, porta à morti massivi da i "Spada, fami, è peste." Più di un virus, sia Ebola, Avian Flu, Black Pague, H1NI, Covid-19 o "superbugs" emergenti à a fine di questa era antibiotica, sò disposti à sparghje in u mondu postu chì a pandemia globale hè stata aspittata da qualchì tempu. U Papa Ghjuvanni Paulu II pare di anticipa questa ora in 2003:

Mi sò statu stunziatu personalmente da u sentimentu di teme chì spessu abita in u cori di i nostri cuntempuranei. Un terrurismu insidiosu capace di attaccà in ogni mumentu è in ogni locu; u prublema risoltu di u Mediu Oriente, cù a Terra Sacra è l'Iraq; u turmimentu chì sfronda l'America del Sud, in particulare l'Argentina, a Colombia è a Venezuela; i cunflitti chì impediscenu numerosi paesi africani di focalizà u so sviluppu; e malatie sparghje cuntagione è a morte; u prublemu seriu di a fami, sopratuttu in Africa [è avà i pomi!]; u cumpurtamentu irresponsibile chì cuntribuiscenu à a sdegnu di e risorse di u pianeta: tutti questi sò tanti pesti chì minaccianu a sopravvivenza di l'umanità, a pace di l'individui è a sicurità di e società. —Affissata à u Corp Diplomaticu, u 13 di ghjennaghju di u 2003; vatican.va

A fami hè u risultatu di un colapsu ecunomicu è di u colapsu di a catena di furnimentu alimentariu. Questu hè solu aggravatu da a "spada" - viulenza trà individui è nazioni - chì facilita a diffusione rapida di a malatia.

Watch:

sente:

A Quinta Foca

Quandu hà apertu u quintu sigillo, aghju vistu sottu à l'altare l'ànima di quelli chì eranu stati tumbati per causa di u tistimone di e quali purtavanu a parolla di Diu. Cridonu à alta voce: "Quantu sarà, santu è veru maestru, prima di pusà in ghjudiziu è di vendetta u nostru sangue nantu à l'abitanti di a terra?" Egnunu era datu una robba bianca, è ci anu dettu chì anu da esse pazienti un pocu più longu finu à u numeru era carricatu di i so culleghi è di i fratelli chì andavanu à esse tombu cum'è avianu statu. (Rev 6: 9-11)

San Ghjuvanni vede una visione di "anime chì eranu state macellate" gridendu per ghjustizia. Nutevuli, San Ghjuvanni conta dopu quelli chì sò "decapitati" per a so fede. Quale avaria pussutu pensà chì e decapitazioni in u 21u seculu saranu cumune, cume sò diventate in u Mediu Oriente è in u nordu di l'Africa? Parechji urganizazioni segnalanu chì, in stu mumentu, u Cristianesimu subisce a so più grande persecuzione mai in i nostri tempi, ancu arrivendu à livelli "genocidi". Ma datu i sigilli precedenti è una pianeta avà spinta in una vera scunfitta è Rivoluzione, a Quinta Foca parla di una persecuzione minora chì si rompe contr'à a Chjesa, in particulare u sacerdoziu. In un sognu, un prete americanu hè statu visitatu da Santa Thérèse de Lisieux in 2008. Ella disse:

Cum’è u mo paese [Francia], chì era a figliola maiò di a Chjesa, uccidìu i so preti è i so fideli, cusì a persecuzione di a Chjesa si farà in u vostru propiu paese. In pocu tempu, u cleru sarà in esiliu è ùn puderà micca entra in e chjese apertamente. Elli serveranu à i fedeli in lochi clandestini. I fedeli saranu privati ​​di u "baciu di Ghjesù" [Santa Cumunione]. I laici purtàranu à Ghjesù in l'absenza di i sacerdoti.

In ghjennaghju di u 2009, mentre diceva a messa, u prete poi sente auditivamente chì Santa Thérèse repite u so messagiu cù più urgenza:

In pocu tempu, ciò chì hè accadutu in u mo paese nativu, hà da piglià in voi. A persecuzione di a Chjesa hè imminente. Preparate.

Hè questu attaccu contru à u sacerdotatu, chì hè un attaccu contru à Cristu, chì "rompe" a Sesta Sigilla: a Attenti à a terra ...

Watch:

sente:

 

A Sesta Sella

Ci sò stati grandi avvenimenti "prima" è "dopu" in a storia biblica chì anu cambiatu u cursu di a vita umana in a Terra. U primu hè ghjuntu cù u vaghjimu, quandu u giardinu paradisicu di Eden s'hè andatu in un mondu di lotta è di vergogna. Dopu parechje generazioni, u diluviu hà lavatu u peccatu di a Terra, lassannu una sola famiglia ghjusta è coppia di animali per ripupulà a terra. Allora si hè accadutu u longu è aspettatu più grande di tutti l'avvenimenti, l'Incarnazione, cambiando marcatu u cursu di l'umanità. Diu diventò umanu per salvà u so pòpulu è, attraversu a so morte è a Risurrezzione, hà apertu i cancelli di u celu, dendu à tutti quelli chì l'anu sceltu un futuru ancu più glorioso ch'è l'Eden chì anu persu.

Oghje, un altru cambiamentu mumentu pò esse nantu à noi in un futuru vicinu, è a gran parte di a ghjente ùn sà nunda di questu. Questu avvenimentu hè statu datu assai tituli da santi è sante persone, cumpresa a Mamma di Diu. Hanu chjamatu l'Avertimentu, l'Illuminazione di a Cuscenza, l'Illuminazione di Tutti l'Animi, l'Illuminazione di Tutte e Cuscenze, a Seconda Pentecoste, a Nova Pentecoste, u Ghjudiziu Minore, u Pre-ghjudiziu misericordiosu, è u Gran Ghjornu di Luci.

Chì hè questu avvenimentu? Hè un mumentu di l'acqua in tempu quandu tutte e luci di u sole si stinghinu è un bughju bughju coprerà u mondu interu. Allora una luce brillante, simile à duie stelle in collisione, apparirà in u celu, lascendu daretu à ella un segnu di Ghjesù Cristu, trionfante in croce, visibile per tutti in a so gloria. Trà i buchi di e ferite in u so corpu scriveranu raghji luminosi, illuminendu a Terra - è à u stessu tempu, calcenu ogni alma, illuminendu a cuscenza di tutti. Tutti vederanu i so peccati passati è e cunsequenze di questi peccati, sì o micca crèdenu in l'esistenza di Diu.

A Avvertimentu serà u più grande attu di misericordia per l'umanità da quandu Ghjesù ghjunse à a Terra. Serà sia globalmente è intimamente persunale. Serà una correzione di cuscenza per un mondu sminticatu. (Presu da l'Introduzione di u libru: Avertimentu: Testimonii è Prufezii di l'Illuminazione di a Cuscenza.)

 

 

L'Avertenza

I primi cinque focelli portanu a Chjesa è u mondu à un puntu di preparazione è di anarchia. Per u più vicinu s'arrizza à l'ochju di un uraganu, u più feroce è viulente si facenu i venti, finu à chì unu ghjunghje u so culminante à u muru di l’ochju.

U Sisimu Sigillu:

Dopu aghju guardatu mentre ellu abrissi a sesta sigilla, è ci era un grande terrimotu; u sole si ne hè diventatu neru cum'è un saccu scuru è a luna sana diventa cum'è sangue. E stelle in u celu casconu nantu à a terra cum'è fichi inghjustu scuzzulati da l'arbre à un forte ventu. Dopu u celu era divisu cum’è un scorrimentu strittu chì si currava, è ogni muntagna è isula era mossa da u so locu. I rè di a terra, i nobuli, l'uffiziali militari, i ricchi, i putenti, è ogni schiavu è liberu s'amparavanu in grotte è trà e cinghie di a muntagna. Cridonu à e muntagne è à e rocce, "Fallate nantu à noi è ci nascenu di a faccia di quellu chì si mette nantu à u tronu è di l'ira di l'agnellu, perchè hè ghjuntu u gran ghjornu di a so còllera è chì pò resistiri. ? " (Rev 6: 12-17)

U Sisimu Sigillu hè rottu - un terrimotu mundiale, a Grande Scossa accade cum'è u celu hè sbuchjatu daretu, è u ghjudiziu di Diu hè percidiu in ànima di tutti, sia rè o generali, ricchi o poveri. Ciò chì vidìanu chì li fecenu gridà in muntagna è rocce?

Cascate nantu à noi è piattaci da a faccia di quellu chì hè pusatu nantu à u tronu, è da l'ira di l'Agnellu; perchè hè ghjuntu u grande ghjornu di a so ira, è quale pò stà davanti? (Rev 6: 15-17)

Se viaghjate unu capitulu, truverete a descrizzione di San Ghjuvanni di questu Agnellu:

Vidì un Agnellu chì si stava, cum’è s’era statu tombu… (Rev 5: 6)

Hè, hè Cristu crucifissu. Questa incredibile vista accumpagnata da una luce interiore farà chì l'abitanti di a terra si sentenu cullettivu cume seranu entrati in u so propiu ghjudiziu particulare (da quì u sensu di "ira"). É un avertimentu chì u mondu hè ghjuntu à u limitu di u ghjornu di u Signore.

Nanzu ch'e aghju ghjuntu cum'è Ghjudice Ghjustu, vene prima à vene cum'è u Rè di Misericordia. Prima chì u Ghjornu di a Ghjustizia sia ghjuntu, sarà datu à a ghjente un signu in u celu di stu tippu: Tutte e lumi in u celu si stingenu, è ci sarà una grande bughjura annantu à tutta a terra. Allora u segnu di a croce serà vistu in u celu, è da e aperture induve si chjavanu e mani è i pedi di u Salvadore sparisce grandi luci chì alluminaranu a terra per un periudu di tempu. Questu hà da piglià appena prima di l'ultimu ghjornu. —Jesus à Santa Faustina, Diariu di a Divina Misericordia, Diariu, n. 83

Quì averia da esse bè includendu a visione di l'Avvenimentu da u vechju americanu Jennifer à quale diceva Ghjesù "U mo figliolu, sì l'estensione di U mio messagiu di Misericordia Divina":

U celu si trova bughju è pare chì hè notte è u mo core mi dice chì hè qualchì volta à meziornu. Veju chì u celu si apre è possu sente longu, tracciati chjachjeri di u tronu. Quandu I sguardu, vecu Ghjesù chì sangrava annantu à a croce è a ghjente caduta à ghjinochju. Allora Cristu mi dice: "Vederanu a so ànima cum'è a vedo." Puderaghju vede e ferite cusì chjaramente à Ghjesù è poi Dice, "Veranu ogni ferita chì anu aghjustatu à U mio Sacru Corazzu." A sinistra, vecu a Beata Mamma chì pienghje è dopu Ghjesù mi parla di novu è dice: “Preparate, preparate avà per chì u mumentu avvicina. U mo figliolu, prega per e tanti ànimi chì periscenu per via di i so modi egoista è peccati. " Mentre mi fighjatu, vecu e gocce di sangue chì cascanu da Ghjesù è culpiscenu a terra. Veju milioni di persone da e nazioni da tutte e terre. Parechji parevanu cunfusi mentre fighjenu u celu versu u celu. Ghjesù dice: "Sò in cerca di luce perchè ùn devi esse micca un tempu di bughjura, ma hè u bughju di u peccatu chì copre sta terra è l'unica luce serà quella di u quale vene, perchè l'omu ùn si capisce micca u svegliu chì hè. intornu à esse datu à ellu. Questa serà a più grande purificazione da u principiu di a creazione ".

Altri profeti anu preditu di l'Avertimentu. Appena in u 1500, San Edmund Campion hà dichjaratu:

Aghju dichjaratu un bellu ghjornu ... induve u ghjudice terribile deve rivelà tutte e coscienze di l'omi è pruvà ogni omu di ogni tipu di religione. Questu hè u ghjornu di u cambiamentu, questu hè u Grande Ghjornu chì aghju minacciatu, cunfortu per u benessere, è terribile per tutti l'eretichi. —Colettetta Cumpletu di Prufessiunale di u Statu, Vol. I, p. 1063

E so parolle eranu riunite in ciò chì u Servitore di Diu Maria Esperanza averia dopu dichjaratu:

I cuscenzi di questi amati devi esse scuzzulati in modu violente da pudè "mette a so casa in ordine" ... Un grande momentu s'avvicina, un gran ghjornu di luce ... hè l'ora di decisione per l'umanità. -Anticristu è i Tempi Finali, Fr. Ghjiseppu Iannuzzi, P. 37

Hè u mumentu quandu parechji figlioli è figliole prodigali, videndu finu à i so ghjinochji in a "porcella di u peccatu", averà l'uppurtunità di vultà à a casa di u Babbu è passà per a "porta di a misericòrdia" prima di cumincià. vicinu. Diu u Babbu darà ancu à u peccadore u più duru a migliore opportunità pussibule di pentà di manera chì Li baci, arrubbeli i braccia intornu à elli in amore è i vestiti in dignità.

Per un pocu tempu dopu à l'Avvistà, Satana serà mantenutu à dà a manera chì a ghjente pò fà una scelta completamente libera, incarcata da a tentazione - una scelta per o contru à Diu. Hè una grazia merita per l'intercessione di a Beata Mamma chì, unitu a so propria patenza à Cristu, porta à a cumplessa a profezia di San Luca:

... sè tù stessu una spada piercerà per chì u pensamentu di parechji cori pò esse revelatu. (Luke 2: 35)

Santa Faustina Kowalska, è parechje altre anime, anu sperimentatu un'illuminazione cusì persunale di a so cuscenza - e persone chì si sò sbulicati di colpu à vede un riesce di vita è u statu di e so ànime contru à a so vuluntà (vede Avertimentu: Testimonii è Prufezii di l'Illuminazione di a Cuscenza). In u so Diariu, Santa Faustina hà scrittu:

Di colpu aghju vistu a cundizione cumpleta di a mo anima cum'è Diu u vede. Puderaghju chjaramente vede tuttu ciò chì piace à Diu. Ùn aghju micca sapendu chì ancu e più piccole transgressioni saranu esse cuntate. Chì mumentu! Quale pò discrivela? Per stà davanti à u Thrice-Santu-Diu! -Misericordia Divina in A mio Anima, Diari, n. 36

Comu tali, sta Illuminazione colectiva, universale, hè una occasione per l'anima individuale, subitamente immersi in a luce di a verità, sia di sceglie à Diu è di seguità a so vuluntà Divina - o di rifiutallu. Quì, subitu dopu à l'Avertimentu, u segnu finale hè rottu ...

Watch:

sente:

U settimu Sigelu

Cù a scuperta di a Sesta Voca è l'Illuminazione universale di a Cuscenza, l'omu serà ghjuntu à l'ochju di a Tempesta: una pausa in u caosu; un cessamentu di i venti distruttivi, è un inundatu di luce divina in mezzu di una grande bughjura. Di a settima sigilla, San Ghjuvanni scrive:

Quandu rompeu a settima sigella, ci era silenziu in u celu per circa meza ora. (Rev 8: 1)

Hè l'ora di decisione. Sicondu i mistichi, Diu hà da cuncede una Ripristina - alcuni mistichi dicenu solu simani- quandu u diavulu serà stintu o "cecu", è a ghjente averà libertà cumpleta per sceglie o rifiutà Diu.

Per superà l'effetti tremendi di generazioni di peccatu, deve mandà u putere di attraversà è trasfurmà u mondu. Ma questa crescita di potenza sarà scomoda, ancu dolore per alcuni. Questu pruvucarà u cuntrastu trà a bughjura è a luce per diventà ancu più grande. -Dieu u Babbu presumibule à Barbara Rose Centilli, u 16 di ferraghju di u 1998, U Miraculu di l'illuminazione di a cuscenza di u duttore Thomas W. Petrisko, p. 53

Sicondu misticu è esorcistu, Fr. Michel Rodgrigue, issa grazia hà da resultà in un tempu putente di guariscenza è di liberazione:

Dopu à l'illuminazione di a Cuscenza, un altru rigalu senza paragone serà cuncessu à l'umanità: un periodu di pentimentu chì dura duie sei settimane è mezzo, quandu u diavulu ùn averà micca u putere di agisce. Questu significa chì ognunu averà a so vuluntà completa per piglià una decisione à u contru di u Signore. U diavulu ùn uniscerà a vuluntà di una persona è luttà contru à ella o à ella. U Signore calmarà a passione di tutti è calmà i so desideri. Guariscerà tutti da a distorsione di i so sensi, cusì dopu à questa Pentecoste, tutti sentiranu chì i so corpi in armunia cun ellu.

Stu "rigalu senza pari", sicondu i rivelazioni appruvati à Elizabeth Kindelmann, hè a "Fiamma di l'Amore" di u Cuore Immaculatu di Nostra Signora.

U Signore Ghjesù ... m'hà parlatu à longu di u tempu di grazia è di u Spìritu d'Amore abbastanza cumparatu à a prima Pentecoste, inundendu a terra cù u so putere. Questu serà u grande miraculu chì atraia l'attenzione di tutta l'umanità. Tuttu ciò chì hè l'effusione di l'effettu di grazia di a Fiamma d'amore di a Beata Vergine. A terra hè stata coperta in bughjura per via di a mancanza di fede in l'ànima di l'umanità è dunque sperimenterà una grande scossa. In seguitu, a ghjente creerà ... "nunda ùn hè accadutu da quandu a Parola hè diventata Carne." —Elizabeth Kindelmann, A Fiamma di l'Amore di u Coraculu Immaculatu di Maria: u Diariu Spirituale (Edizione Kindle, Loc. 2898-2899); appruvata in u 2009 da u Cardinale Péter Erdö Cardinale, Primatu è Arcivescu. Nota: u Papa Francescu hà datu a so Bederenza Apostolica annantu à a Fiamma di l'Amore di u Movimentu u Cori Immaculatu di Maria u 19 di ghjugnu 2013

Hè una luce chì blinderà Satana:

A luce suave di a mo Flama di Amore allumerà u focu annantu à tutta a superficia di a terra, umiliante Satana chì a rende impotente, completamente disattivata. Ùn cuntribuisce micca à allungà u dulore di u parto. —Nostra Signora à Elizabeth Kindelmann, Ibidem, p. 177

Stu "esorcismu di u dragone" hè ciò chì a Chjesa stava pricava dapoi chì u papa Leone XIII hà cumpusutu a so preghiera à San Michele Arcangelo, chì hè sempre recitatu dopu a messa in pochi posti. Videmu questa scena in Apocalisse 12 cum'è Satana attacca a Donna vestita à u sole chì travaglia per stu nasciu di u so Figliolu in l'anime:

Sbruttò a guerra in u celu; Michele è i so anghjuli si battianu contru u dragu. U dragone è i so anghjuli si battianu, ma ùn prevalevanu è ùn esiste più locu per elli in celu. U grande dragone, l'anticu serpente, chì hè chjamatu u Diavulu è Satana, chì hà ingannatu u mondu sanu, hè statu ghjittatu à a terra, è i so anghjuli sò stati lampati cun ella. (Rev 12: 7-9)

"Celu" quì pò esse capitu cum'è u "duminiu spirituale" nantu à a terra (cum'è in i celi) ma in particulare a Chjesa. Cumu scrive San Gregoriu:

U celu hè a Chjesa, chì in a notte di sta vita attuale, mentre pussede in ella innumerevule virtù di i santi, brilla cum'è a radiante stelle celeste; ma a cuda di u dragone balai e stelle sinu à a terra (Apv. 12: 4) .... E stelle chì cadenu da u celu sò quelli chì anu persu a speranza in cose celestiche è covet, sottu a guida di u diavulu, a sfera di gloria terrestre. -Moralia, 32, 13; A Bibbia di Navarra; vede ancu Quandu e Stelle Fallu da Mark Mallett

Dunque, questa hè una purificazione è "esorcismu" di Satana principalmente da a Chiesa. Questa scontra spirituale si svolge pocu prima di l'ascensu di l'Anticristu. Porta a una fruizione particulare u Trionfu di u Cuore Immaculatu cumu stabilisce, in un primu tempu, u regnu di u Regnu di a Vole Divina nella u cori di i fideli.

U Spìritu Santu vene à stabilisce u regnu gluriosu di Cristu è sarà un regnu di grazia, di santità, d'amore, di ghjustizia è di pace. Cù u so amore divinu, Aprirà e porte di i cori è illuminerà tutte e cuscenze. Ogni persona si vede in u focu ardente di a verità divina. Serà cum'è un ghjudiziu in miniatura. E allura Ghjesù Cristu hà da purtà u so regnu gluriosu in u mondu. —Fr. Stefano Gobbi, À i Sacerdoti, i Figlius Amati di A nostra Signora, U 22 di maghju di u 1988 (cun Imprimatur)

Quì, San Ghjuvanni scrive chì i fedeli esclamanu:

Avà veni a salvezza è u putere, è u regnu di u nostru Diu è l'autorità di a so Ingiusa. Per l'accusatore di i nostri fratelli hè cacciatu, chì l'accusa davanti à u nostru Diu ghjornu è notte. Li cunquistonu per u sangue di l'Agnellu è per a parolla di a so testimunianza; l'amore per a vita ùn li hà micca impeditu da a morte. Dunque, rallegra, tu celi, è voi chì site in elli. Ma guai à voi, a terra è u mare, perchè u Diavulu hè ghjuntu à voi in grande furia, perchè ellu sà ch'ellu hà pocu tempu. (Rev 12: 10-12)

In altri palori, Ripristina hè corta; l'Ochju di a Tempesta passa è l'ultima mità di a Grande Tempesta vene rapidamente.

Allora aghju vistu un altru anghjulu ascendendu da u risalimentu di u sole, cù u segellu di u Diu vivu, è hà chjamatu cù voce alta à i quattru anghjuli chì avianu datu u putere di dannighjà a terra è u mare: "Ùn dannu micca a terra nè u mare nè l'arburi finu à chì no mettimu u sigillo fronte di i servitori di u nostru Diu. " (Revelazione 7: 2)

L'ànghjulu ascende da "l'ascensione di u sole", una bibbia prefissendu chì l'ora di l'alba di u ghjornu di u Signore hè ghjuntu, risuscendendu cum'è a "stella matinale" in i cori di i fedeli. Sicondu Fr. Michel, i primi dui settimane è mezzo dopu l'Avvertimentu, in particulare, serà summamente impurtante perchè u diavulu ùn vultarà micca in quellu momentu, ma abitudini di a ghjente, è saranu poi più difficili di cunvertisce. Tutti quelli chì anu ricevutu u desideriu di u Signore, u sensu chì anu bisognu di a so salvezza, seranu marcati nantu à a so fruntura cù una croce luminosa (invisibile à l'ochju umanu) da u so ànghjulu guardianu. " [1]From L'Avertenza, p. 283 Hè per quessa chì a Nostra Signora hà pregatu i restanti fideli per preparà per questu tempu da e so preghiere è u digiunu per chì puderanu esse "apostuli d'amore" in questa ora mumentu, accugliendu i prodigali di ritornu in i fretti di Diu.

Ma prima chì l'ochju di a Tempesta chjappu di novu, Diu hà da fà un "ultimu sforzu" per cunvince l'unicu stampante prima chì a Porta di a Ghjustizia si apre ... hè un signu visibile chì Diu esiste.

I Miraculi

Hè stata profetizata chì qualchì volta dopu l'Avertimentu, grandi miraculi, probabbilmente assai simili di natura, apparceranu in trè siti di apparizione mariani, forse più. Quelli chì ci sò revelati almenu saranu in Garabandal, Spagna; Medjugorje, Bosnia-Herzegovina; è in Città di Messicu in a tilma di Nostra Signora di Guadalupe.

In Garabandal:

Parechji dettagli sò stati datu à i visiunarii di Garabandal in quantu à a natura esatta di u miraculu allora. Dicenu chì veneghju direttamente da Diu è ùn lascia micca dubbiu di a so natura divina. Apparsu induve l'apparizione di a Nostra Signora hà cuminciatu, à "i pini", è esse visibile per tutti in u paesi di Garabandal è di e muntagne circundante. U miraculu puderà esse televizatu, fotografiatu, è toccu, ma micca sentitu. In a so presenza, i malati seranu curati, l'incredulile crèdenu, è parechji peccatori saranu cunvertiti. Sarà da ghjovi à a 8:30 (à u fuso orariu di a Spagna) à u ghjornu di a Festa di un ghjovanu martiri maschile di l'Eucaristia chì ùn hè micca spagnolu, entre l'8 è u 16 di i mesi di marzu, d'aprile o di maghju. , à mezu à un annu di l'Avvertimentu, è coincide cun un grande è raru avvenimentu in a Chjesa. U visiunariu, Conchita, revelarà a nutizia di u segnu à u mondu ottu ghjorni in avanzu di a so apparizione, è starà mantenutu finu à a fine di u tempu.

In Città di Messico:

In un missaghju di u 25 di settembre di u 2017, Ghjesù hà dettu à u visionario Luz de Maria de Bonilla: "Pregate, figlioli mei, pregate per u Messicu, terra di Mamma, induve hè viva è palpitante, induve à i so pedi, omi di a pace è a bona vuluntà devenu cresce. A mo Mamma, in l'invucazione di Guadalupe, hè a Donna vestita di sole. Hè a Mamma di sti ultimi ghjorni. Contene u balsaminu per a culminazione di a purificazione di l'umanità. A tilma, nantu à a quale si ritruverà a mo Mamma, serà un segnu per l'umanità, cù una grande manifestazione chì u mo populu ùn aspetta micca è chì sorprenderà l'umanità sana. Serà visibile da tutti è corroboratu da a scienza.

In Medjugorje:

U terzu sicretu di Medjugorje (di dece segreti da esse rivelati) serà un segnu permanente, bello è indestructibile, è tutti quelli chì venenu à Medjugorje u puderanu vìdelu à Apparition Hill, induve a nostra Signora si apparse prima. A Nostra Signora hà dettu di u miraculu: "Spurtate e convertite voi stessi. Quandu u segnu prumessu nantu à u collinu serà datu, serà troppu tardu. " Un'altra volta, ella disse ancu: "E ancu dopu avè lasciatu stu segnu nantu à a collina, chì aghju prumessu à voi, assai ùn anu micca da crede. Veneranu à a collina, s'inchinuranu, ma ùn credi micca. " (Missaghju di Medjugorje di u 19 lugliu 1981) Dopu u segnu permanente, ci sarà pocu tempu per a cunversione. U visionario Medjugorje, Vicka, chì hè statu dimustratu u segnu in una visione, hà dettu in una intervista cù Padre Livio u 2 di ghjennaghju di u 2008 à Radio Maria: "Ci hè datu, soprattuttu, per quelli chì si trovanu sempre luntani da Diu. A Madonna vole à dà à queste persone chì vanu à vede u signu una chance di crede in Diu. "

Dopu à u Miraculi, a luce cumencia à fade, l'Ochju di a Tempesta passa, è i venti cumincianu à lampassi viulente di novu, à u primu tempu, spiritualmenti in un potente ingannu chì riunarà quelli chì anu rifiutatu a grazia di l'Illuminazione in u Regnu di a bughjura, di l'Anticristu:

... quellu chì vene da u putere di Satana in ogni attu potente è in segni fingiti è meraviglie, è in ogni ingannu male per quelli chì periscenu perchè ùn anu micca accettatu l'amore di a verità per chì ponu esse salvati. Dunque, Diu li manda à elli un putere ingannore per forse cridà a minzogna, chì tutti quelli chì ùn anu micca cridutu a verità ma chì anu appruvatu i sbagli ponu esse cundannati. (2 Tess 2: 9-11)

Watch:

sente:


Footnotes

Footnotes

1 From L'Avertenza, p. 283

E Porte Divine

In a Divina Liturgia di i riti Orientali, ci hè un momentu chì u diacone urle: "E porte, porte! In Saggezza, siamu attenti!" In tempi antichi, quelli chì ùn eranu micca battezzati eranu fatti per lascià u santariu, è e porte di a chjesa eranu chjuse è chjuse. U Credu è l'Eucaristia à seguità tramindui riprisentatu a Cumunione è a cummunione di l'umanità restaurata.[1]cfr. "In Wisdom Be Attentive" di Henry Karlson, u 18 di ghjugnu 2009

Questu hè un simbulu putente di e porte divine chì passanu sopra l'ochju di a Tempesta ...

A Porta di Misericordia

A nostra Cronologia principia cù u "tempu di misericordia" chì Ghjesù hà annunziatu à Santa Faustina:

Nanzu d'andà cum'è Ghjudice Ghjustu, apri prima a porta di a Mi misericordia. Quellu chì ricusa di passà per a porta di a Misericordia, deve passà per a porta di a mo ghjustizia ... Prolungheghju u tempu di misericordia per i [peccatori]. -Misericordia Divina in A mio Anima, Diari, Ghjesù à Santa Faustina, n. 1146

Sta apertura di a "porta di a misericordia" prima di rompe i sigilli hè vista in a Revelazione di San Ghjuvanni quandu hè purtatu à u Celu attraversu un porta aperta:

Dopu aghju avutu una visione di una porta aperta à u celu, è aghju intesu dì a voce di tromba chì mi avia parlatu prima, dicendu: "Venite quì è vi mustrarà ciò chì deve succede dopu." (Rev 4: 1)

Hè a Porta di a Misericordia, perchè dentro di ella vede San Ghjuvanni "Un agnellu chì pareva esse statu tombu" (Rev 5: 6). Hè, Ghjesù Cristu hà risuscitatu, ma purtendu e so ferite sacre—issu Agnellu chì si manifistarà in a Sesta Sella quandu ...

... ogni ochju u verà, ancu quelli chì l'anu perforatu. Tutti i pòpuli di a terra a lamentanu. (Rev 1: 7)

"Da i feriti in e mani di Ghjesù, i so pedi è u latu, i raghji luminosi d'amore è di misericordia caduranu annantu à tutta a Terra, è tuttu si ferà", dice misticu Fr. Michel Rodrigue . "I raghji brillanti da e ferite di Ghjesù trapiraranu ogni core, cum'è lingue di focu, è ci videremu cum'è in un specchiu davanti à noi". Quellu chì causa u "lamentu", Ghjesù hà revelatu à u videntu Jennifer , ùn hè micca a vista di e so ferite, "hè a prufundità di l'ànima sapendu chì li hà postu. Ùn hè micca a vista di i mio feriti sanguinanti chì causa i so suffrenze; ​​sapendu chì u rejetu di l'omu da mè hà causatu e mio ferite sanguinate." [2]vidi Jennifer - Visione di l'Attinzione

Mentri Diu "a misericordia dura per sempre" (Ps 107: 1), u "tempu" di misericordia ùn hà micca. Questa Avvertimentu hè u rigalu finale di Diu à l'umanità davanti à ellu, u Creatore di l'universu, eserciteghja u so dirittu divinu per portà u pianu di salvezza à a realizazione è a so creazione à u scopu per u quale hè statu purtatu - è per ghjudicà quelli chì s'opponenu à questu.

Ma ùn ignurate questu fattu, amatu, chì cù u Signore un ghjornu hè cum'è mille anni è mille anni cum'è un ghjornu. U Signore ùn demora micca a so prumessa, cume alcuni guardanu "ritardu", ma hè paziente cun voi, ùn vole micca chì qualcunu sia perisce ma chì tutti duveranu vene à u pentimentu. Ma u ghjornu di u Signore vene cum'è un latru ... (2 Peter 2: 8-10)

Ciò chì vene "cum'è un latru" hè l'Avvertimentu. Annuncia l'arrivata di u "ghjornu di u Signore". San Ghjuvanni arregistra u lamentu chì rieghja in u mondu:

Cridonu à e muntagne è à e rocce, "Fallate nantu à noi è ci nascenu di a faccia di quellu chì si mette nantu à u tronu è di l'ira di l'agnellu, perchè hè ghjuntu u gran ghjornu di a so còllera è chì pò resistiri. ? " (Rev 6: 16-17)

Cù quessa, a Porta di a Ghjustizia si apre ... è a Porta di a Misericordia si apre. Secondu Fr. Michel Rodrigue , l'umanità serà data solu simani prima chì l'Ochju di a Tempesta passi. "Hè l'ora di decisione per l'umanità", hà dichjaratu u Servitore di Diu Maria Esperanza.[3]Anticristu è i Tempi Finali, Rev. Joseph Iannuzzi, p. 37 Hè u "Gran Ghjornu", hà dettu San Edmund Campion ...

... induve u terribile Ghjudice deve revelà tutte e cuscenze di l'omi è prova di ogni omu di ogni religione. Questu hè u ghjornu di cambiamentu, questu hè u Grande Ghjornu chì aghju minacciatu, cunfortu à u benessere, è terribbli à tutti l'eretici.  -A Cullezzione Completa di Prova di u Statu Cobett..., Vol. I, p. 1063.

Previsione di sta "apertura larga" di a Porta di Misericordia chì hè "più spaziosa à a fine di un millenniu", è a prifiruta chì ci vole esse fattu per passà o micca, era a solemnità di Ghjubileu di San Ghjuvanni II. Hà impintu i porti massivi di San Petru, puntendu profeticamente à "a putenza di a vita è di a speranza per u terzu Millenniu":

Ci hè un solu modu chì apre u largu l'entrata in a vita di cummunione cun Diu: questu hè Ghjesù, u modu unicu è assolutu di salvezza. A ellu solu si ponu applicà e parolle di u Salmista in piena verità: "Questa hè a porta di u Signore induve u ghjustu pò entra" (Salme 118: 20). -Mysterium incarnationus, Bull of Indiction of the Great Jubilee di l'annu 2000, n. 8

D’altronde, San Ghjuvanni Paulu passava per e porte nant'à a vigilia di Natale, u notte chì Cristu hè natu.

Per voi stessi sapete bè chì u ghjornu di u Signore vene cum'è un latru a notte. (1 Thessaloniani 5: 2)

Quelli chì anu preparatu per l'Avertimentu, cum'è a sàviu e vèrgini (è quelli chì si pentanu è tornanu à a Casa di u Babbu), riceveranu u Regalu di a Fiamma di l'Amore, "chì hè Ghjesù Cristu stessu." [4]Ghjesù à Elizabeth Kindelmann, A Fiamma di l'Amore, p. 38; da u ghjurnale di Elizabeth Kindelmann; 1962; Stampatore L'arcivescu Charles Chaput In quantu à i resti chì restanu inghjustu, "Quellu chì ricusa di passà per a porta di a misericordia deve passà per a porta di a mo ghjustizia ".

U Limitu di a Speranza

Avà, si pò vede perchè e parole chì avemu iniziatu sò cusì impurtanti: "Sapienza, siate attenti!" Siamu attenti à i "segni di i tempi"! Semu attenti à u statu di a nostra ànima! Siamu attenti à e parolle di profezia chì si manifestanu davanti à i nostri ochji! Siamu cum'è e virgine sàviu è appruntà.[5]vidi A nostra Signora: Preparate - Part I In Sapienza, femu attenti!

In e rivelazioni à u Servitore di Diu Luisa Piccarreta , Ghjesù hà dettu chì, per preparà à u Regnu di a Volontà Divina, unu deve esse "Siate fideli è attenti". [6]Vol. U 15, 13 ferraghju 1923 Siccomu quelli chì "battificanu" ùn ponu stà in u santuariu per u restu di a Divina Liturgia, cusì ancu quelli chì rifiutanu a Misericordia di Cristu ùn si ponu entre in u regnu eucaristicu è "a cummunione di restaurò l'umanità"chì hà da vene in l'era di a pace.

Dopu a porta era chjusa. Dopu, l'altri vèrgini [senza sapienti] sò ghjunti è anu dettu: "Signore, Signore, apre a porta per noi!" Ma ellu disse in risponde: "Amen, ti dicu, ùn ti cunnoscu". (Matt 25: 11-12)

Enfasi nantu à a porta hè di ricurdà a rispunsabilità di ogni credente per attraversà u so limitu. Passà per quella porta significa confessà chì Ghjesù Cristu hè Signore; hè di rinfurzà a fede in ellu per campà a nova vita chì ci hà datu. Hè una decisione chì presume a libertà di sceglie è ancu u coraghju di lascià qualcosa in daretu, in a sapienza chì ciò chì hè guadagnatu hè a vita divina (cfr. Mt 13: 44-46). —POPE ST. Giuvanni Paulu II, Mysterium incarnationus, Bull of Indiction of the Great Jubilee di l'annu 2000, n. 8

Leggi E Porte di Santa Faustina di Mark Mallett à "A Now Word".

 

Footnotes

Footnotes

1 cfr. "In Wisdom Be Attentive" di Henry Karlson, u 18 di ghjugnu 2009
2 vidi Jennifer - Visione di l'Attinzione
3 Anticristu è i Tempi Finali, Rev. Joseph Iannuzzi, p. 37
4 Ghjesù à Elizabeth Kindelmann, A Fiamma di l'Amore, p. 38; da u ghjurnale di Elizabeth Kindelmann; 1962; Stampatore L'arcivescu Charles Chaput
5 vidi A nostra Signora: Preparate - Part I
6 Vol. U 15, 13 ferraghju 1923

U ghjornu di u Signore

Aghju vistu u Signore Ghjesù, cum'è un rè in grande maestà, fighjendu a nostra terra cun grande severità; ma per via di a so intercessione di a Mamma, Hà prolongatu u tempu di a so misericòrdia ... Ùn vogliu micca punisce u fermu à l'umanità, ma vogliu guariscila, pressendu à u mio Cori Misericordiosu. Emu punitu quandu elli stanu mi forzanu à fà cusì; A mo manu hè riputata di piglià a spada di a ghjustizia. Nanzu à u ghjornu di a Ghjustizia, mandu u ghjornu di a Misericordia ... Prolungheghju u tempu di misericordia per i [peccatori]. Ma male à elli se ùn ricunnoscenu micca questu tempu di a mo visita ... —Jesus à Santa Faustina, Misericordia Divina in A mio Anima, Diari, n. 126I, 1588, 1160

S'avvicina u ghjornu di u Signore. Tutti duverebbe esse preparatu. Preparatevi in ​​corpu, mente è anima. Purificate ti. —Dieu u Babbu à Barbara Rose Centill, U Miraculu di l'illuminazione di a cuscenza da u duttore Thomas W. Petrisko, p. 53, 16 ferraghju 1998

 

Finisce u tempu di Misericordia, A Porta di a Ghjustizia si apre

S'è avà statu campatu in un "tempu di misericordia", implica chì questu "tempu" hà da vene à a fine. Se vivemu in un "ghjornu di Misericordia", allora averà a so vigilia nanzu à l'alba di u "Ghjornu di a Ghjustizia". U fattu chì tante in a Chiesa volenu ignurà stu aspettu di u messagiu di Cristu attraversu Santa Faustina hè un disservice à miliardi d'animi (vede Pudete Ignorà Revelazione Privata?).

Cume a missa di a vigilia di u sabbatu sera precede a dumenica - u "ghjornu di u Signore" - ancu, i fatti suggerenu fermamente chì siamu entrati in a vigilia serale di u ghjornu di a Misericordia, l'ultimu crepusculu di questa era. Cumu vedemu a notte di ingannazione diffusa in tutta a terra è l'opere di a bughjura si multiplicanu: abortu, genocidiu, decapitazioni, tirotei di massa, bombardamenti terroristi, pornografia, cumerciu umanu, anelli di sessu di i zitelli, ideologia di genere, malatie di trasmissione sessuale, armi di massa distruzione, tirania tecnologica, abusu clericale, abusi liturgici, capitalismo senza limiti, il "ritorno" del comunismo, a morte di libertà di parola, persecuzioni brutali, Jihad, escalando i tassi di suicidio, pandemia è a distruzzione di a natura è di u pianeta ... ùn? hè chjaru chì noi, micca Diu, chì creemu un pianeta di duluri?

A quistione di u Signore: "Chì avete fattu?", Chì Cain ùn pò scappà, hè indirizzatu ancu à e persone d'oghje, per falla realizà l'estensità è a gravità di l'attacchi contra a vita chì continuanu à marcà a storia umana ... Quellu chì attaccà a vita umana ... , in qualchì manera attaccà Diu stessu. —POPE ST. Giuvanni Paulu II, Evangelium Vitae; n. 10

Hè una notte di a nostra propria fabricazione. Eppuru, appena u "dolore à u travagliu" hè guidatu da u "cavalieru nantu à un cavallu biancu", cusì, a culminazione di l'avvenimenti hè finita da un Rider nantu à un Cavallu Ghjesù, Cristu, Re di Tutte e Nazioni.

Oghje, tuttu hè scuru, difficiule, ma qualunque sia e difficultà chì andemu, ci hè solu una persona chì pò ghjunghje à a nostra salvezza. —Cardinal Robert Sarah, intervista cù Valeurs Actuelles, u 27 di marzu di u 2019; citatu in Intra u Vaticanu, Aprile 2019, p. 11

Determinatu hè u ghjornu di a ghjustizia, u ghjornu di a còllera divina. L'anghjuli tremulu davanti à ella. Parlate à l'anime nantu à sta grande misericòrdia mentre hè sempre u tempu per [cuncede] misericordia.  -Mama di Diu à Santa Faustina, Misericordia Divina in A mio Anima, Diari, n. 635

Ma ancu a ghjustizia di Diu hè misericordia, perchè hè precisamente questu "scossa" presente chì hè necessariu di chjamà i figlioli "prodigi" è di sta generazione di ritornu à Diu, prima di a purificazione di u mondu. Dunque, Ghjesù hà dettu cun urgenza à Santa Faustina:

Parlà à u mondu nantu à A mo misericordia; lasciate chì l'umanità ricunnosce a Mi misericordia misericordia. Hè un signu per i tempi fini; dopu vene u ghjornu di a Ghjustizia. —Ibid., N. 848

 

U ghjornu di u Signore

In u cuntestu di i "tempi fini", u ghjornu di a Ghjustizia hè u listessu chè ciò chì a Tradizione chjama "u ghjornu di u Signore". Hè capitu cum'è u "ghjornu" quandu Ghjesù vene à "ghjudicà i vivi è i morti", cum'è recitemu in u nostru Credu. Mentre i Cristiani Evangelici parlanu di questu cum'è un vinticinque ghjornu - literalmente, l'ultimu ghjornu nantu à a terra - i primi Padri di a Chjesa insegnavanu qualcosa completamente diversu basatu nantu à a tradizione orale è scritta.

Eccu, u ghjornu di u Signore sarà mille anni. —Letta di Barnaba; I Babbi di a Chjesa, Ch. 15

E torna,

... stu ghjornu nostru, chì hè delimitatu da u risuscitamentu è u tramontu di u sole, hè una ripresentazione di quellu bellu ghjornu à chì u circuitu di mille anni affissà i so limiti. —Lactantius, Babbi di a Chjesa: L'Istituti Divini, Libru VII, Capitulu 14, Enciclopedia Cattolica; newadvent.org

I "mille anni" chì si rifiriscenu hè in u Capitulu 20 di u Libru di l'Apocalissi è ancu parlatu da San Petru in u so discursu in u ghjornu di ghjudiziu:

... cun u Signore un ghjornu hè cum'è mille anni è mille anni cum'è un ghjornu (2 Pet 3: 8)

In sostanza, i "mille anni" simbolizeghjanu un "periodu di pace" allargatu o ciò chì i Fathers di a Chjesa chjamavanu "riposu sabbatu". Hanu vistu i primi quattru mila anni di storia umana prima di Cristu, è dopu i dui mila anni dopu, purtendu finu à l'oghje, in parallelu à i "sei ghjorni" di creazione. U settimu ghjornu, Diu hà riposatu. Dunque, basendu annantu à l'analogia di San Petru, i Fatri anu vistu ...

... cume s'ellu fussi una cosa bona chì i santi avissenu dunque godere di una specie di riposu in Sabbath durante quellu periodu, un santu liberu dopu à u travagliu di sei mila anni da quandu l'omu hè statu creatu ... (è) ci duverebbe seguità l'osservazione di sei mila anni, à sei ghjorni, una spezia di Sabatu di settimu ghjornu in i mille anni successivi ... È questa opinione ùn seria inghjugabile, se si creda chì e gioie di i santi, in quellu Sabatu, saranu spirituali, è cunsequente. annantu à a prisenza di Diu ... —St. Agostinu di Ippona (354-430 AD; Dottore di a Chjesa), De Civitate Dei, Bk. XX, Ch. 7, Cattolica Università di America Press

È questu hè precisamente ciò chì Diu hà guardatu per a Chjesa: un rigalu "spirituale" risultatu da una nova salita di u Spìritu per "rinnuvà a faccia di a terra". Hè u "rigalu di Vive in a Voluntà Divina". Tuttavia, stu restu serà impussibule à menu chì u mondu sia prima purificatu. Cum'è Ghjesù hà trasmessu à a Serva di Diu Luisa Piccarreta:

... i castaggi sò necessarii; questu sirvarà per priparà a terra in modu chì u Regnu di a Fiat Suprema [a Voluntà Divina] pò esse furmatu à mezu à a famiglia umana. Dunque, parechje vite, chì saranu un ostaculu per u trionfu di u mo Regnu, sparisceranu di a faccia di a terra ... —Diara, u 12 di settembre di u 1926; A Curona di a Santità Nantu à a Rivelazioni di Ghjesù à Luisa Piccarreta, Daniel O'Connor, p. 459

Prima, Cristu duverà vene per finisce u misgicu sistema glubale di cuntrollu è di guvernu chì curretta in tuttu u mondu in u so putere (vede U Gran Corralling). Stu sistema hè ciò chì San Ghjuvanni hà chjamatu "a bestia". Cum'è a Nostra Signora, a "donna vestita in u sole è coronata cù dodici stelle" hè una personificazione di a Chiesa, a "bestia" hà da truvà a so personificazione in u "figliolu di a perdizione" o in "Anticristu". Hè questu "novu ordine mundiale" è "un legale" chì Cristu deve distrughje per inaugurà una "era di pace".

A bestia chì s'arrivela hè l'epitomu di u male è di a falsità, per chì a forza completa d'apostasia chì incarna pò esse ghjunta in u fornu ardente.  —St. Ireneu di Lione, Babbu di a Chjesa (140–202 AD); Avversu Haereses, 5, 29

Se u ghjornu di u Signore cumencia in a vigilia di a bughjura, questa distruzzione di Antichrist inaugura l'alba di u "settimu ghjornu" (da esse seguitata da u "ottu" è l'eternu ghjornu, chì hè a fine di u mondu).

... U so Figliolu vene è distruggierà u tempu di l'impiegatu è ghjudicà l'unuosimu, è cambierà u sole è a luna è e stelle, allora verrà riposatu u settimu ghjornu ... dopu averà riposatu à tutte e cose, faraghju u principiu di l'ottimu ghjornu, vale à dì u principiu di un altru mondu. -Lettera di Bernabé (70-79 d.C.), scritta da un Babbu Apostolicu di u Seculu Seculu

Cunniscemu allora ciò chì a presenza di Nostra Signora è a chjama di i so "vigilanti" custituiscenu:

Cari ghjovani, tocca à voi à esse i guardiani di a matina chì annunzianu a venuta di u sole chì hè u Cristu Risortu! —PAPA GIOVANNI PAULU II, Missaghju di u Santu Babbu à a Ghjuventù di u Mondu, XVII Ghjurnata Mundiale di a Ghjuventù, n. 3; (cf. Is 21: 11-12)

Hè a prerogativa di Maria per esse a Stella di a Ghjurnata, chì annunzia in u sole ... Quandu ella appare in a bughjura, sapemu chì Ellu hè vicinu. Hè Alfa è Omega, u Primu è l'ultimu, u Principiu è a Fin. Eccu chì vene prestu, è a so ricumpenza hè cun ellu, per rende à tutti secondu e so opere. "Di sicuru vinni rapidamente. Amen. Venite, Signore Ghjesù. " —St. U Cardinale John Henry Newman, Lettera à u Rev. EB Pusey; "Difficultà di l'Anglicani", Volume II

Cusì, u giudiziu di l'Anticristu è quelli chì piglianu a so "marca" comprime u ghjudiziu "di i vivi", discrittu cusì:

È allora l'unicu sarà revelatu, è u Signore Ghjesù u tombu cù u soffiu di a bocca è u distruggerà per l'apparenza è a so venuta. (2 Thessaloniani 2: 8)

Iè, cun un soffiu di e labbra è a luminosità di l'alba di a so ghjustizia, Ghjesù hà da mette fine à l'arroganza di i bilionarii, i banchieri è i patroni di u mondu chì ùn ricunniscenu micca a creazione di a so propria imagina:

Teme à Diu è dassi gloria, perchè u so tempu hè ghjuntu à ghjudicà [sopra] ... Babilonia u grande [è] ... Chiunque adora a bestia o a so maghjina, o accetta a so marca nantu a frunti o a manu ... Allora aghju vistu u celu. apertu, è ci era un cavallu biancu; u so cavalieru hè statu chjamatu "Fideli è True". Ghjudica è fa guerra in ghjustizia ... A bestia hè stata presa è cun ella u falsu profeta ... U restu hè statu uccisu da a spada chì surtì da a bocca di quellu chì cavalcava u cavallu ... (Rev 14:7-10, 19:11, 20-21)

Chistu fu prufettu ancu da Isaia chì, à listessu modu, hà predicatu, in una lingua straordinariamente parallela, un ghjudiziu ghjuntu seguitatu da un periodu di pace.

Staccerà i spietati cù u bastone di a bocca, è cù u soffiu di i so labbra, ellu ucciderà i gattivi. A ghjustizia serà a banda intornu à a cintura, è a fideltà un cinturellu di i so fianchi. Allora u lupu serà un alloghju di l'agnellu ... a terra sarà riempita cù a cunniscenza di u Signore, cum'è l'acqua copre u mare ... U listessu ghjornu, u Signore ci hà da piglià a so manu per riclamà u restu di u so populu chì resta: quandu u vostru ghjudiziu scorri nantu à a terra, l'abitanti di u mondu aprenu a ghjustizia. (Isaiah 11:4-11; 26:9)

Eccu in modu efficace, micca a fine di u mondu nè a "Seconda Venuta" à l'estremità di u mondu, ma l'alba di u ghjornu di u Signore quandu Cristu regnerà in i so santi dopu chì Satana hè incatenatu in l'abissu per u restu di u ghjornu o "mille anni" (cf. Rev 20: 1-6 è a Risurrezzione di a Chjesa).

San Tumasgiu è San Ghjuvanni Crisostomu spieganu e parolle quem Dominus Jesus destruisca illustratione adventus sui ("À quale u Signore Ghjesù distrughje cù a luminosità di a so venuta") in u sensu chì Cristu hà da chjappà à l'Anticristu sbulicallu di ellu cù una luminosità chì serà cum'è un omaggio è un segnu di a so Seconda Venuta ... quellu chì pare più in armunia cù a Sacra Scrittura, hè chì, dopu a caduta di l'Anticristu, a Chjesa cattolica entrerà di novu in un periodu di prosperità è trionfu. —Fr. Charles Arminjon (1824-1885), A fine di u Munnu prisente è i misteri di a vita futura, p. 56-57; Stampa Sophia Institute

 

U ghjornu di a Vindicazione

Saria sbagliatu di riduce u ghjornu di u Signore à a mera castigazione; hè luntanu, assai più! Hè ancu un ghjornu di vindicazione di a Parola di Diu. In effetti, i nostri lacrimi di Nostra Signora ùn sò micca solu dolore per i scunniscenti, ma ancu gioia per u "trionfu" chì vene.

Hè daveru credibile chì u ghjornu quandu tutte e persone seranu unite in questa armunia di a longa ricerca sarà quellu quandu i celi anu da passà cun grande viulenza - chì u periodu quandu a Militaria di a Chiesa entra in a so pienezza coincidirà cù quellu di a finale catastrofe? Cristu faria rializà a Chjesa di novu, in tutta a so gloria è tuttu u splendore di a so bellezza, solu per asciugà subitu di i sorgenti di a so ghjuventù è di a so fecundità inesgotabile? ... A più autoritata, è quella chì pare u più in armunia cù a Sacra Scrittura, hè chì dopu à a caduta di l'Anticristu, a Chjesa cattolica entrerà di novu in un periodu di prosperità è di trionfu. —Fr. Charles Arminjon, Ibidem, p. 58, 57

Dice u gran santu Marianu Luigi di Montfort:

Ùn hè micca vera chì a vostra vulintà devi esse fatta in terra quant'ellu hè in celu? Ùn hè micca vera chì u vostru regnu deve vene? Ùn vi dete micca à alcune anime, caru, una visione di a futura rinnovazione di a Chjesa? —St. Luigi di Montfort, Preghiera per i Missiunarii, n. 5

Ma à sente ci da i papi ancu! (vede I Papi è l'Era Alba):

Eeranu à sente a mo voce, è ci sarà una sola volta è un pastore. " [Ghjuvanni 10:16] Ma Diu ... in breve cumpiendu a cumplessa a so profezia per trasfurmà sta visione cunsulante di l'avvene in una realità attuale ... Hè u compitu di Diu di fà nasce sta felice ora è di rende a capiscitura di tutti ... Quando arriva. , resultarà esse una ora solenni, una grande cun cunsequenze micca solu per a risturazione di u Regnu di Cristu, ma per a pacificazione di u ... u mondu. Pregemu più fervurosu, è dumandemu à l'altri di pricà dinò per questa pacificazione assai desiderata di a sucità. —PAPA PIUS XI, Ubi Arcani dei Consilioi "On a Pace di Cristu in u so Regnu", Dicembre 23, 1922

I dui Isaia è San Ghjuvanni testimonianu chì, dopu un giudiziu severa, vene una nova gloria è bellezza chì Diu vole dà à a Chjesa in a tappa finale di u so pellegrinaghju in terra:

Nazioni vedenu a vostra vindetta, è tutti i rè a vostra gloria; Vi sarà chjamatu cù un novu nomu prununziatu da a bocca di u Signore ... À u vittore ti daraghju una parte di u manna ammucciatu; Daraghju ancu un amuletu biancu annantu à quale hè scrittu un novu nome, chì nimu ùn cunnosce salvu quellu chì u riceve. (Isaia 62: 1-2; Ap 2:17)

Ciò chì vene hè essenzalmentu u cumpletu di u Pater Noster, u "Babbu" chì pregu ogni ghjornu: "U vostru regnu vene, a vostra sera, serà fatta nantu à a terra cum'è in u celu." L'arrivata di u Regnu di Cristu hè sinonimu di a so vuluntà esse fatta "Cum'è hè in celu". Cumu a critica di Daniel O'Connor:

Dui Mila Anni Dopu, a più Grande Preghiera ùn passerà micca risposta!

Ciò chì Adamu è Eva perdevanu in u Giardinu - vale à dì l'unione di e so vuluntà cù a Voluntà Divina, chì hà permessu a so cooperazione in i santu prodigii di a creazione - serà restaurata in a Chjesa.

U donu di Vivere in a Voluntà Divina ritorna à u rigalu redimitu di u donu di Adam prelapsarian è chì hà generatu luce divina, vita è santità in a creazione ... —Rev. Ghjiseppu Iannuzzi, U Rigalu di Vive in a Divine Voluntà in i Scritti di Luisa Piccarreta

Ghjesù hà rivelatu à u Servitore di Diu Luisa Piccaretta U so pianu per a prossima era, questu "settimu ghjornu", questu "riposu sabbatu" o "meziornu" di u ghjornu di u Signore:

Dunque, vogliu, chì i Mio figlioli entrassi in La Mia Umanità è copienanu ciò chì l'Anima di a mo Umanità hà fattu in a Voluntà Divina ... Ascendendu sopra ogni creatura, restitueranu i diritti di a Creazione - i mei è quelli di creature. Portanu tutte e cose à l'origine primaria di a Creazione è à u scopu per a quale a Creazione hè ghjunta ... —Rev. Ghjiseppu. Iannuzzi, U Splendore di a Creazione: u Trionfu di a Divine Divina nantu à a Terra è l'era di a Pace in i Scritti di i Fatri, i Duttori è i Mistici di a Chjesa (Situazione Kindle 240)

In esenza, Ghjesù vole chì a Sua vita interiore diventi quella di A Sposa per falla "Senza mancu, nè arrughje nè qualcosa cusì, ch'ella pò esse santa è senza difettu" (Ef 5:27) Cusì, u "ghjornu" di u Signore hè essenzialmente a luminosità di a perfezione interiore in a Sposa di Cristu:

A Chjesa, chì cumprende l'eletti, hè appiccicatu à l'estiu o à l'alba ... Serà ghjurnata cumplitamente per ella quandu brilla cù brillante perfetta di a luce interiore. —St. Gregoriu u Grande, Papa; Liturgia di l'Ore, Vol III, p. 308

Mentre a pienezza di u corpu perfezione, l'anima è u spiritu hè riservatu à u Celu è à a visione beatifica, ci hè una certa liberazione di a creazione, chì principia cù l'omu, chì hè ancu parte di u pianu di Diu per l'era di a Pace:

Eccu cume l’azione piena di u pianu uriginale di u Creatore delineatu: una creazione in chì Diu è l’omu, l’omu è a donna, l’umanità è a natura stanu in armunia, in dialogu, in cummunione. Stu pianu, straggiatu da u peccatu, hè statu purtatu di modu più maravigliosu da Cristu, chì u svolge in modu misteriosu ma efficaci in a realità attuale, in l'aspettativa di purtà a rializazione ...  —POPE JOHN PAUL II, Udienza Generale, u 14 di ferraghju di u 2001

Dunque, quandu parlemu di Cristu ghjunghje à l'alba di u ghjornu di u Signore per una purificazione è rinuvamentu di a terra, parlemu di un internu di venite di u Regnu di Cristu in l'anime individuale chì si manifestarà literalmente in una "civilisazione di l'amore" chì, per un tempu ("mille anni"), porterà u tistimone è l'intera portata di u Vangelu à l'estremità di a terra. In effetti, Ghjesù hà dettu: "Questu vangelu di u regnu serà pridicatu in u mondu sanu, cum'è testimone di tutte e nazioni; è poi vene a fine. " (Matteu 24:14) Quì, l'insegnamento magistrale ùn pudia esse più chjaru:

Ùn saria micca inconsistente cù a verità per capisce e parolle, "U vostru serà fattu nantu à a terra cum'è hè in u celu," per significà: "in a Chjesa cum'è in u nostru Signore Ghjesù Cristu stessu"; o "in a Sposa chì hè stata sposa, cum'è in u sposu chì hà rializatu a vuluntà di u Babbu." -Catechismu di a chiesa cattolica, n. 2827

A Chjesa cattolica, chì hè u regnu di Cristu nantu à a terra, hè destinata à esse diffusa trà tutti l'omi è tutte e nazioni ... —POPE PIUS XI, Quas Primas, Enciclical, n. U 12 di dicembre di u 11

 

U Vente di Ghjurnata di u Signore

Ghjesù disse à Santa Faustina ...

Prepararete u mondu per A mo vinuta finale. —Jesus à Santa Faustina, Misericordia Divina in A mio Anima, Diari, n. 429

U Papa Benedettu hà spiegatu chì sta dichjarazione ùn implica micca u fini imminente di u mondu quandu Ghjesù vultarà à "ghjudicà i morti" (u crepuscule di u ghjornu di u Signore) è stabilisce un "novu celu è una nova terra", u " l'ottu ghjornu "- qualcosa chì hè tradizionalmente cunnisciutu cum'è u" Seconda Venuta ".

Sì unu pigliò sta dichjarazione in un sensu cronulogicu, cum'è un mandatu per pronta, cum'ellu era, subitu per a seconda venuta, seria falsa. -PAPA BENEDETTU XVI, Luce di u mondu, Una cunversazione cù Peter Seewald, p. 180-181

Più notevuli di e profezie chì stanu annantu à "l'ultimi tempi" pare avè un scopu cumunu, per annunzià grandi calamità impegnanti per l'umanità, u trionfu di a Chjesa, è a rinnuvazione di u mondu. -Enciclopedia Cattolica, Profezzia, www.vinu.ventu

U ghjornu di u Signore, dunque, ghjunghje in u so zenitimu in a nostra Timeline quandu, vicinu à a fine di u mondu, Satana hà una ultima riprisentazione contru à i santi di Cristu prima di a seconda è "finale" chì vene di Cristu ...

Da leghja dinò L'ultimi Ghjudizi, E Porte di Faustina, Cume l'era era persa, e Milenarismu: Chì hè è Ùn hè micca di Mark Mallett à "A parola ora".

 

Tempu di Rifugi

I Rifuggiati Fisici

A Chjesa serà ridutta in e so dimensioni, serà necessariu riavviamentu. Tuttavia, da questa prova sorta una Chjesa chì serà stata rinfurzata da u prucessu di simplificazione chì hà sperimentatu, da a so capacità rinnuvata di guardà in sè stessu ... a Chjesa sarà numerica ridutta. —Cardinal Ratzinger (POPE BENEDICTO XVI), Diu è u Mondu, 2001; entrevista cù Peter Seewald

A verità hè chì, se ùn era micca per a providenza di Diu, a Chjesa seria decimata se l'Antichrist avia u so modu. Ma Diu prutegarà u so pòpulu, micca solu spiritualmente, ma ancu fisicamente - è questu sicondu l'Scrittura, a Tradizione è e revelazioni profetiche. In effetti, disse Paulu VI:

Hè necessariu chì una piccula suttana sussiste, ùn importa micca quantu piccula puderia esse. —POPULU PAUL VI, U Sicretu Paulu VI, Jean Guitton, p. 152-153, Riferimentu (7), p. ix.

U Babbu Chjesa Precoce, Caecilius Firmianus Lactantius (250-317 d.C.), prevede cun grande precisione ciò chì avissi a sembrà stu futuru periodu ... è quandu i fedeli serebbero fuggiri in rifugi sacri:

Questu serà u tempu induve a ghjustizia serà scacciata, è l'innocenza serà odiata; in chì i gattivi preghjanu à i bè cum'è nemici; nè a lege, nè l'ordine, nè a disciplina militare ùn seranu priservate ... tutte e cose seranu confundite è mischjate trà u dirittu è contr'à e lege di natura. Cusì a terra serà rializata, cum'è per un rapimentu cumunu. Quandu queste cose accaderanu cusì, i ghjusti è i seguitori di a verità si separanu da i gattivi, è fughjenu in solitudini. -L'Instituti Divini, Libru VII, Ch. 17

Dopu à l'Avertimentu, ci saranu dui campi: quelli chì accettanu a grazia di piddà, passendu cusì per "a porta di a Misericordia" ... è quelli chì stendinu u so core in u so peccatu, è cusì destinati à passà per "a porta. di a Ghjustizia " L'ultimi anu da furmà quellu campu di i gattivi chì, per "quarantanove mesi", saranu "Hà permessu di fà guerra contru i santu è di cunquistà" (Rev 13: 7). Ma secondu a Scrittura è a Tradizione, una rimessa serà tutela:

... a donna era stata data e duie ali di a grande aquila, per pudè vola in u so locu in u disertu, induve, luntanu da u serpente, hè stata curata un annu, dui anni è un mezzo anno. (Rev 12: 14)

U precedente per sta prutezzione fisica hè in u Vangelu di Matteu:

È statu avisatu in un sognu di ùn vultà in Erodu, [i maghi] partianu per u so paese per un'altra via. Quandu sò partuti, eccu, l'ànghjulu di u Signore apparsu à Ghjiseppu in un sognu è disse: "Risuscite, pigliate u zitellu è a mamma, fughjite in Egittu, è stà finu à chì ti vi dicu. Erodu va à circà u zitellu per lampallu. " Ghjiseppu si alzò è pigliò u zitellu è a mamma per notte è si n'andò in Egittu. (Matt 2: 12-14)

U Libru di Maccabees, chì parechji credenu hè un "mudellu" per a persecuzione chì venenu è a Passione di a Chjesa, nota i fugliali di i Ghjudei in refugghi:

U rè mandò messageri ... per pruibisce l'olocausti, i sacrifici, e libazioni in u santuariu, per profanà i sàbati è i festi, per profanà u santuariu è i ministri sacri, per custruisce altare è templi è santuarii ... u cumandamentu di u rè deve esse condannatu à u mutuu ... Molti di i populi, quelli chì abbandunavanu a lege, s'uniscenu à elli è fecenu male in a terra. Israele hè statu purtatu à l'ascultamentu, induve e posti di rifugiu puderanu truvà. (1 Macc 1: 44-53)

Portate a norma à Sion, cercate rifugiu senza ritardu! U male mi portu da u nordu, è una grande distruzzione. (Geremia 4: 6)

U pinnacle di distruzzione hè a mani di l'Anticristu. Ma ancu allora, Diu hà priservatu una stonda:

A rivolta è a separazione devenu vene ... u Sacrificiu cesserà è ... u Figliolu di l'omu ùn trova assai a fede nantu à a terra ... Tutti questi passaggi sò capiti di l'afflichezza chì Anticristu deve causà in a Chiesa ... Ma a Chjesa ... ùn fallarà micca, è sarà esse alimentatu è priservatu in mezzu à i deserti è a solità à quale ella si ritirà, cum'è dice l'Scrittura (Rev. Ch. 12:14). —St. Francis di Sales

 

I Rifugi Spirituali

Eppuru, sò posti tempiali, chì in e stessi, ùn si pò salvà l'anima. L'unicu rifugiu chì hè veramente sicuru hè u Cori di Ghjesù. Ciò chì a Beata Mamma face oghje porta l'ànime à stu Portu Sicuru di Misericordia attirenduli in u so Cuore Immaculatu, è navigandoli in modu sicuru versu u Figliolu.

U mo Cuore Immaculatu sarà u vostru rifughju è u modu chì vi porterà à Diu. - Seconda apparizione à Fatima, u 13 di ghjugnu 1917

In revelazioni à Fr. Michel Rodrigue, u Babbu Eternu prumette:

Aghju datu à San Ghjiseppu, u mo rappresentante in terra cum'è protettore di a Sacra Famiglia, l'autorità per a prutezzione di a Chjesa, eccu u Corpo di Cristu. Serà u prutettore durante i prucessi di stu tempu. U Cori Immaculatu di a mo figliola, Maria, è u Corazzu Sacru di u Figliolu Amatu Ghjesù, cun a Casta è u Cori Puru di San Ghjiseppu, seranu u scudo per e vostre case è di a vostra famiglia è u vostru rifugiu durante l'avvenimenti à vene. . - da u Babbu, u 30 ottobre 2018

U più impurtante, a nostra Mamma Chjesa hè è sempre sarà u nostru rifugiu da i porti di l'infernu. Perchè hè custruita da Cristu nantu à a roccia di a fede di Petru è tutela da a prumessa di u Signore di stà cun a so Chjesa finu à a fine di u tempu.

A Chjesa hè a vostra speranza, a Chjesa hè a vostra salvezza, a Chjesa hè u vostru rifughju. —St. Ghjuvanni Crisostomu, Ome. di captu Euthropio, n. 6 .; cf. E Supremi, n. 9

Infine, prega Salmu 91, u salmu di refuggiu!

Leggi U Rifugiu per i nostri Tempi da Mark Mallett per capisce a centralità di u rifugiu spirituale in cuntrastu cù i rifuggi fìsici, è cumu u survivisimu ùn hè micca a mente di u Cristianu, ma u Celu.

Watch:

sente:

I Castici Divini

Cù l'Avertimentu è u Miraculu avà daretu à l'umanità, quelli chì anu ricusatu di passà a "porta di a Misericordia" devenu passà avà da a "porta di a ghjustizia".

Parechje persone anu difficile per cuncilià u "Diu di l'amore" cù un "Diu di casteste". Tuttavia, nimu ùn pare chì si lamenta quandu un assassinu periculosu hè chjosu daretu à i bars o un dittatore cruel hè purtatu à prucessu. "Hè ghjustu," dicemu. Se noi chì sò fatti in l'imaghjini di Diu sentimu a ragiunità di a ghjustizia, allura di sicuru u Creatore di l'universu hà un sensu di ghjustizia infinitamente più impegnatu. Ma U so hè ancu perfettamente urdinatu a ghjustizia arradicata in l'amore. A ghjustizia umana tende versu vinnitta; ma a ghjustizia di Diu hè sempre versu a risturazione.

U mo figliolu, ùn disprezzate micca a disciplina di u Signore o perde u cori quandu rimpruvatatu da ellu; per quale u Signore ama, disciplina; scorri ogni figliolu chì ricunnosce. (Ebre 12: 5-6)

Se vulete sapè cumu Diu parlà sente di ricurdà à u casticità, sente e parolle di Ghjesù à Santa Faustina:

E fiamme di misericordia mi brusgianu - Clamendu à passà; Vogliu cuntinuà à sparghje annantu à l'anime; l'anima ùn vole micca solu crede in A mo buntà.  —Jesus à Santa Faustina, Misericordia Divina in A mio Anima, Diari, n. 177

In l'Anticu Covenant aghju mandatu prufeti in battaglia à i mo pòpuli. Oghje vi mandu cù a mo misericordia à a ghjente di u mondu sanu. Ùn vogliu micca punisce u dulore umanu, ma vogliu guariscelu, preschiendu à u Mi Cori Misericordiu. Emu punitu quandu elli stanu mi forzanu à fà cusì; A mo manu hè riputata di piglià a spada di a ghjustizia. Nanzu à u ghjornu di a Ghjustizia vi manda u ghjornu di a Misericordia. —Ibì. n. 1588

E una volta, à a Serva di Diu Luisa Piccarreta:

A mo ghjustizia ùn pò più; A mo vuluntà vole Triunfà, è vuleria Triunfà per mezu di Amore per stabilisce u so Regnu. Ma l'omu ùn vole micca vene à scuntrà questu Amore, dunque, ci hè bisognu di aduprà a Ghjustizia. —Jesus à a serva di Diu, Luisa Piccarreta; U 16 di nuvembre 1926

 

A Porta di a Ghjustizia

A sifting of the Warning hè accadutu - i malati di u granu ...

U mondu à l'avvicinamentu d'un novu millenniu, per quale tutta a Chjesa si prepara, hè cume un campu pronta per a cugliera. —ST. POPU Ghjuvanni PAUL II, Ghjurnata Mundiale di a Ghjuventù, omilia, 15 agostu 1993

... è solu pò stà u granu.

... quandu u prucessu di sta sifting hè passatu, un grande putere sarà da una Chiesa più spiritualizata è simplificata ... ella goderà una nova fioritura è esse vista cum'è a casa di l'omu, induve ellu hà da truvà vita è speranza oltre a morte. —Cardinal Joseph Ratzinger (POPE BENEDICTO XVI), Fede è Futuru, Ignatius Press, 2009

Ma questu ùn hè micca pussibule à menu chì Satana hè incatenatu, u gattivu purificatu da a terra, è un saltu universale di u Spìritu Santu rinnova a faccia di a terra. Cum'è Ghjesù hà dettu à Luisa:

... i castaggi sò necessarii; questu sirvarà per priparà a terra in modu chì u Regnu di a Fiat Suprema [a Voluntà Divina] pò esse furmatu à mezu à a famiglia umana. Dunque, parechje vite, chì saranu un ostaculu per u trionfu di u mo Regnu, sparisceranu di a faccia di a terra ... —Diara, u 12 di settembre di u 1926; A Corona di Santità Nantu à a Rivelazioni di Ghjesù à Luisa Piccarreta, Daniel O'Connor, p. 459

"I mansi ereditanu a terra", disse Cristu. È canteranu u Magnificat:

Hà sbulicatu i dirigenti da i so troni ma hà alzatu u trince. A fama, hà rinuvatu cun boni cose; u riccu ch'ellu hà mandatu viotu. (Luke 1: 50-55)

Ma micca prima chì e grandi castiche cascanu nantu à a terra. Forsi un capimachja trà elli hè u flagellu di Anticristu chì vene in primu cum'è "principe di a pace", ma chì finisce cun un regnu di terrore. Eppuru, hà dettu Aquino:

Anchi i dimònii sò verificati da un boni anghjuli per ùn dannighjà quantu avianu. In modu simili, Antichrist ùn hà micca da fà tantu male cum'ellu vuleria. —St. Thomas Aquinu, Summa Teologica, Parte I, Q.113, Art. 4

Infatti, parechji di i restanti saranu digià in refugii, oculati è sustinuti da a Divina Pruvidenza.

"Diu purgerà a terra cun castici, è una grande parte di a generazione attuale serà distrutta", ma [Ghjesù] afferma ancu chì "i castaggi ùn si avvicinanu micca à quelli individui chì ricevenu u grande Don di Vive in a Divinità", perchè Diu "li pruteghja è i lochi induve residenu". —Rev. Ghjiseppu Iannuzzi, U Rigalu di Vive in a Divine Voluntà in i Scritti di Luisa Piccarreta

 

I Castalli

U Libru di Revelazione, mentre pienu di parechji simboli, dà una idea di i castaggi chì seguitanu l'Avvertimentu. Cumu avemu intesu dopu chì a Sesta Seal hè stata rotta:

Ùn danni micca a terra o u mare o l'arburi finu à noi mette u focu nantu à e frunti di i servitori di u nostru Diu. (Revelazione 7: 2)

Sì a prima mità di a Tempesta hè stata principale per l'omu, l'ultima mità hè di Diu:

Diu mandarà dui punizioni: unu serà in forma di guerri, rivoluzioni è altri male; urighjarà nantu à a terra. L'altru serà mandatu da u Celu. —Annata Maria Maria Taigi, Profezia cattolica, P. 76

Prima chì a Cometa vene, parechje nazioni, u bonu eccezziunatu, seranu scurdate di vuluntà è di fami [cunsequenze] ... A Cometa per a so tremenda pressione, forzarà assai fora di l'oceanu è inundarà parechji paesi, causendu assai vuluntà è parechje peste. [pulizia] —St. Hildegard, Profezia cattolica, p. 79 (1098-1179 AD)

Una di e profezie più famose in i nostri tempi hè quella di a Nostra Signora di Akita à Sr Agnes Sasagawa:

Comu ti dissi, se l'omi ùn si pentanu micca è megliu se stessi, u Babbu infierà una punizione terribule à tutta l'umanità. Serà un casticu più grande ch'è u diluviu, cum'è unu ùn avarà mai vistu prima. U focu cascà da u celu è stuccarà una grande parte di l'umanità, u bonu cum'è u male, sparghjendu nè sacerdoti nè fideli. I sopravvienti si trovanu tantu disolati chì invidierannu i morti. —Ottobre 13, 1973 ewtn.com

A serva di Diu Luisa Piccarreta discrive ancu una scena cusì triste.

Eru stesu di mè stessu è ùn puderebbe vede nunda ma u focu. Sembra chì a terra s'apreria è minacciassi d'inghjulà cità, monti è omi. Sembra chì u Signore vuleria distrughje a terra, ma in modu speziale trè lochi sfarenti, distanti unu di l'altru, è ancu alcuni di elli in Italia. Sembravanu esse trè bocche di i volcani - certi mandavanu u focu chì inundò e cità, è in certi lochi a terra s'apreva è si fubberanu terribuli. Ùn pudia micca capì assai bè s'ellu stavanu accadenu queste cose o seranu da succede. Quante rovine! Eppuru, a causa di questu hè solu u peccatu, è l'omu ùn vole micca rinuncia; Sembra chì l'omu si hè misu contr'à Diu, è Diu armarà l'elementi contr'à l'omu - acqua, focu, ventu è parechje altre cose, chì fereranu parechji ochji. -A Corona di Santità: Nantu à a Rivelazioni di Ghjesù à Luisa Piccarreta da Daniel O'Connor, p. 108, Edizione Kindle

À a fine di tuttu, scrive u prufeta Zaccaria:

... dui terzi saranu tagliati è perisciuti, è un terzu sarà lasciatu vivu. Andaraghju stu terzu in u focu, è raffinarè cumu l'omu raffinate l'argentu, è pruvucarà cum'è l'oru hè pruvatu. Mi ne chjamanu u mo nome, è vi risponderaghju. Diciaraghju, "Sò u mo pòpulu"; è li diceranu: "U Signore hè u mo Diu." (Zach 13: 8-9)

Mentre a terra tremula è a Chjesa in lochi sottumette a so stessa Passione sottu a persecuzione di l'Antichrist, i fideli puderanu fettà u chiancianu di San Luigi di Montfort:

I vostri cumandamenti divini sò sparte, u vostru Vangelu hè gittatu à colpu, torrenti di iniquità inundanu tutta a terra purtendu ancu i vostri servitori ... Tuttu u fattu s'arriverà à a stessa fine cum'è Sodoma è Gomorra? Ùn vi mai romperà u vostru silenziu? Tollerà tandu tuttu questu per sempre? Ùn hè micca vera chì a vostra vulintà devi esse fatta in terra quant'ellu hè in celu? Ùn hè micca vera chì u vostru regnu deve vene? Ùn vi dete micca à alcune anime, caru, una visione di a futura rinnovazione di a Chjesa? —St. Luigi di Montfort, Preghiera per i Missiunarii, n. 5

È sentu una voce in u celu gridendu "hè fattu"[1]Rev 16: 17 seguitatu da i caschi di rumpuli di a Rider U Cavallu Biancu chì a so venuta distruggerà l'Anticristu è pulirà a terra dopu Trè Ghjorni di l'Oscurità ...

Watch:

sente:


Footnotes

Footnotes

1 Rev 16: 17

U Regnu di l'Anticristu

L'Anticristu in Scrittura

Tradizione Sacra afferma chì, vicinu à a fine di u tempu, un certu omu chì San Paulu chjama "quellu legale" hè spertu rializà cum'è un falsu Cristu in u mondu, stituendu cum'è un ughjettu di cultu. U so timing hè statu revelatu à Paul cum'è prima u "ghjornu di u Signore":

Chì nimu ùn vi ingannessi in ogni modu; per quellu ghjornu ùn vene micca, sì chì l'apostasia venga prima, è l'omu di ingiustizia hè revelatu, u figliolu di a perdizione. (2 Tess 2: 3)

Certi Padri di a Chjesa anu vistu in a visione di u prufeta Daniel una predicazione di questa figura blasfema chì emerge da u regnu di una "bestia":

Eru cunsiderava i dece corni chì avia, quandu d’un colpu un altru, una piccula cornu, sbarcò da u so centru, è trè di i corni precedenti sò stati tagliati per fà locu. Questu cornu avia l'ochji cum'è l'ochji umani, è una bocca chì parlava arroganti. (Daniel 7: 8)

Questa trova u so eco in l'Apocalisse di San Ghjuvanni:

A bestia hè stata data una bocca chì manifesta orgogliu di vantaggi è blasfemi, è hè stata data l'autorità per agisce durante quarant'anni. Hà apertu a bocca per prutestà blasfemie contru à Diu, blasfemu u so nome è a so abitazione è à quelli chì stanu in u celu. Hè stata ancu permessa di guadagnà a guerra contr'à i santu è cunquistà, è hè stata cuncessa à l'autorità di ogni tribu, populu, lingua, è nazione. (Rev 13: 5-7)

Cusì, i Fatri Chjeschi Primi anu cunfermatu unanimamente chì u "figliolu di a perdizione" hè una persona è micca solu un "sistema" o regnu. Tuttavia, Benedettu XVI hà fattu u puntu impurtante:

In quantu à l'anticristu, avemu vistu chì in u Novu Testamentu ellu assume sempre i filamenti di a storia cuntempuranea. Ùn si pò esse limitatu à nimu individuale. Una e stessa porta assai maschere in ogni generazione. —Cardinal Ratzinger (POPE BENEDICTO XVI), Teologia dogmatica, eshatologia 9, Johann Auer è Joseph Ratzinger, 1988, p. 199-200

È un puntu di vista cunonante cù a Sacra Scrittura:

I zitelli, hè l'ultima ora; è cum'è avete intesu chì l'anticristu era ghjuntu, cusì avà parechji anticristi anu apparsu. Cusì sapemu chì quì hè l'ultima ora ... Quellu chì nega u Babbu è u Figliolu, questu hè l'anticristu. (1 John 2: 18, 22)

Tuttavia, Benedettu hà dichjaratu l'insegnamentu constante di a Chiesa chì l'Antichrist hè ancu un futuru individuale, parte di sta bestia chì regerà a terra per "quarantadui mesi".[1]Rev 13: 5 Quissa hè solu à dì chì ci sò parechji antichristi in tutta a storia umana. Eppuru, l'Scrittura puntualizeghja soprattuttu à unu, capu trà parechji, chì accumpagna una grande ribellione o apostazia versu a fine di u tempu. I Padri Chjese si riferiscenu à ellu cum'è u "figliolu di a perdizione", u "legale", un "rè", un "apostatu è rapidu", chì l'origine hè probabile di l'Oriente Medio, possibbilmente di eredità ebraica.

... prima di l'arrivata di u Signore, ci sarà apostasia, è unu ben descrittu cum'è "l'omu di l'abbandunanza", deve esse revelatu "u figliolu di a perdizione", chì a tradizione venerà à chjamà l'Anticristu. —Audienza Generale, "Sia à a fine di u tempu o durante una tragica mancanza di pace: Venite Signore Ghjesù!", L'Osservatore Romano, U 12 di nuvembre 2008

Ma quandu arrivarà?

... se studiamu ma un mumentu i segni di l'attualità, i sintomi minacciosi di a nostra situazione pulitica è e rivoluzioni, è ancu u prugressu di a civilisazione è u crescente avance di u male, chì currisponde à u prugressu di a civilisazione è di i scopri in u materiale ordine, ùn pudemu fiascassi à prevedisce a prossimità di a venuta di l'omu di u peccatu, è di i ghjorni di a disolazione predetta da Cristu.  —Fr. Charles Arminjon (1824-1885), A fine di u Munnu prisente è i misteri di a vita futura, p. 58; Stampa Sophia Institute

 

A Cronologia di l'Encreditore

Ci sò essenzialmente dui campi in questa situazione, ma cumu l'aghju da nutà, ùn sò micca necessariamente in opposizione l'una à l'altru.

U primu campu, è u più frequente oghje, hè chì l'Anticristu si prisenta ind'u assai fini di u tempu, subitu nanzu u ritornu finale di Ghjesù in gloria, ghjudiziu di i morti, è a fine di u mondu.[2]Rev 20: 11-21: 1

L'altru campu hè quellu chì hè più prevalente trà i Fathers di Chjesa Pronta è chì, in particulare, simpricimenti seguite a cronologia di San Ghjuvanni l'Apostulu in Apocalisse. E questu hè chì a venuta di a legge hè seguitata da "mille anni", ciò chì i Patri Chjese chjamanu "un riposu sabbatu", u "settimu ghjornu", "i tempi di u regnu" o "u ghjornu di u Signore" . " Stu "periodu di pace", cum'è a chjamò Nostra Signora di Fatima, ùn hè micca l'erezia di u Millenarismu (vede Milenarisimu - Chì hè, è ciò chì ùn hè micca) chì i so aderenti crèdenu chì Ghjesù veneranu à regnà in a carne per una letteraria mila anni. Ciò chì a Chjesa ùn hà mai cundannatu, hè l'idea di un trionfu spirituale di a Chjesa dopu un tempu di tribulazione. In sintesi u pensamentu cullettivu di u Magisteru, Fr. Charles Arminjon hà scrittu:

A vista più autore, è quella chì pare più in armunia cù a Sacra Scrittura, hè chì, dopu a caduta di l'Antichrist, a Chjesa cattolica entrerà di novu in un periodu di prosperità è di trionfu. -A fine di u Munnu prisente è i misteri di a vita futura, Fr. Charles Arminjon (1824-1885), p. 56-57; Stampa Sophia Institute

Questu hè simplicemente cunforme cù a lettura semplice di Revelazione. Claramente, u Capitulu 19 parla di una manifestazione di a putenza di Ghjesù, in fattu, u so "alè" o "luminosità" per uccidere a "bestia" è u "falsu profeta" chì sò poi gettati in u lagu di focu. Ma ùn hè micca a fine di u mondu. Ciò chì segue hè un regnu di Cristu cù i so santi.

San Tumasgiu è San Ghjuvanni Crisostomu spieganu e parolle quem Dominus Jesus destruisca illustratione adventus sui ("Chì u Signore Ghjesù distruverà cù a luminosità di a so venuta") in u sensu chì Cristu ferà chjappà l'Anticristu sgridendulu cun una luminosità chì serà cum'è un omaghju è un segnu di a so Seconda Venuta ... —Fr. Charles Arminjon, Ibidem, p. 56-57

Ciò chì seguitanu, secondu i Fathers Church, hè un tempu di pace è ghjustizia, u tempi di u regnu quandu Cristu regna, micca in a carne, ma in I so santi in una manera tuttu nova In u misticismu cattolicu mudernu, questu hè chjamatu "Regnu di a Voluntà Divina", u "Regnu Eucaristicu", "Era di Pace", "Era di l'Amore Celestiale" ecc.

Ma quandu l'Anticristu hà devastatu tutte e cose da stu mondu, regnarà durante trè anni è sei mesi, è si puserà in u tempiu di Gerusalemme; e poi u Signore vene da u Celu in i nubuli ... mandendu stu omu è quelli chì u seguitanu in u lavu di focu; ma purtendu per i ghjusti i tempi di u regnu, vale à dì u restu, u settimu ghjornu santificatu ... Eccu i tempi si tenenu in tempi di u regnu, vale à dì in u settimu ghjornu ... u veru sabatu di i ghjusti. —St. Ireneu di Lione, Babbu di a Chjesa (140–202 AD); Adversus Haereses, Irenaeus di Lyons, V.33.3.4, I Fathers of the Church, CIMA Publishing Co.

Cusì, u "settimu ghjornu" hè un riposu per a Chjesa cumu Diu hà riposu à u settimu ghjornu di creazione. Ciò chì segue hè u "ottu" ghjornu, vale à dì l'eternità.

... quandu u Figliolu vene è distruggierà u tempu di l'impiegatu è ghjudicà l'innuu, è cambierà u sole è a luna è e stelle - allora, infine, riposerà à u settimu ghjornu ... dopu a riposà à tutte e cose u principiu di l'ottimu ghjornu, vale à dì u principiu di un altru mondu. -Letta di Barnaba (70-79 d.C.), scritta da un Babbu Apostolicu di u Seculu Seculu

Saremu daveru da interpretà e parolle: "U prete di Diu è di Cristu hà da regnà cun ellu mille anni; è quandu i mille anni seranu finiti, Satanassu sarà liberatu da a so prighjò; " per quessa significheghjanu chì u regnu di i santi è a schiavitù di u diavulu cessarà simultaneamente ... —St. Agostinu, i Babbi Anti-Nicene Cità ​​di Diu, Libru XX, cap. 13, 19

 

I Papi è l'Anticristu Oghje

Vale à nutà chì u papa San Piu X hà digià pensatu à l'Antichrist era in terra:

Quale hè chì ùn pò riesce à vede chì a sucietà hè in u mumentu attuale, più chè in qualsiasi età passata, chì soffre di una malattia terribile è prufonda chì, sviluppendu ogni ghjornu è manghjendu in i so esseri più impurtanti, a trama à a distruzzione? Capisci, Fratelli Venerabili, ciò chì sta malattia hè - apostasia da Diu ... Quandu tuttu questu hè cunsideratu ci hè una bona ragione di teme perchè sta grande perversità pò esse cum'è era un preghjudiziu, è forse u principiu di quelli male chì sò riservati à u l'ultimi ghjorni; è chì ci pò esse digià in u mondu u "Figliolu di a Perdizione" di quale l'apostulu parla. -E Supremi, Encìclica Nantu à a Restaurazione di Tutte Cose in Cristu, n. 3, 5; U 4 d'ottobre di u 1903

Notendu u scoppiu di u disprezzu versu u cristianisimu in u mondu, u so successore a cuncurdava:

... u populu cristianu sanu, sfortunatamente disgraziatu è disturbatu, sò in periculu continuu di cascà luntanu da a fede o di soffre a morte più crudele. Sti cose in verità sò cusì tristi chì puderebbe dì chì tali avvenimenti previstenu è mostranu "l'iniziu di i dolori", vale à dì di quelli chì saranu purtati da l'omu di u peccatu "chì hè risuscitatu sopra tuttu ciò chì si chjama Diu o hè veneratu " (2 Tess 2: 4). —POPE PIUS XI, Miserentissimus Redentore, Carta Enciclica nantu à a Riparà à u Sacru Cori, n. U 15, 8 di maghju di u 1928

Mentre era ancu un Cardinale, Benedettu XVI hà fattu una stupente alusione à a "marca di a bestia" in quantu à a tecnulugia di l'urdinatore:

L'Apocalisse parla di l'antagonista di Diu, a bestia. Questu animali ùn hà micca un nome, ma un numeru. In [l'orrore di i campi di cuncentrazione], anu annullatu e facce è a storia, trasfurmendu l'omu in un numeru, riduciendu à un cog in una macchina enorme. L'omu ùn hè più cà una funzione. In i nostri ghjorni, ùn deveru micca scurdate chì anu prefiguratu u destinu di un mondu chì corre u risicu di aduttà a stessa struttura di i campi di cuncentrazione, sì a lege universale di a macchina hè accettata. I macchine custruite impone a listessa legge. Sicondu sta logica, l'omu deve esse interpretatu da un urdinatore è questu hè pussibule solu s'ellu traduttu in numeri. A bestia hè un numeru è si trasforma in numeri. Diu, però, hà un nome è chjamanu per nome. Hè una persona è cerca a persona. —Cardinal Ratzinger, (POPE BENEDICTO XVI) Palermo, u 15 di marzu di u 2000

Dopu in u 1976, dui anni prima di esse elettu papa Ghjuvan Paulu II, u cardinale Wojtyla s'hè indirizzatu à i veschi di l'America. Queste eranu e so parolle, registrate in u Washington Post, è cunfirmate da u Deacon Keith Fournier chì era presente:

Semu avà in faccia à a più grande confrontazione storica chì l'umanità hà mai sperimentata. Avemu avà in u cunfrontu finale trà a Chiesa è anti-chiesa, trà u Vangelu è anti-evangelu, trà Cristu è l'anticristu. —Cungressu eucaristicu per a celebrazione bicentenaria di a firma di a Dichjarazione di l'Indipendenza, Filadelfia, PA, 1976; cfr. Catholic Online

In fine, vulemu ricurdà à u lettore chì stu situ web hè di preparalli, micca per l'Anticristu, ma per a venuta di Ghjesù Cristu per mette a fine i lacrimi di u passatu millenniu. Hè per appruntà a sera di u Regnu di a Voluntà Divina. Comu tali, a saviezza di i santi furnisce assai per a riflessione:

Allora benedetti saranu quelli chì vincenu u tirannu allora Stanu essendu stabiliti cum'è più illustri è più alti ca i primi testimoni; parchì l'antichi testimoni anu impatrunitu solu i so minzoni, ma quessi si fermentanu è cunquistanu l'accusatore stessu, u figliolu di a perdizione. Cù ciò chì eulogie è e corone, dunque, ùn saranu adornate da u nostru Rè, Ghjesù Cristu! ... Vedete in quale modu di digiunu è di preghiera, i santi esercitaranu in quellu mumentu. —St. Ippolito, À a fine di u mondu, n. 30, 33, newadvent.org

A Chjesa vi carica avà davanti à u Diu Vivente; ella ci dichjarata e cose riguardanti à Antichriste prima d'arrivu. Sia accaderanu in u vostru tempu chì sapemu micca, o accaderanu dopu ùn sapemu micca; ma hè bè chì, sapendu queste cose, duvete assicurassi prima di voi. —St. Cirillu di Gerusalemme (c. 315-386) Dottore di la Chiesa, lezioni catechetiche, lezione XV, n.9

Per un trattamentu estensivu di i "tempi fini" secondu i Fathers di a Chjesa, u Magisteru, è rivelazioni profetiche appruvati, leghjite Ripetendu i Tempi di fine, Cume l'era era persa, e U ghjornu di a Ghjustizia di Mark Mallett. Vede ancu Anticristu in i nostri Tempi , Caru Babbu Santu ... Hè venutu! e Perchè ùn sò micca gridati i Papi?

Watch:

sente:

Footnotes

Footnotes

1 Rev 13: 5
2 Rev 20: 11-21: 1

I trè ghjorni di a bughjura

Duvemu esse francu: spirituale è moralmente parlante, u mondu hè in un statu assai peggiu di ciò chì hà mai avutu passatu in a storia. U sensu cumunu tistimonia di questu. U consensu di a revelazione privata indica questu. Ancu Magisteru Papale insegna questu. U Papa stessu, Francescu, hà dettu chì no simu "mai megliu oghje chè elli eranu durante u Gran Flood" (omilia 19 febbraio 2019 à Santa Marta).

Cusì, l'Era di a Pace ùn pò esse uspugnata in u mondu cume ora. Un rinnuvamentu tutale hè necessariu; unu chì, in modu, striscia a casa finu à e so trame è i mattoni, se micca u so fundamentu. Questa purificazione serà ottenuta in parechji modi in l'anni à mumentu, ma forsi sopratuttu per mezu di a longa prufessione Trè Ghjorni di a bughjura, chì caccerà definitivamente u male da sta terra (in particulare l'Anticristu, quelli chì u seguitanu, è i demonii chì l'inspiranu) è l'abbandunanu pronta per a fioritura di u Regnu di Diu.

Sfurtunatamente, a maiò parte di e persone vivi oghje ùn volenu micca u Regnu di Diu. Iddi avissi assai preferimu cuntinuà à cummette i so peccati preferiti, cridendu i so errori preferiti, è affittu u so grotesquerie favuritu. Seranu da tutte e chance di cambià a so manera è di sceglie à pusà si nant'à u latu drittu di l'era venente - in particulare per mezu di l'Avvertimentu (chì precederà u periodu di i Castagni è certamenti di e trè Ghjurnate di l'Oscurità, chì a cunclude e usera). in l'Era di a Pace). Ma se quelli chì rifiutanu u Regnu di Diu continuanu à ricusà si arrepentanu, ùn ci sarà solu stanza per elli nantu à sta terra durante l'era, è se ùn ci sò altri Castelli chì facenu u travagliu prima di vene u tempu, i trè ghjorni di a bughjura seranu.

(Nota Bene: Ùn duvemu mai perde a speranza di a salvezza di qualchissia vivu; ùn importa ciò chì. Noi duvemu ancu spere è pricà per a salvezza di quelli chì, in definitiva, devanu esse purgati da a terra in i trè ghjorni di a bughjura - perchè ancu se u so fallimentu ùn penti prima di quellu tempu hà bisognu di esse purghjatu da a terra, questu ùn significa chì ùn si ponu micca pentitu in l'ultimu mumentu di a so vita. Vede Mark's Mallett Misericordia in Chaos)

 

A Purificazione

I trè ghjorni di a bughjura, in brevi, saranu custituiti chì tutti l'infernu sò sbarrazzati in terra per permette à i demonii di devore a so propria chì sò nantu à a terra - perchè, cun grande ironia, mancu i demonii puderanu resistà a vuluntà di Diu (ancu ricevenu a so ghjustizia, mentre i beati ricevenu a so misericordia) Quandu Diu libera i spiritui cattivi per purgà a terra, ùn puderanu micca fà una iota più ch'è ellu hà urdinatu, prima ch'elli sò rimettuti à novu in l'abissu.

Anchi i dimònii sò verificati da un boni anghjuli per ùn dannighjà quantu avianu. In modu simili, Antichrist ùn hà micca da fà tantu male cum'ellu vuleria. —St. Thomas Aquinu, Summa Teologica, Parte I, Q.113, Art. 4

Cusì i fideli ùn deve micca teme da i trè ghjorni di a bughjura; ancu s'è a so enormità inghjennà a mente di qualcunu, serà rializatu cù a precisione di un chirurgu espertu a causa di a vigilenza providiale di Diu. D’altronde, cum’è Diu pruteggeva l’Israeliti, cusì ancu Ci farà salvà u so rimessu.

Mosè allargò a so manu versu u celu, è era bughju oscurità in tutta l'Egittu per trè ghjorni. L'omi ùn si pudianu vede nè l'altri, nè ùn si pudianu alluntanassi da induve eranu, per trè ghjorni. Ma tutti l'israeliti anu avutu a luce induve abitavanu. (10: 22-23)

Eppuru chì tuttu puderà pare una sorpresa per quelli chì l'aprenu per a prima volta, ricordemu chì stu paradigma ùn hè in alcun casu senza precedente in a storia di a salvezza è a storia di a Chjesa; in verità, unu vede in tutti i dui nemici di Diu, à volte esse i stessi chì Diu usa per purtà u so scopu ultimu. Questu ghjè accadutu più chjaramente in a crucifissu di u Signore; ma unu vede ancu, in l'Scrittura, l'Israele anticu purificatu da i populi pietosi chì li circundanu. Nantu à i trè ghjorni di a bughjura, Diu "farà l'usu di" i demonii in una manera più universale chì mai. Inghjuttanu micca solu quelli di a terra chì sò avvizziati di nemichi di Diu, ma ancu di i lochi fisichi è di e cose chì ùn anu nisun locu in l'Era (per esempiu, P. Michel Rodrigue s'hè dimostratu di dimònii chì guadagnanu fundamenti interi d'edifici durante i trè ghjorni) ).

Cum'è i trè ghjorni di bughjura seguitanu l'Avvertimentu è l'ora di i Rifugii è culminanu i Castelli Divini, avaristi cunsigliatu personalmente per esse chjappati ancu in i dettagli di questa manifestazione, è avaristi ancu una prudenza per l'abbandunà di e preparazioni fisiche. Sfurtunatamente, i trè ghjorni di a bughjura, oltre ogni altra profezia, anu generatu teme indebitu è ​​speculazioni salvatiche. Per d 'altra banda, duvemu ancu cunnosce u visu di ciò chì vene; perchè se ùn era micca a vuluntà di Diu chì sapemu questu, allora u celu (chì pò solu fà a so vuluntà) ùn avissi micca revelatu a natura di questu avvenimentu.

Ti l'aghju dettu cusì chì quandu vene a so ora, ricordate chì vi aghju dettu. (Ghjuvanni 16: 4)

Passemu, ora, à un semplice pochi di queste rivelazioni.

Diu mandarà dui punizioni: unu serà in forma di guerri, rivoluzioni è altri male; urighjinarà di a terra. L'altru serà mandatu da u celu. Venerà à tutta a terra una bughjura intensa chì dura trè ghjorni è trè notti. Nunda si pò vede, è l’aria serà cargata da pesti chì pretendranu principalmente, ma micca solu, i nemici di a religione. Serà impussibile aduprà illuminazione artificiale durante questa bughjura, eccettu à e candele benedette ... Tutti i nemici di a Chjesa, sia cunnisciuti o scunnisciuti, periscenu per tutta a terra durante quella bughjura universale, cù l'eccezione di pochi à quale Diu sarà prestu a cunverte. —Annata Maria Maria Taigi (d. 1837)

Citendu particulari, Rev. R. Gerald Culleton scrive in U Prufeti è i nostri Tempi:

Sarà trè ghjorni di bughjone, durante i quali l'atmosfera serà infettata da innumerabili diavuli, chì provocaranu a morte di una grande quantità di omi increduli è gattivi. E so candele benedette puderanu dà luce è priservà i cattolici fedeli da stu flagellu terribile imminente. Prudutti supernaturali ci apparsu in u celu. Ci vole esse una guerra corta ma furiosa, durante a quale i nemici di a religione è di l'umanità saranu universalmente distrutti. Una pacificazione generale di u mondu è u trionfu universale di a Chjesa sò da seguità. —Palma Maria d’Oria (d. 1863); p. 200

Tutti i stati saranu scuzzulati da a guerra è u cunflittu civile. Durante un bughju chì dura trè ghjorni, e persone date in modi male periscenu per chì solu sopravviveranu un quartu di l'umanità. U cleru, dinù, serà assai ridutta in quantità, postu chì a maiò parte di elle murerà in difesa di a fede o di u so paese. - Signora Maria di Ghjesù Crucifissu (d. 1878); p. 206

Riassumendu molti prufeti si prende nantu à l'avvenimentu, Rev. Gerald Culleton scrive:

Quandu tuttu pare senza speranza per e forze cristiane, Diu hà da travaglià un "miraculu meraviglioso", o cumu alcuni profeti si riferiscenu "un grande avvenimentu" o un "avvenimentu terribili", in favore di i soi. Duranti stu fenominu, u veru santu ùn sarà micca dannatu, è terribule ancu chì sarà. ma quantunque pudemu piglià cunsulazione in u fattu chì marcarà a fine di i casti di Diu. Sarà chì l'eventu mintuatu vagamente da tanti videnti, hè quellu specificatu da l'altri cum'è trè ghjorni di bughjura cù u sole è a luna, cume. vultendu à u sangue. L'aria serà avvelenata, abbattendu cusì a maiò parte di i nemici di a Chjesa di Cristu. Durante questi trè ghjorni, l'unica luce dispunibile per l'omi serà candele benedette, è una candela brusgià tuttu u periodu. Tuttavia, ancu e candele benedette ùn si accenderanu in e case di i Penti. Eppuru, una volta chì a candela hè accesa da un in un statu di grazia, ùn si sparà micca finu à chì scuru di i trè ghjorni sia finitu. Stu "grande avvenimentu" userà in pace à u mondu cunvoltu. Saria una spezia di rieninamentu di e trè ore di bughjura "sopra a terra sana" à a crocifissione di Cristu, è un avvisu di quellu chì marcarà a fine di u regnu di Anti-Cristu. —P. 45

Per più parolle è riferenze à i trè ghjorni di bughjura in l'Scrittura, cliccate quì per leghje u post di Mark Mallett da "A parolla Now. "

 

Watch:

sente:

Era di a Pace

Stu mondu prestu speriderà l'era d'oro più gloriosa chì hà mai vistu da u Paradisu stessu. Hè a Venuta di u Regnu di Diu, induve a so vuluntà sarà rializata in terra cum'è in u Celu. A nostra preghiera in a preghiera di u Signore, "U vostru Regnu vene, u Tandu sarà fattu", serà rispostu in u più bellu modu. Hè u Trionfu di u Cori Immaculatu di Maria. Hè a Nova Pentecosta. É u Era di a Pace. Ma prima di sparta alcuni dittaghji di ciò chì serà, un compitu impurtante deve esse cumpletatu.

Avemu da risolve ciò chì hè l'era micca:

  • Ùn hè u Celu; gloriosa cum'è l'Era serà, hè solu nunda cumparata cù u Celu, è durante l'Era, vogliu sperare u Celu ancu di più faventemente chè noi fendu ora, è aspetta pè u Celu cù di più eccitazione chè no n'emu oghje
  • Ùn hè micca a Visione Beatifica; mancaremu sempre a Fede
  • Ùn hè micca a Resurrezzione Eterna; mancaremu sempre, è ancu averemu a pussibilità di soffre.
  • Ùn hè micca cunferma assoluta in grazia; u peccatu fermerà una pussibilità ontulogica.
  • Ùn hè a perfezione definitiva di a Chjesa (chì si trova solu in a Festa di a Cunvenza Celestiale); resteremu a Chjesa activist, micca ancu a Chjesa Trionfante.
  • Ùn hè micca un passendu di l'età di a Chjesa per l'usu di un Età di u Spìritu, piuttostu, serà u Triunfu di a Chjesa è cuncomitante nova surtita di u Spìritu Santu.
  • Ùn hè micca u regnu fisicu è visibile di Ghjesù nantu à a terra (chì serà l'erezia di u Milenarismu o Milenarismu Modificatu); hà da ghjunghje per via di una Venuta di Cristu in grazia, è Rignarà durante l'era Sacramentalmente, micca visibule in a carne.

(Nota: Ancu se nessuna di e rivelazioni private di fiducia - in particulare quelli incluse in questu situ - ùn afferma alcunu di l'errore sopra, sò sfurtunatamenti oghje ancu certi autori chì accusanu queste profezie nantu à l'era di esse solu una forma di millenarismu mudificatu. Questi autori cuntradiscenu micca solu u cunsensu profeticu, ma ancu u Magisteru stessu .. Più detaglii ponu truvà in e pagine 352-396 di l'eBook gratuitu, A Corona di Santità.)

Prima di andà in dettaglio, eccu un riassuntu di ciò chì l'Era hè:

Ogni volta chì i Padri Chjese parlanu di un riposu di sabbatu o d'era di pace, ùn vedenu micca u ritornu di Ghjesù in a carne nè a fine di a storia umana, ma accentuanu u putere trasfurmante di u Spiritu Santu in i sacramenti chì perfezziona a Chiesa. Cristu pò presentà a ellu stessu cum'è una sposa immaculata à u so ritornu finale. —Rev. JL Iannuzzi, Ph.B., STB, M.Div., STL, STD, Ph.D., teologu, U Splendor di a Creazione, p. 79

In "A seconda venuta" di sta Cronologia, andemu in più detail nantu à u "restu di u Sabbatu" cum'è preparazione per u ritornu di Cristu in a carne à a fine di u mondu. Ma avà, vedemu appena un picculu anteprima di ciò chì Ghjesù hà revelatu à a Serva di Diu, Luisa Piccarreta nantu à ciò chì pudemu aspittà in questa imminente, gloriosa Era di Pace Universale (più di queste rivelazioni ponu truvà in sta pagina):

A creazione serà rinnuvata

Aspettu ansiosamente chì a mo vuluntà puderà esse cunnisciuta è chì e criaturi puderanu vive in Essa. Eppo, manifesteraghju tanta opulenza chì ogni anima serà cum'è una nova creazione - bella ma distinta di tutti l'altri. Mi divertiraghju stessu; Seraghju u so Architettu Insuperable; Ampararaghju tutte L'arte creativa ... O, quantu vogliu stà; cumu vogliu; cumu mi vogliu! A creazione ùn hè micca finita. Aghju da fà ancu i me più belli travaglii. (Februaru 7, 1938)

A fede serà sempre bisognu, ma sarà chjara

A mo figliola, quandu a mo vuluntà hà u so regnu nantu à a terra è l'anime viveranu in ella, a fede ùn serebbe più ombre, nè più enigmi, ma tuttu sarà chiarezza è certezza. A luce di a mo Volizione purterà à e cose assai create a visione clara di u so Creatore; criatu li tuccherà cù e so mani in tuttu ciò chì hà fattu per amore per elli. ... È mentre diceva questu, Ghjesù hà fattu una onda di gioia è di luce esciuta da u so Cori, chì dà più vita à e creature; è cù un enfasi d'amore, hà aghjuntu: "Cumu vogliu per u Regnu di a Mi vuluntà. Ci mette in fine i prublemi di e criature, è à I nostri duluri. U Celu è a Terra anu da surrisu; I nostri festi è e soie ghjunghjeranu l'ordine di u principiu di a Creazione; Seremu piazzatu un velu per tuttu, in modu chì e feste ùn mai mai esse interrotte. " (Ghjugnu 29, 1928)

U corpu umanu sarà sempre novu bella, forte, è sanu

Sapemu chì sta Era ùn hè micca solu una questione di u populu santu chì pensanu, dicenu, è chì facenu cose sacri. Ancu sì a santità di l'Era hè alluntanata è alluntanata u so aspettu più impurtante, seria una stupidità ignorarà chì ci saranu assai manifestazioni fisiche gloriose di queste realità spirituali. Ghjesù dice à Luisa:

... [dopu à a caduta] u corpu hà persu ancu a so frescura, a so bellezza. Hè diventatu debilitante è restava sottumessu à tutti i male, spartendu in i male di a vuluntà umana, cum'ellu avia sparte in u bè. Dunque, se a vuluntà umana hè curata dendu di novu a vita di a mo Divina Voluntà, cume per magia, tutti i gattivi di a natura umana ùn averianu più vita. (Settembre 7, 1928)

Troppu spessu scurdamu chì tutta a degradazione - cumprese fisica - hè u risultatu di u peccatu (ancu s'ellu indirettu). Ghjesù hà ancu svelatu sta realtà à Santa Gertrude u Grande. Cumu avemu lettu in A Vita è Revelazioni di Santa Gertrude, Ghjesù hà dettu à questu santu chì:

Ùn pudete mai capisce tutta a dolcezza reciproca chì a mo Divinità sente versu tè ... stu muvimentu di grazia ti glurifica, postu chì u mio corpu hè statu glurificatu in u Monte Thabor in presenza di i mo trè discepuli amati; per pudè dì di voi, in a dolcezza di a mo carità: "Eccu a mo figliola amata, in quale mi piacè." Perchè hè a pruprietà di questa grazia per cumunicà à u corpu è à a mente una maravigliosa gloria è luminosità. [1]A Vita è Revelazioni di Santa Gertrude. "Da un religiosu di l'ordine di i Pores Clares". 1865. Pagina 150.

Sta pruprietà di grazia, puru cume generalmente largamente vellata da stu latu di l'Era, scorri liberamente trà u fisicu è u spirituale à l'alba di u listessu. Ovviamente, ùn ci hè micca una "magia"; Ghjesù dice chì queste trasfurmazioni fisiche si faranu "cum'è per" magia per via di quantu rapida è sostanziale saranu, è perchè sarà difficiule per noi in prima di vede cumu si trasparenu, finu à chì cremu in a nostra capiscenu chì ùn hè micca normale o naturale per tali beni spirituali gloriosi per falla chì u regnu fisicu currisponde à elli.

A morte passerà, ma finamente è bellissima, è tutti i corpi restanu incorrutti

Perchè a vita in l'Era hè cusì vicinu à u Celu (cum'ellu hè a vita per quellu chì ora vive ancu in a Volontà Divina), ùn hè guasi mancu un esiliu, ma più di un felice pellegrinaghju; è u ritornu à a Patria Celestiale - vale à dì a morte - hè una cosa liscia è gloriosa. Ghjesù dice à Luisa:

A morte ùn averà più putenza in l'anima; è po l’averà nantu à u corpu, ùn sarà micca a morte, [2]È à dì, a liscia di a sera serà cusì sfarente di quantu si presenu a maiò parte di e morti oghje chì ponu esse scumesse chjamate "morte" quandu paragunata - ancu s'è tecnicamente mantene sempre u listessu risultatu: l'anima chì parte da u corpu. A morte di Luisa ùn hè senza dubbiu l'esempiu per eccellenza quì, induve ci era una pace perfetta, è per ghjorni ùn pudìanu micca sapè se era ancu morta (vede www.SunOfMyWill.com) ma transitu. Senza u nutrimentu di u peccatu è di una vuluntà umana degrada chì hà produttu corruzzione in i corpi, è cù l'alimentazione preservativa di a Mi vuluntà, i corpi ùn saranu ancu sottumessi à scumpariu è diventanu cusì horribilemente currutti chì per attaccà u timore ancu in i più forti, cum'è succede avà; ma resteranu cumposti in i so sepulceri, aspittendu u ghjornu di a risurrezzione di tutti ... U Regnu di a Fiat Divina farà u grande miraculu di bangà tutti i male, tutte e miserie, tutte e paure, perchè ùn realizarà micca un miraculu. in tempu è circustanza, ma manteneranu i zitelli di u so Regnu cun sè stessu cun un attu di miraculu continuu, per preservallu da ogni male, è lasciassi esse distinti cum'è i zitelli di u so Regnu. Questu, in l'ànimi; ma ancu in u corpu ci saranu assai mudìfiche, perchè hè sempre u peccatu chì hè u nutrimentu di tutti i male. Una volta chì u peccatu hè cacciatu, ùn ci sarà nimu nutrimentu per u male; di più, postu chì a Mi vuluntà è u peccatu ùn ponu esistene inseme, dunque a natura umana averà ancu i so effetti benefizièvuli. (Uttobre 22, 1926)

Tutti i cattolici sapemu chì assai santi sò perfettamente incorrupti; i so corpi si trovanu in e so tombe senza mustrà u più chjucu ritimu di decadenza è senza dà nunda solu un aroma piacevule. Hè cusì chì tutte e morte traspiraranu durante l'Era.

Ci sarà una superabundanza ancu di beni naturali, è tutti saranu felici

Ghjesù dice à Luisa:

… A miseria, a infelicità, i bisogni è i gattivi saranu cacciati da i figlioli di a Mi vuluntà. Ùn saria micca decoru per a mo vuluntà, cusì immensamente ricca è felice, d'avè figlioli chì mancanu qualcosa, è ùn avaristi micca tuttu l'opulenza di i so bè chì esce continuamente.

A mo figliola, fighjate ciò chì bella hè l'ordine di i celi. In u listessu modu, quandu u Regnu di a Voluntà Divina averà u so duminiu nantu à a terra in mezzu à e criature, ancu nantu à a terra ci sarà un ordine perfettu è bellu ... Cum'è tutte e cose create, cusì tutti i zitelli di u Regnu di u a Fiat Suprema anu u so postu d'onore, di decoru è di duminiu; è mentre possederà l'ordine di u celu è, più di sfere celeste, essendu in perfetta armunia trà di elli, l'abbundanza di beni chì ognunu averà da esse serà tale è tantu grande, chì l'unu ùn averà mai bisognu di l'altru - ognunu sarà tene in ellu stessu a fonte di i beni di u so Creatore è di a so felicità perenne.

Dunque, ognunu averà a pienezza di e merchenzie è a felicità cumpleta in u locu induve a Voluntà Suprema l'hà postu; qualunque sia a cundizione è l'uffiziu chì occupanu, tutti saranu felici di u so destinu. (Ghjennaghju 28, 1927)

Ghjesù hà ancu dettu à Luisa chì l '"elementi sò tutti in attesa" per "liberare da u ventre tutte e beni è l'effetti chì cuntenenu." U sole, e piante, l'aria, l'acqua; tutti li rimetteranu esponenzialmente più belli per noi chì oghji ricevemu da ogni.

Isaia Capitulu 11, 6-9 sarà rializatu:

Allora u lupu serà un alloghju di l'agnellu,

è u leopardo, si starà chjinatu cù u ghjuvellu;

U vitellu è u ghjovanu leone anu da navigà,

cù un zitellu pocu per guidà.

A vacca è l'orsu pasturanu,

inseme i so figlioli si cuddanu;

u leone manghjerà fenu cum'è u boi.

U zitellu hà da ghjucà à u denaru di u vipper,

è u zitellu pone a so manu nantu à a tana di l'aghjustatore.

Ùn vanu micca dannighjà o distrughje annantu à tutta a mo muntagna santa;

per chì a terra sarà riempita di sapè di u Signore,

cum'è l'acqua copre u mare.

 

I Sacramenti seranu ricevuti micca solu cum'è medicina per i malati, ma cum'è alimentu per i sani

U cuntrariu di e diverse eresie dispensaziuniste è joachimiste, [3]Teshatologhi che provanu da u "legatu spirituale di Joachim di Fiore", chì a CDF hà rifiutatu. Ghjesù rende chjaru à Luisa chì questu Era comporta u Triunfu di a Chjesa, micca a so passazione - i Sacramenti sò stati finalmente ricevuti cù tuttu u so putere realizatu, micca i Sacramenti chì finiscinu o ùn ne sò più ricivuti. Ghjesù dice à Luisa:

U Regnu di a Mi vuluntà serà u veru eco di a Patria Celeste, in quale, mentre i Beati possenu u so Diu cum'è a so propria vita, li ricevenu in sè stessu ancu da l'esternu. Allora, dentro è fora di sè stessi, a Vita Divina chì anu, è a Vita Divina chì ricevenu. Chì ùn sarà micca a mo felicità in dà Mi Sacramentalmente à i zitelli di l'Eternu Fiat, è à truvà a mo propria Vita in elli? Allora a mo Vita Sacramentale averà u so fruttu cumpletu; è cumu i spezii sò cunsumati, ùn averaghju micca più u lamentu di lascià i zitelli senza l'alimentu di a mo vita cuntinua, perchè a mo vuluntà, più di accidenti sacramentali, manteneranu a so Vita Divina sempre cun u so pienu pussessu. In u Regnu di a mo vuluntà ùn ci sarà nè manciari nè cumminzioni chì sò interrotti, ma perenne; è tuttu ciò chì aghju fattu in Redenzione ùn serverà più cum'è rimediu, ma cum'è diliziu, cum'è gioia, cum'è felicità, è cum'è bellezza sempre crescente. Cusì, u trionfu di a Fiat Suprema darà fruttu cumpletu à u Regnu di a Redenzione. (Novembre 2, 1926)

Attraversu Luisa, Ghjesù hà pregu di noi per accelerà stu Regnu!

A venuta di u Regnu hè una garanzia; nunda è nimu ùn pò impedisce. Ma quandu esce ghjustu, dipende da a nostra risposta! Ghjesù dice à Luisa:

A prima necessità indispensabile per ottene u Regnu di u Divinu A vuluntà hè di dumandallu cù e preghiere Incessante... [u] seconda necessità, più indispensabile chè u primu, per ottene stu Regnu: hè necessariu sapè chì unu pò tene. … U u terzu mezzu necessariu hè di sapè chì Diu vole dà stu Regnu. (20 di Marzu di u 1932) Benchè mi brusgiò cù a vulintà di vede U mio Divine Rignà, eppuru ùn possu micca dà à stu Rigalu prima di manifestà a Verità ... Speru cun pacienza Divina è delirante chì E My Verità facenu u so modu...Più chè u babbu Anghjiamu di dà u Grande Rigalu di a Nostra Voluntà à i nostri zitelli, ma Vulemu chì saranu ciò chì ricevenu... (15 maghju 1932)

Avà chì vo site statu introduttu à quantu meravigliosamente questa Era serà, spergu chì vi siate pienu di santu desideriu di accurtà a so arrivata. Sapete perchè ùn hè micca arrivatu ancora?

Perchè micca abbastanza persone proclamanu questu.

Ghjesù dice à Luisa: "Tuttu ciò chì hè necessariu sò quelli chì si offrìanu à esse u criticu-è cun curaggiu, senza teme nulla, affruntà sacrifici per fà a so [rivelazioni di Ghjesù nant'à a Voluntà Divina] cunnisciute ". (25 Agostu 1929) Ovviamente questu ùn impedisce micca di risponde à qualsiasi di i messaggi urgenti chì u Celu ci hà datu riguardanti a nostra chjama in questi ultimi tempi: cunversione, preghiera (in particulare u Rosariu è a Divina Misericordia), frequentendu i Sacramenti, lettura di l'Scrittura , digiunu, sacrificiu, opere di misericordia, cunsacrazione à a Sacra Famiglia, ecc. L'affare hè chì quandu a ghjente capisce chì, finalmente, sti travaglii guarantiscenu prestu u so fruttu; no solu in u celu, ma ancu nantu à a terra, allora s'impegnaranu in sta chjama sacra cù tuttu u più vigore, è u Regnu vinarà prestu. Ma chì hè necessariu per rende sta realizazione stessa? Chì pudete pruclamà u Regnu!

Puderiate bellu esse u proclamatore supplementariu necessariu per permettà à vene u Regnu. Non ritardate. Nisuna scusa. Fate chì succede. Qualunque sia bisognu.

Ghjesù li prumette à Luisa chì Ellu recompenserà "superabundante”Quelli chì prumove a Voluntà Divina; cusì suprabattemente, in fattu, chì "astrarà u Celu è a Terra" (28 di ferraghju di u 1928)

"Dunque, tu prega, è lasciate chì u vostru chiancellu sia continuu:" Que u Regnu di u Fiat venga, è a vostra vuluntà sarà fatta nantu à a Terra cum'è in u Celu. " (May 31, 1935)

Daniel O'Connor, autore di A Corona di Santità hà publicatu alcune idee è risorse per cumu si tratta di proclamà www.DSDOConnor.com

In quantu à l'era di a pace, vedi ancu blog di Mark Mallett nantu à "A parolla Now":

Caru Babbu Santu ... Hè venutu!

Ripetendu i Tempi di fine

Cume l'era era persa

L'era di a pace in tutta a Rivelazione privata

Mentre chì e rivelazioni di Ghjesù à Luisa Piccarreta ponu esse solu i più pieni di referenze è descrizioni di l'era chì vene, sò luntanu da solu in queste prufezia. In fattu, e profezie riguardanti l'Era chì venenu sò cusì unanime in a rivelazione privata chì ùn anu dubbitu sorge à a statura di u Sensus Fidelium stessu! Cliccate quì per alcuni brevi frammenti di uni pochi esempi, è assicuratevi di cuntinuà a navigazione di stu situ per una più grande prufundità! Ancu di più impurtante, duvemu ricurdà chì e profezie di l'era ùn si trovanu micca solu in una rivelazione privata, ma piuttostu permeate l'Scrittura, u I Babbi di a Chjesa, è u Magisteru Papale ancu.

Watch Parte I:

Ascolta a Parte I:

 

Guarda a Parte II:

Ascolta a Parte II:

Footnotes

Footnotes

1 A Vita è Revelazioni di Santa Gertrude. "Da un religiosu di l'ordine di i Pores Clares". 1865. Pagina 150.
2 È à dì, a liscia di a sera serà cusì sfarente di quantu si presenu a maiò parte di e morti oghje chì ponu esse scumesse chjamate "morte" quandu paragunata - ancu s'è tecnicamente mantene sempre u listessu risultatu: l'anima chì parte da u corpu. A morte di Luisa ùn hè senza dubbiu l'esempiu per eccellenza quì, induve ci era una pace perfetta, è per ghjorni ùn pudìanu micca sapè se era ancu morta (vede www.SunOfMyWill.com)
3 Teshatologhi che provanu da u "legatu spirituale di Joachim di Fiore", chì a CDF hà rifiutatu.

U ritornu di l'influenza di Satanassu

A Chjesa insegna chì Ghjesù, in effetti, tornerà in gloria è chì stu mondu, cume a cunniscimu, ghjunghjerà à un frenu stridente. Eppuru questu ùn accadrà micca prima di una battaglia feroce è cosmica in cui u nemicu farà a so ultima offerta per a duminazione mundiale (Catechismu di a chiesa cattolica, 675-677). Al fine di l'era di a pace, u male torna à truvà u so modu in i cori umani, assai in u modu misteriosu chì Lucifer, una volta u putente anghjulu di Diu in u celu, u so "Lightbearer", in qualche modu si trasferì da grande altezza di santità in un male. cusì scuru chì cunvinse un terzu di l'angeli per unisce à ellu in un tentativu cundannatu, chì li hà purtatu à u focu eternu. 

A parolla "Armageddon" hè simbolica di sta finale di l'ultimi confronti, l'ultima grande battaglia di l'età trà u bè è u male chì si svolterà prima di a fine di u mondu (Revelazione 16:16). "Har" in ebraicu significa muntagna, è in a storia di l'Anticu Testamentu, "Megiddo" era un locu di parechje battaglie decisive per via di a larga pianura chì si stava davanti. Deborah è Barak scunfighianu Sisera è a so armata Canaanita (Ghjudici 4-5), Gedeon caccia i Midianiti è l'Amalekiti (Ghjudicate 6), Saul è l'armata di Israele sò stati scunfitti à causa di a so fallimentu di fidà in Diu (1 Sam 31) è l'esercitu egizianu sottu à u faraone Neco hà uccisu Josiasu, rè di Ghjuda (2 Reis 23: 29). 

Avemu vede cunsiglii di sta guerra finale in Revelazione 16:14 è in Revelazione 20: 7-9, induve Satanassu hè scatenatu per mezu di u misteriosu "Diu è Magog" di Revelazione è adunisce nemici da i quattru anguli di a terra (in essenza, in ogni locu) .

Prima di a fine di i mille anni, u diavulu serà liberatu di novu è riunisce tutte e nazioni pagane per fà a guerra contru a cità santa ... "Allora l'ultima rabbia di Diu verrà nantu à e nazioni, è di tuttu li distruggerà" è u mondu calà in una grande conflagrazione. -4mu seculu scrittore ecclesiasticu, Lactantius, "L'Institutu Divinu", I Fathers ante-Nicene, Vol 7, p. 211

Circaranu u campu di i cristiani, ma u focu da u celu li cunsumarà:

Quandu i mila anni sò compii, Satanassu serà liberatu da a so prigiò. Esce per ingannà e nazioni à i quattru anguli di a terra, Gog è Magog, per riunì li per a battaglia; u so numeru hè cum'è a rena di u mare. Invadenu a larghezza di a terra è circundavanu u campu di i santi è a cità amata. Ma u focu falò da u celu è i consumò. U Diavule chì li avia purtatu à u sbagliu hè statu lampatu in u pozzu di focu è di zolfu, duv’elli eranu a bestia è u falsu prufeta. Quì seranu turmentati ghjornu è notte per sempre è sempre. (Revelazione 20: 7-9)

Dopu, u Catechisimu dice: 

U regnu si rializerà, dunque, micca per un trionfu storicu di a Chjesa per via di una ascendenza progressiva, ma solu da a vittoria di Diu annantu à u sfondimentu finale di u male, chì farà chì a so sposa falasse da u celu. U trionfu di Diu annantu à a rivolta di u male prendrà a forma di Ghjudiziu di Ultimu dopu u sconvoltu cosmicu finali di stu mondu chì passa. -Catechisimu di a Chjesa cattolica, n. 677

Watch

Flussu

A Seconda Venuta

Ghjesù disse à Santa Faustina:

Prepararete u mondu per A mo vinuta finale. -Misericordia Divina in A Mi Anima, Ghjurnale, n. 429

Sì unu pigliò sta dichjarazione in un sensu cronulogicu, cum'è un mandatu per pronta, cum'ellu era, subitu per a seconda venuta, seria falsa. —PATTIVA BENEDICTO XVI, Luci di u Munnu, Una Conversazione cù Peter Seewald, p. 180-181

 

Tuttu hè prontu avà

Cerchi un momentu à l'imaghjine Timeline supra. Vede cumu progressemu versu l'eventuale, littirale risurrezzione di u Soli, chì hè Ghjesù Cristu U nostru Signore. Ma, avete ancu intesu parlà quì di Ghjesù chì vene per l'era di a pace. Chì ci hè questu pare "mezzu chì veni?" Sicondu i Fathers di Chjesa Prisenta, i papi, è un vastu corpu di rivelazione mistica, ùn hè micca a venuta di Ghjesù in a carne (l 'eresia di millenarisimu) ma U so prisenza inditica in modu tuttu novu L'Era di Pace hè a rializazione di u "U nostru Babbu" quandu vene u so Regnu è serà fattu "nantu à a terra cum'è hè in u celu". In e parolle di San Bernard:

Sapemu chì ci sò trè vini di u Signore. U terzu si trova trà l'altri dui. Hè invisibile, mentre chì l'altri dui sò visibili. A prima volta, hè statu vistu nantu à a terra, abitendu à mezu à l'omi ... In l'ultima venuta tutta a carne vede a salvezza di u nostru Diu, è chì l'anu da vede nantu à ellu chì anu perforatu. A venuta intermediata hè una oculta; in ellu solu l'eletti vedenu u Signore in u so propiu, è sò salvati. In a so prima venuta u Nostru Signore hè ghjuntu in a nostra carne è in a nostra debule; in questu mezzu vene vene in spiritu è ​​putenza; A l'ultima venuta serà vistu in gloria è maestà ... In casu chì qualchissia pensi chì ciò chì dicemu di questa meza venuta hè pura invenzione, stà à sente ciò chì u nostru Signore stessu dice: Se qualcunu mi ama, guardarà a mo parolla, è U mio Babbu l'amerà, è noi venimu à ellu. —St. Bernard, Liturgia di l'Ore, Vol I, p. 169

Questa idea di una "meza venuta" prima di vene finali di Cristu in a carne ùn hè nunda di novità, dice Benedettu XVI:

Mentre a ghjente avia parlatu prima di una doppia venuta di Cristu: una volta in Betlemme è di novu à a fine di u tempu - San Bernard di Clairvaux parlava di adventus medius, una venuta intermediaria, grazia à quale rinnova periodicamente a so intervenzione in a storia. Credu chì a distinzione di Bernard face una colpa à a bona nota ... -Light di le Monde, p.182-183, Una Conversazione Cù Peter Seewald

Hè a venuta di Cristu à abità in i so santi; per ripetiri in elli A so propria vita interiore in l'unione ipostatica di a so vuluntà umana cù a Voluntà Divina.

... in Cristu hè realizatu l'ordine ghjustu di tutte e cose, l'unione di u celu è a terra, cum'è Diu u Babbu hà intenzatu da u principiu. Hè l'ubbidienza di Diu, u Figliolu Incarnatu chì ristabilisce, ristabilisce, a cummunione originale di l'omu cù Diu è, per quessa, a pace in u mondu. A so ubbidenza unisce à una volta tutte e cose, "e cose in u celu è e cose nantu à a terra". —Cardinal Raymond Burke, discursu in Roma; U 18 di maghju di u 2018

È dunque, tutti quelli chì "vivono in a Voluntà Divina" in l'era di a Pace prufittàranu di a presenza di Cristu in una manera tuttu nova cum'è a "Santità di Santità" perchè Ellu viveranu a so vita divina in elli.

Hè a grazia di incarnarmi, di campà è cresce in a to anima, mai dallu lascià, pussede di voi è pussede da voi cum'è in una stessa è a stessa sustanza. Sò a so chì a cummunicazione à a vostra ànima in una compenetrazione chì ùn pò micca esse capita: hè a grazia di grazia ... Hè una unione di a stessa natura chì quella di l'unione di u celu, eccettu chì in u paradisu u vitellu chì oculta a Divinità. sparisce ... —Cucchita senza bisogna (María Concepción Cabrera Arias de Armida), citata A Curona è a Cumpletazione di Tutte e Santità, da Daniel O'Connor, p. 11-12; nb. Ronda Chervin, Camminate cun mè, Ghjesù

Hè questu "rigalu di vive in a Voluntà Divina" chì prepara a Sposa di Cristu per a Final o "Seconda Venuta" di Ghjesù, cum'è hè chjamatu in a Tradizione. Cum'è San Paulu hà scrittu:

Ci hà sceltu in ellu, prima di a fundazione di u mondu, per esse santu è senza sfavurità davanti à ellu ... chì puderia prisentà à ellu stessu a chjesa in splendore, senza mancu, nè arrughje nè qualcosa cusì, ch'ella pò esse santa è senza difettu . (Ef 1: 4, 5:27)

Hè a venuta di u Regnu nella chì face a Chjesa cum'è quella Immaculata, una Sposa adatta è bella per u sposu, per ...

... [Maria] hè l'immagine più perfetta di a libertà è di a liberazione di l'umanità è di l'universu. Hè à ella cum'è Mamma è Modellu chì a Chjesa deve circà per capiscenu in a so cumplessità u significatu di a so propria missione.  —POPE Ghjuvanni PAUL II, Redemptoris Mater, n. 37

Ci hà sceltu in ellu, prima di a fundazione di u mondu, per esse santu è senza sfavurità davanti à ellu ... chì puderia prisentà à ellu stessu a chjesa in splendore, senza mancu, nè arrughje nè qualcosa cusì, ch'ella pò esse santa è senza difettu . (Ef 1: 4, 5:27)

Seremu felici è feremu felici è dalli a gloria. Per u ghjornu di a nozze di l'Agnellu hè ghjuntu, a so sposa si hè pronta. Hè stata permessa di purtalla una panna luminosa, luminosa. (Rev 19: 7-8)

Durante l'era di a Pace, i diritti divini di i figlioli di Diu sò tornati; l'armunia trà l'omu è a creazione hè ristabilita; è a preghiera di Ghjesù per "una sola bandata" hè cumpiacente.

"È stanu à sente a mo voce, è ci sarà una sola volta è un pastore." Chì Diu ... in breve porti à cumpiendu a so profezia per trasfurmà sta visione cunsulante di u futuru in una realità presente ... Hè u compitu di Diu di fà nasce sta felice ora è di fà a so conoscenza di tutti ... esse una ora solenni, una grande cun cunsequenze micca solu per a restaurazione di u Regnu di Cristu, ma per a pacificazione di u ... Preguemu più fervente, è dumandemu à l'altri di pricà per sta pacificazione assai desiderata di a società. —PAPA PIUS XI, Ubi Arcani dei Consilioi "On a Pace di Cristu in u so Regnu", December 23, 1922

A venuta gloriosa di u Messia hè suspesu à ogni mumentu di a storia finu à u so ricunniscenza da "tuttu Israele", perchè "un indurimentu hè ghjuntu à Israele" in a so "incredulità" versu Ghjesù. -Catechismu di a chiesa cattolica, n. 674

Questa "pacificazione" hè ciò chì u Babbu di a Chjesa hà chjamatu "un riposu sabbatu" per a Chjesa. O cum'è San Ireneone dichjara:

... i tempi di u regnu, vale à dì u restu, u settimu ghjornu santificatu ... Questi si tenenu à piglià in i tempi di u regnu, vale à dì u settimu ghjornu ... u veru Sabatu di i ghjusti. -Avversu Haereses, Irenaeus di Lyon, V.33.3.4, I Fathers of the Church, CIMA Publishing Co.

Hè l'ultima tappa di a Chjesa prima di a Venuta Finale di u Signore:

Perchè questu [mediu] chì vene trà l'altri dui, hè cum'è una strada nantu à quale viaghjemu da a prima venuta à l'ultima. In prima, Cristu era a nostra redenzione; in l'ultimu, anu da apparisce cum'è a nostra vita; in questu mezzu chì vene, hè u nostru riposu è cunsulazione .... In a so prima venuta u Nostru Signore hè ghjuntu in a nostra carne è in a nostra debule; in questu mezzu vene vene in spiritu è ​​putenza; a l'ultima venuta serà vistu in gloria è maestà ... —St. Bernard, Liturgia di l'Ore, Vol I, p. 169

 

A nostra Signora, a Grande Chjave

Cusì, in quella luce, cunzidiate l'imagine di a Cronologia sopra à l'ultima volta. Se l'Era di Pace hè u "settimu ghjornu", allora u "ottu ghjornu" hè l'eternità, sicondu u Babbu Chjesa Precoce, Lactantius:

Ci hà da veramente riposà à u settimu ghjornu ... dopu à dà riposu à tutte e cose, ferà u principiu di l'ottava ghjurnata, vale à dì u principiu di un altru mondu. -Letta di Barnaba (70-79 d.C.), scritta da un Babbu Apostolicu di u Seculu Seculu

Cusì, cum'è qualsiasi ghjornu, hè precedutu da una "stella matina". In u nostru tempu, quella "stella matina" hè A Nostra Signora:

Maria, a stella brillante chì annuncia u Sun. —POPE ST. JOHN PAUL II, Reunione cù i Ghjuvanni in A Base Aerea di Cuatro Vientos, Madrid, Spagna; U 3 di maghju di u 2003; vatican.va

Eppuru, in u Libru di l'Apocalisse, Ghjesù descrive ellu stessu cum'è u "stella di la matina ".[1]Rev 22: 16 E Promessa questu:

À u vincitore, chì guarda i mo modi finu à a fine, daraghju autorità nant'à e nazioni. Li guvernerà cun una verga di ferru. Comu i vasi di arcilla saranu smarrisciuti, cumu aghju ricevutu l'autorità di u mo Babbu. È à ellu daraghju a stella di a mattina. (Rev 2: 26-28)

A vittoria, dunque, per quelli chì passanu fedelmente da a Grande Tempesta, hè u rigalu di Ghjesù stessu, realizatu internamente in ciò chì San Ghjuvanni Paulu II chjamava "Santità Nuova è Divina" o ciò chì altri mistichi si riferiscenu cum'è "a participazione cuntinua in l'operazione eterna di a Trinità; l'attualizazione piena di i puteri di l'ànima; ; u Modu Divinimu è Eternu di Santità; a più grande santità; è a Vita Reale di Ghjesù in l'anima, ecc. " [2]cf. A Corona di Santità: Nantu à a Rivelazioni di Ghjesù à Luisa Piccarreta [[pp. 110-111]

Cusì vene in vista completa a "chjave" è hermeneutica per a storia di a salvezza: A Vergine Maria hè u prototipu. Ella precede a Chjesa, micca solu cum'è a so mamma, ma cum'è a maghjina di ciò chì a Chiesa diventerà: immaculata, santa, unu cun a Voluntà Divina.

Santa Maria ... tù sì diventatu l'imagine di a Chjesa à vene ... —PATTIVA BENEDICTO XVI, Spe Salvi, n. 50

Ciò chì dicemu di Maria hè riflessu in a Chiesa; ciò chì dicemu di a Chjesa hè riflessa in Maria.

Quandu si parla di tutti, u significatu pò esse capitu di tramindui, quasi senza qualificazione. —Isaccu senza stella di Stella, Liturgia di l'ore, Vol. I, pag. 252

Eccu, hè solu quandu a Chjesa stessa diventa a Stella Matina per via di una incarnazione mistica di u so Signore chì Ellu vultarà in a carne in gloria:

A Chjesa, chì cumprende l'eletti, hè appiccicatu à l'estiu o à l'alba ... Serà ghjurnata cumplitamente per ella quandu brilla cù brillante perfetta di a luce interiore. —St. Gregoriu u Grande, Papa; Liturgia di l'Ore, Vol III, p. 308

 

A Venuta Finale

Quandu Ghjesù vene novu, serà cum'è Bernard hà dettu, "in gloria è maestà". È, sta volta, sarà in carne

Ellu vene à ghjudicà i vivi è i morti in a stessa carne in chì Ellu ascendì. —St. Leo u Grande, Sermone 74

Cristu hè statu vistu ultima volta in terra in a carne à a so Ascension in u Celu. E l'apòstuli quì prisenti, incapaci di caccià u so sguardu da u locu, sò stati infurmati da l'angeli dopu,

Omi di Galilea, perchè stai guardendu à u celu? Stu Ghjesù, chì hè statu purtatu da voi in u celu, vinarà di listessa manera chì l'avete vistu andà in celu. (Atti 1: 11)

Spiega Santu Tumasgiu

Ancu se essendu statu condannatu ingiustamente Cristu meritava u so putere di ghjudiziariu, Non ghjudicherà cù l'apparenza di infirmità induve era statu ghjudicatu ingiustamente, ma in l'aspettu di gloria induve ascendì à u Patre. Eccu u locu di a so Ascensione hè più adattatu à u ghjudiziu. —Summa Theologica, Supplimentu à a Terza Parte. Q 88. Articulu 4

Ci vole à ramintà chì nimu a sà "quellu ghjornu o st'ora" (Matteu 24:36). Di conseguenza, a durata di l'Era stessa chì precede questa Venuta Finale hè misteriosa. Ancu se unu pò truvà una piccula manciata di presunte profezie riguardu à a lunghezza di l'Era in i scritti di uni pochi di mistici, simu inclinati à dì chì hè sicuru di cunsiderà ste previsioni cum'è forse l'imaginari pii di u misticu chì si cunfondenu cù un autenticu rivelazione. Perchè, se u Celu avia da palisà a lunghezza di l'Era, allora tutti i cittadini di l'Era serianu privati ​​di quella gioia schiacciante chì sperimenteranu ogni matina, fighjendu u sorghja di u sole, cumu pensanu à se stessi "Forse dumane ùn videraghju micca a nascita di u sole, ma a Venuta di u Figliolu stessu chì aghju tantu brama di vede faccia a faccia."

Quandu si tratta di l'avvenimenti chì precedenu immediatamente a Venuta Finale, cunfirmemu certamente l'enigma. Eppuru chì uni pochi autori recenti - chì anu fattu un grande sforzu in generazione di i so tentativi à un sistema escatologicu-speculativu cumpletu (è in certi casi anu scrittu libri longu nantu à u listessu) - insiste chì a Venuta finale hè subitu dopu l'Anticristu (è, se posizianu una Era di Pace, a mettenu davanti à l'Anticristu), hè diventatu chjaru, da l'insegnamenti affidabili di i Padri Chjesa primi è u consensu unanimu di tutta l'era muderna di rivelazione privata di fiducia, chì questa spekulazione hè sbagliata.

Per stu cunsensu sopra citatu chì avemu stipulatu sopra hà simpricimenti vindicatu a lettura chjara di u Libru di Revelazione, chì troppu studiosi muderni anu pruvatu à scurzà insistendu à solu letture simboliche di quasi tutte e so interezza - un approcciu destinatu à fiascà quandu si dumanda qualunqui libru di l'Scrittura. Cusì, per riassumà a nostra Cronologia: L'Avertimentu, i Castichi è l'arrivata di l'Anticristu hè imminente. Dopu à u so regnu (è scunfitta) vene u regnu simbolicu "mille anni" di Cristu, a terra in a so Chjesa, in grazia. A seguita hè a misteriosa splusione di "Gog è Magog" à a fine di stu regnu in ciò chì porta à u mondu à fine è inutile in a Fìsica, Venite Finale di Cristu.

U regnu si rializerà, dunque, micca per un trionfu storicu di a Chjesa per via di una ascendenza progressiva, ma solu da a vittoria di Diu annantu à u sfondimentu finale di u male, chì farà chì a so sposa falasse da u celu. U trionfu di Diu nantu à a rivolta di u male prendrà a forma di Ghjudiziu di Ultimu dopu u sconvolimentu cosmicu finali di stu mondu chì passa. -Katechisimu di a Chjesa cattolica, 677

L'antica Enciclopedia Cattolica riassume tutti i so insignamenti cù e seguenti dichjarazioni concisi:

Cù l'insignamentu di a sintenza pronunziata in l'ultimu ghjudiziu, e relazioni è u trattamentu di u Creatore cù a criatura trovanu a so culminazione, sò spiegati è ghjustificati. U scopu Divinu hè statu rializatu, a razza umana hà da cunsequenza, ghjunghje u so destinu finale.

O cum'è Ghjesù hà dettu à Luisa Piccarreta: "U celu hè u destinu di l'omu". È cun quessa, u Signore chjamarà i morti à a vita per chì tutti quelli chì "morse in Ellu" puderanu sperimentà a gloria è a trasfigurazione di u so corpu, cum'è a nostra Reina è a Mamma sò in Celu.

 

L'ultimu Ghjudiziu

Sì l'amu, ùn avete nunda di paura.

Benchì tuttu serà messu nudu u ghjornu di u Ghjudiziu - ùn ci saranu assolutamente micca più secreti - questu ùn hè nunda per a ghjusta a paura. Perchè, cum'è sapemu, "Tutti anu peccatu" (Rumani 3:23), è ùn ci hè nunda di vergogna in u peccatu perdonatu, perciò ùn ci sarà nunda di vergogna per l'eletti quandu ancu i so peccati più scuri rivelati; perch'elli seranu felici chì tutte l'ànime si ponu rallegra cun elli in vede sta esibizione superabundante di a Misericordia Divina.

Concludemu questa sezione cun una serie di citazioni da un meraviglioso libru - una chì Santa Teresa di Lisieux hà dettu chì era una di e "grandi grazie di a so vita" - intitulata A fine di u Munnu prisente è i misteri di a vita futura. Stu libru hè custituitu u testu di una seria di ritirati datu da Fr. Charles Arminjon in u 19u seculu, è sparte belli insegnamenti nantu à a Venuta Finale di Cristu è i fatti chì vanu à andà cù a so arrivata, in particulare, a gloria finale di Diu data à u corpu, l'anima è a spirtia fatta in a so maghjina.

Sia San Atanasiu, in u so credo, sia u Quartu Cunciliu Lateranu esprimenu sta verità in termini micca menu precisi è ancu più espliciti: "Tutti l'omi", dicenu, "devenu risuscità cù i stessi corpi cù i quali eranu uniti in u a vita prisente. "... Tale era a speranza inestabile di Job. Mentre era pusatu nantu à a so sterpa, sprecatu da a putrefazione, ma cù un visu senza scumpientu è ochji luccicanti, tutta a durata di l'età li lampava in mente. In un estasi di gioia hà cuntemplatu, in a luminosità di a luce prufetica, i ghjorni quandu ellu scuzzulerà a polvara di u so bara, è hà dichjaratu: «Sò chì u mo Redentore vive ... chì eiu stessu videraghju; i mo stessi ochji, micca quelli di l'altri, u videranu ".

Questa duttrina di a risurrezzione hè a chjave fundamentale, u pilastru, di l'edificiu cristianu sanu, u puntu focu è centru di a nostra Fede. Senza ellu ùn ci hè micca redenzione, e nostre credenze è a nostra predicazione sò inutile, è tutte e religioni scruccate à a basa ...

Scrittori raziunalisti anu dichjaratu chì sta creenza in a risurrezzione ùn era micca cuntinuta in l'Anticu Testamentu, è chì data solu di l'evangelu. Nunda ùn puderia esse più sbagliata ... tutti [i patriarchi è i profeti] tremblanu di gioia è di speranza à a pruspettiva di l'immortalità prumessa, è celebrete sta nova vita chì diventerà a so al di là di a tomba è chì ùn averà micca fine. …

U corpu umanu, fattu da e so mani è animatu da u so respiru, hè l'epitomu di e so meraviglie, l'opera maestra di a so saviezza è di a so divinità. Per a bellezza è l'eleganza di a so custruzzione, a nobiltà di u so portu è i splendori chì brillanu, u corpu di l'omu hè infinitamente superiore à tutti l'esseri materiali chì sò venuti da e mani di Diu. Hè à traversu u corpu chì a mente revela u so putere è eserciteghja a so regia. Hè u corpu, dice Tertulianu, questu hè l'organu di a vita divina è di i sacramenti. Hè u corpu chì hè lavatu da l'acqua di u Battesimu, per chì l'ànima puderà ottene a so purezza è a so chiarezza ... Ghjè u corpu chì riceve l'Eucaristia è calma a sete cù u sangue divinu, chì l'omu, divente unu cun Cristu è u sparte cun ellu a stessa vita, pò campà eternamente ... U corpu di l'omu ... puderia esse cum'è l'erba in i campi, escia in a vita per un mumentu, solu per diventà a preda di i vermi è l'invitatu di a morte per sempre? Chistu saria una blasfemia contru a Pruvidenza è un affrontu à a so Buntà infinita ...

Si dumandassi perchè Diu vi pare adattatu per unisce, in una è stessa criatura, dui principii cusì disparati, cusì sferenti in a so essenza e proprietà, cum'è mente è corpu; perchè ùn vulia chì l'omu sia, cum'è l'angeli, un spiritu pura, rispunderaghju chì Diu hà agitu cusì chì l'omu puderia esse veramente u rè è epitome di tutte e so opere; per chì ellu puderia, dopu a maniera di Cristu, ricapitulà in a so persunalità a totalità di elementi creati è di esseri, per chì ellu puderia esse u centru di tutte e cose è, cunghjuntendu a mente è u corpu, l'ordine visibile è invisibile, serve cum'è interpretu di tutti dui, e li offre simultaneamente à l'Altissimu, in u so omaggio è adorazione ...

... a risurrezzione serà istantanea: serà rializata in u scintillu d'un ochju, dice San Paulu, in un istante imperceptibile, in un lampu. I morti, addurmintati in u slumber di parechji seculi, senteranu a voce di u Creatore, è ubbidiscenu à ellu appena prontamente l'elementi ubbidì à ellu durante i sei ghjorni [di Creazione]. Scusperanu i vestiti chì appiccicanu di a so notte di età maiò è si liberaranu da u grippu di a morte, incù una più grande nimilità di un omu di dorme chì svegliate cun un principiu. Cume, anticu, Cristu esciò da a so tomba cù a velocità di u fulminu, cacciatu u so sudore in un mumentu, ebbe a petra sigillata di u so sepolcro alzata da un anghjulu, è lanciò i guardiani, morti morti cun spaventu, à a terra, cusì, dice Isaia, in un spaziu ugualmente imperceptibile di u tempu, a morte serà ghjunta ...

Oceanu è terra aprireghjanu a so prufundità per scaccià e so vittime, appena a balena chì avia tracciata Ghjona hà apertu u so mandibulu per spazzallu nantu à a riva di Tharsis. Tandu l'omu umanu, liberu, cum'è Làzaru, di i legami di a morte, si affureghjanu in una vita nova trasfigurata, è insultarà u crudele nemicu chì avia sentitu sicura chì li manteneria incuscinati in captivezza infinita. Diceranu, "O morte, induve hè a vostra vittoria? O morte, induve hè a to puntura? "...

A risurrezzione serà un spettaculu grandiosu, imponente, chì superirà tutti quelli mai vistu in terra, è esclussendu ancu a solemnità di a prima creazione ...

Cù a risurrezzione realizata, a cunsequenza immediata hè u ghjudiziu, chì averà da piglià senza ritardu ... U ghjudiziu generale hè un certu fattu, annunziatu da i profeti; hè una verità chì Ghjesù Cristu insiste constantemente, una verità ratificata da a ragione è in cunsunanza cù a lege di a cuscenza è ogni idea d'equità ...

Questa ghjudiziu hè currettamente chjamata universale perchè serà esercitata annantu à tutti i membri di a razza umana, perchè coprerà ogni crimine, ogni delittore, è perchè sarà definitivu è irrevocabile ... ùn ci sarà più distinzione di ricchezza, nascita, o rangu ... i vittorie di grandi capitani, l'opere cuncipite da geniu, l'imprese è e grandi scuperte seranu cunsiderate meraviglie è ghjocu di u zitellu ...

Ciò chì hà dettu, Cumplerà; ciò chì hà fattu, Ellu cunfirmarà. Ciò chì Ellu vuleva restà eternamente fissu, perchè u celu è a terra passanu, ma a Parola di Diu ùn sarà sottumessa à alcun errore o cambiamentu ...

Se Diu hè silenziu è pare in questu mumentu di u sonnu di dorme, Ellu svegliarà inaffarevule in u so stessu tempu ... Se l'audizione più solenni di tutti hè stata aghjustata, hè di pocu tempu ...

... tutti l'omi cattivi, i panfletti di un pensamentu liberu, l'invintatori di leghji ingiuste, quelli chì viulanu l'onore è a libertà di a famiglia, è i diritti è a virtù di i zitelli; ma chì quelli omi chì sfidanu Diu è arrimanu e so minacce averemu un ghjornu un rigalu è rigurosu cuntu per rende à a so ghjustizia ... hè una verità assolutamente certa ... è, prima o dopu, stabiliscenu stu cuntu. U ghjornu di una soluzione di riparazione, i gattivi che chjamavanu i fissi ghjusti, chì si sbattulavanu e so lacrimi è lacrime, cum'è l'omi affamati chì devoranu u pane, amparanu à u so costu chì Diu ùn soffre micca d'esse burlatu ... —Tiratu da porzioni di pagine 78-106

A fine. O, piuttostu, u principiu ... di l'eternità.

 

Watch

Flussu

Footnotes

Footnotes

1 Rev 22: 16
2 cf. A Corona di Santità: Nantu à a Rivelazioni di Ghjesù à Luisa Piccarreta [[pp. 110-111]