Un Anima Californiana - I Raggi di u mo Splendore

Versu u 1997, un omu è una donna in California, chì stavanu campendu inseme in una vita di peccatu, anu avutu una cunversione prufonda attraversu a Misericordia Divina. A moglia era stata invitata à l'internu di inizià un gruppu di rosariu dopu avè sperimentatu a so prima Novena di Misericordia Divina. Sete mesi dopu, una statua di Nostra Signora di u Coraculu Immaculatu in a so casa hà cuminciatu a chiancià profusamente l'oliu (più tardi, altre statue è immagini sacre anu iniziatu à scrucià l'oliu fragrante mentre un crucifissu è una statua di San Piu purgava. Una di queste stampe hè avà appiccicatu in u Centru Marianu situatu à u Santuariu di a Misericordia Divina in Massachusetts. Perchè sti imagini cumincianu à attruverà parechje persone à a so casa à u principiu, u so direttore spirituale accunsentì chì restanu anonimi). Stu miraculu li hà purtatu à rimpruverà di a so situazione di vita è entre in un matrimoniu sacramentale.

Circa sei anni dopu, l'omu hà cuminciatu audibilmente ascultendu a voce di Ghjesù (ciò chì si chjama "locuzione"). Ùn avia quasi nisuna catechesi o capiscitura di a Fede Cattolica, allora a voce di Ghjesù u alarmò è l'affascinò. Ancu se alcune di e parolle di u Signore eranu d'avvertimentu, hà descrittu a voce di Ghjesù cum'è sempre bella è dolce. Hà ancu ricevutu una visita da San Pio è locuzioni da Santa Teresa di Lisieux, St. Catalina di Siena, San Michele Arcangelu è decine di locuzioni da a Madonna mentre si trovanu davanti à u Santissimu Sacramentu. Dopu avè trasmessu dui anni di missaghji è secreti (cunnisciutu solu da questu omu è da esse annunziatu in un futuru tempu cunnisciutu solu da u Signore) e locuzione si sò piantate. Ghjesù disse à l'omu: "Ùn cesseraghju di parlà avà, ma a Mi Mamma vi cuntinuarà à guidà."A coppia si sentia chjamata per inizià una cenacche di u Muvimentu Marianu di Sacerdoti induve meditanu i missaghji di a Nostra Signora per Fr. Stefanu Gobbi . Sò stati dui anni in queste cenaculi chì e parole di Ghjesù sò diventate realtà: A Nostra Signora hà cuminciatu à guidallu, ma in u modu più notevule. Durante i cenaculi, è in altri occasioni, st'omu videria "in l'aria" davanti à ellu i numeri di messagi da u chjamatu "Libru Blu ", a racolta di e rivelazioni chì a nostra Signora ha datu Fr. Stefanu Gobbi , "À i Sacerdoti I Figlius Amati di A nostra Signora." Sia u maritu è ​​a moglia soffrenu assai per u so ministeru, ma continuamente l'offrenu à u Signore per a salvezza di l'anime. Ci hè da notà chì questu omu fa micca leghjite u Libru Blu sin'à oghje (cum'è a so educazione hè assai limitata è hà una disabilità di lettura). Dapoi l’anni, sti numeri chì si materializavanu cunfermavanu in innumerevule occasioni i conversazioni spontanii in i so cenaculi, è avà oghje, l’avvenimenti chì si tenenu in u mondu. Fr. I messaggi di Gobbi ùn anu micca fallutu ma ora trovanu a so cumplimentu in tempu reale.


U 17 di marzu, 2021, st'anima californiana "hà vistu" u numeru 475 da u Libru Blu. Stu messagiu hè statu uriginale datu à Fr. Stefanu Gobbi in Vicenza, Italia u 15 d'Agostu 1992 annantu à a Festa di l'Assunta di a Beata Vergine Maria in Celu

 

I raggi di u mo splendore

Fighjate u splendore celestiale di u mo corpu, assuntu in a gloria di u paradisu, figlioli amati, è andate cun mè versu u paradisu sicuru di a vostra liberazione, chì hè avà vicinu. Sì a mo gioia è a mo corona. Sì l'astri luccicanti chì facenu chì u mo mantellu reale luci sempre più brillantemente. È cusì vi invitu à campà cun mè, stu ghjornu, inseme cù l'anime di i santi in paradisu, è cù l'ànime benedette chì sò purificate in u purgatoriu.

Oghje, mentre contemplanu, à a luce di u paradisu, u corpu gluriosu è glurificatu di a vostra Madre celeste, l'angeli è tutte e coorte angeliche esultanu; i santi di u celu si rallegranu; e anime chì sò purificate saltanu di gioia; è a pellegrina è a Chjesa chì soffre, chì viaghja per u desertu di u mondu è di a storia, hè rinfurzata in a so speranza è cunsulata à mezu à e so numerose tribulazioni.

Purtate in ogni locu u balsamu di a mo cunsulenza materna. Stendi a mo luce in u bughju prufondu chì ti circonda. Sì i raggi di u mo splendore. Per mezu di voi, vogliu chì sti raghji si spanninu in ogni locu è chì falinu, cum'è una rugiada celeste, nantu à a povera umanità - avà in pussessu di u Male - è nantu à a mo Chjesa chì stà vivendu l'ora di a so dolorosa Passione. Sparse i raghji di a fede, in sti tempi di grande apostasia; di speranza, in un mondu impregnatu da u materialisimu è da a ricerca sempre peghju di u piacè; d'amore, in mezu à l'egoisimu è l'odiu è di una grande indifferenza versu i debuli, i poveri è i suffrenenti; di purezza, à mezu à tale imbruttezza diffusa; di silenziu, in u rimusciu assurdante di e voce; di preghera, à mezu à a dissipazione generale; d'umilità, in mezu à una grande fiertà; è di ubbidienza, à mezu à una rivolta cusì vasta. Fate chì i raghji di a mo gloria scendinu in ogni locu, O tù chì site e stelle luccichenti di u mo mantellu luminosu è maternu!

In questu modu, formate a nova Chjesa; riunite da tutti i lati i mo figlioli, chjamati per fà parte di u picculu restu fidu; accurtate i tempi di a vostra crudeltà schiavitù; preparate cori è anime per riceve u Signore chì vene. In questu ghjornu, quandu u paradisu hè unitu à a terra, ti riaffermu in u mo pianu; Vi ricevi in ​​u fondu di u mo Cuore Immaculatu; Vi cunducu cun fermezza lungo a strada di a vostra liberazione, per uttene infine u novu celu è a nova terra.

 

Posted in Un ànima californiana, Fr. Stefanu Gobbi, missaghji, U Pianu di u travagliu.