Anticristo ... prima dell'era della pace?

Diversi messaggi, compresi quelli recenti sul Conto alla rovescia per il Regno, parlano della vicinanza del prossimo Anticristo, come qui, qui, qui, quie qui, per citarne solo alcuni. In quanto tale, solleva domande familiari su sincronizzazione dell'Anticristo che molti presumono sia alla fine del mondo. Quindi, stiamo ripubblicando questo articolo dal 2 luglio 2020 (vedi anche le schede nel nostro Sequenza temporale per una spiegazione più dettagliata della prossima sequenza di eventi secondo i primi Padri della Chiesa):


 

Un blogger irlandese ha affermato che Countdown to the Kingdom sta promuovendo "eresia" e "errore dottrinale" nel nostro Sequenza temporale, che mostra l'arrivo di un Anticristo prima l'era della pace. Il blogger afferma anche che Nostro Signore "la venuta" per stabilire un'era di pace costituisce una "terza venuta" di Cristo ed è, quindi, eretico. Quindi, conclude, i veggenti su questo sito web sono "falsi" - anche se molti di loro hanno l'approvazione della Chiesa in un modo o nell'altro (e nessuna sono condannati, o non sarebbero citati qui. Il loro status ecclesiale può essere facilmente confermato andando alla sezione “Perché quel veggente?"E leggendo le loro biografie.)

Le accuse avanzate da questo blogger non sono nuove per noi e hanno ricevuto una risposta approfondita attraverso numerosi scritti e libri dei contributori di questo sito Web, che hanno attinto ai chiari insegnamenti della Chiesa cattolica e delle Scritture per fornire una cronologia degli eventi. Ma per il bene di nuovi lettori che possono essere scossi da queste affermazioni rauche, risponderemo brevemente alle sue obiezioni qui.

 

Comprendere il giorno del Signore

L'autore del blog afferma: "Secondo gli insegnamenti della Chiesa cattolica, e, i Padri, i Dottori, i Santi e i mistici approvati della Chiesa, Cristo verrà nell'ultimo giorno e distruggerà il regno dello stesso Anticristo proprio alla fine del Tempo. Questo è in completo accordo con la Bibbia e l'insegnamento di San Paolo ".

Il punto in cui divergiamo con questo autore - e questo è fondamentale - sta nel suo cronologia interpretazione di ciò che significa "Last Day". Chiaramente, sembra credere che l'ultimo giorno, o quello che la Tradizione chiama il "Giorno del Signore", sia un giorno di ventiquattro ore. Tuttavia, questo non è ciò che insegnavano i primi Padri della Chiesa. Attingendo sia all'Apocalisse di San Pietro che a quella di San Giovanni, e secondo i discepoli di San Giovanni nella Chiesa in erba, il Giorno del Signore è simbolicamente rappresentato da "mille anni" nel Libro dell'Apocalisse:

Ho visto le anime di coloro che erano stati decapitati per la loro testimonianza a Gesù e per la parola di Dio, e che non avevano adorato la bestia o la sua immagine e non avevano ricevuto il suo marchio sulla fronte o sulle mani ... saranno sacerdoti di Dio e di Cristo, e regneranno con lui per mille anni. (Ap 20: 4, 6)

I Padri della Chiesa primitiva hanno giustamente compreso come simbolico gran parte della lingua di San Giovanni.

... comprendiamo che un periodo di mille anni è indicato in un linguaggio simbolico. -St. Giustino Martire, Dialogo con Trypho, Cap. 81, I padri della chiesa, Patrimonio cristiano

Ancora più importante, hanno visto questo periodo di mille anni come rappresentante il Giorno del Signore:

Ecco, il Giorno del Signore sarà di mille anni. —Lettere di Barnaba, I padri della chiesa, Ch. 15

Hanno insegnato questo, attingendo in parte, all'insegnamento di San Pietro:

Non ignorare questo fatto, amato, che un giorno il Signore è come mille e mille anni come un giorno. (2 Peter 3: 8)

... questo nostro giorno, che è delimitato dal sorgere e dal tramonto del sole, è una rappresentazione di quel grande giorno a cui il circuito di mille anni fissa i suoi limiti. -Lactantius, Padri della Chiesa: I Divini Istituti, Libro VII, capitolo 14, Enciclopedia cattolica; www.newadvent.org

Con questa corretta comprensione dottrinale del Giorno del Signore, tutto il resto va a posto.

 

Il tempismo dell'Anticristo

Secondo San Giovanni, prima questo regno dei "mille anni" del Giorno del Signore, Gesù viene[1]Ap 19: 11-21; inteso come una manifestazione spirituale della sua potenza, non una venuta fisica di Cristo sulla terra, che è l'eresia del millenarismo. Vedere Millenarianismo: cosa è e cosa non è per distruggere la "bestia" e il "falso profeta". Leggiamo nel capitolo precedente:

La bestia fu catturata, e con essa il falso profeta che in sua presenza aveva elaborato i segni con cui aveva ingannato quelli che avevano ricevuto il marchio della bestia e quelli che adoravano la sua immagine. Questi due furono gettati vivi nel lago di fuoco che brucia di zolfo. (Rivelazione 19: 20)

Di nuovo, dopo questo evento, iniziano i “mille anni”, che i Padri della Chiesa chiamavano il Giorno del Signore. Questo è del tutto coerente con l'insegnamento di San Paolo sui tempi dell'Anticristo:

Nessuno ti inganni in alcun modo; poiché [il Giorno del Signore] non verrà, a meno che non venga prima la ribellione e non venga rivelato l'uomo dell'illegalità, il figlio della perdizione ... che il Signore Gesù ucciderà con lo spirito della sua bocca; e distruggerà con lo splendore della sua venuta. (2 Tess 3: 8)

In sintesi quindi:

San Tommaso e San Giovanni Crisostomo spiegano le parole quem Dominus Jesus destruet illustratione adventus sui ("Che il Signore Gesù distruggerà con la luminosità della Sua venuta") nel senso che Cristo colpirà l'Anticristo abbagliandolo con una luminosità che sarà come un presagio e segno della sua seconda venuta (alla fine dei tempi) … Più autorevole punto di vista, e quello che sembra essere più in armonia con la Sacra Scrittura, è che, dopo la caduta dell'Anticristo, la Chiesa cattolica entrerà di nuovo in un periodo di prosperità e trionfo. -La fine del mondo presente e i misteri della vita futura, P. Charles Arminjon (1824-1885), p. 56-57; Sophia Institute Press

Quindi aggiunge:

... se studiamo solo un momento i segni del tempo presente, i sintomi minacciosi della nostra situazione politica e delle nostre rivoluzioni, nonché il progresso della civiltà e il crescente progresso del male, corrispondenti al progresso della civiltà e alle scoperte nel materiale ordine, non possiamo non prevedere la vicinanza della venuta dell'uomo del peccato e dei giorni di desolazione predetti da Cristo.  - P. Charles Arminjon (1824-1885), La fine del mondo presente e i misteri della vita futura, pag. 58; Sophia Institute Press

Cioè, una "Era di Pace" segue la morte dell'Anticristo. Allora il Regno di Cristo regnerà davvero fino alle estremità della terra nella sua chiesa, proprio come hanno insegnato San Giovanni, il Magistero e Nostro Signore:

Coloro che hanno visto Giovanni, discepolo del Signore, [raccontaci] che hanno sentito da lui come il Signore ha insegnato e parlato di questi tempi ... -St. Ireneo di Lione, Padre della Chiesa (140–202 d.C.); Adversus Haereses, Ireneo di Lione, V.33.3.4,I padri della chiesa, CIMA Publishing Co.

La Chiesa cattolica, che è il regno di Cristo sulla terra, è destinata a essere diffusa tra tutti gli uomini e tutte le nazioni ... —Papa Pio XI, Quas primas, Enciclica, n. 12, Dic. 11th, 1925

Questo vangelo del regno sarà predicato in tutto il mondo come testimone di tutte le nazioni, e poi verrà la fine. (Matteo 24: 14)

Questo insegnamento è stato sviluppato negli scritti dei primi Padri della Chiesa che hanno descritto questo "regno" di Cristo come i "tempi del regno" o un "riposo sabbatico" per la Chiesa.

La Chiesa “è il Regno di Cristo già presente nel mistero”… [Gesù] può anche essere inteso come il Regno di Dio, perché in lui regneremo. -Catechismo della Chiesa Cattolica, nf. 763, 2816

... quando l'Anticristo avrà devastato tutte le cose in questo mondo, regnerà per tre anni e sei mesi e siederà nel tempio a Gerusalemme; e poi il Signore verrà dal Cielo tra le nuvole ... mandando quest'uomo e coloro che lo seguono nel lago di fuoco; ma portando per i giusti i tempi del regno, cioè il resto, il settimo giorno consacrato ... Questi devono avvenire ai tempi del regno, cioè il settimo giorno ... il vero sabato dei giusti. -St. Ireneo di Lione, Padre della Chiesa (140–202 d.C.); Adversus Haereses, Ireneo di Lione, V.33.3.4,I padri della chiesa, CIMA Publishing Co.

Pertanto, resta un riposo di sabato per il popolo di Dio. (Ebrei 4: 9)

Dopo, arriva l '"ottavo giorno", cioè l'eternità.

... Suo Figlio verrà e distruggerà il tempo del senza legge e giudicherà il senza Dio, e cambierà il sole, la luna e le stelle - quindi riposerà davvero il settimo giorno ... dopo aver dato riposo a tutte le cose, farò inizio dell'ottavo giorno, cioè l'inizio di un altro mondo. —Lettere di Barnaba (70-79 d.C.), scritta da un padre apostolico del II secolo

Anche questo è chiaramente documentato nella visione di San Giovanni nel Libro dell'Apocalisse ...

 

Gli "ultimi giorni" effettivi

Dopo che i "mille anni" o Era di pace sono finiti, Satana viene liberato dall'abisso in cui era stato incatenato,[2]Rev 20: 1-3 per un ultimo assalto alla Chiesa attraverso "Gog e Magog". Ora ci stiamo davvero avvicinando agli "ultimi giorni" letterali della terra come la conosciamo.

Prima della fine dei mille anni, il diavolo si scioglierà di nuovo e riunirà tutte le nazioni pagane per fare la guerra contro la città santa ... "Allora l'ultima rabbia di Dio verrà sulle nazioni e le distruggerà completamente" e il il mondo scenderà in una grande conflagrazione. —4 ° secolo scrittore ecclesiastico, Lattanzio, “I Divini Istituti”, I padri ante-nicene, Vol 7, p. 211

E qui è un cruciale indizio sul motivo per cui il regno dell'Anticristo - o "bestia" - è non lo stesso come quest'ultima rivolta. Perché quando Satana raduna un esercito per marciare sul "campo dei santi", San Giovanni scrive che ...

... il fuoco scese dal cielo e li consumò, e il diavolo che li aveva ingannati fu gettato nel lago di fuoco e zolfo dov'erano la bestia e il falso profeta. (Ap 20: 9-10)

Erano già lì perché è lì che Gesù li ha consegnati prima l'era della pace.

Ora, tutto ciò che è stato detto, questa rivolta finale di "Gog e Magog" alla fine dei tempi può anche essere considerata un altro "anticristo". Perché nelle sue lettere, San Giovanni insegnava questo, “proprio come avete sentito che l'anticristo stava arrivando, così ora molti anticristi sono comparsi."[3]1 John 2: 18

Per quanto riguarda l'anticristo, abbiamo visto che nel Nuovo Testamento assume sempre i lineamenti della storia contemporanea. Non può essere limitato a nessun singolo individuo. Lo stesso indossa molte maschere in ogni generazione. —Cardinal Ratzinger (PAPA BENEDETTO XVI), Teologia dogmatica, Eschatology 9, Johann Auer e Joseph Ratzinger, 1988, pag. 199-200

E così, Sant'Agostino insegnò:

Potremo davvero interpretare le parole: “Il sacerdote di Dio e di Cristo regnerà con Lui mille anni; e quando i mille anni saranno finiti, Satana sarà sciolto dalla sua prigione; " poiché così significano che il regno dei santi e la schiavitù del diavolo cesseranno simultaneamente ... così alla fine usciranno che non appartengono a Cristo, ma a quello ultimo Anticristo… -St. Agostino, i padri anti-nicene, Città di Dio, Libro XX, cap. 13, 19

 

A Middle Ining?

Infine, il nostro autore irlandese si è opposto all'idea della "venuta" di Cristo per stabilire un'era di pace prima della Sua ultima o "Seconda Venuta" (nella carne) alla fine del mondo (vedere Sequenza temporale). Ciò costituirebbe una "Terza Venuta", ha detto, ed è quindi "eretico". Non è così, disse San Bernardo.

Nel caso in cui qualcuno dovrebbe pensare che ciò che diciamo di questa venuta di mezzo sia pura invenzione, ascolta ciò che dice lo stesso nostro Signore: Se qualcuno mi ama, manterrà la mia parola e mio Padre lo amerà e noi verremo da lui. -St. Bernardo, Liturgia delle Ore, Volume I, p. 169

Se "manterrà la mia parola" è inteso come il Dono di vivere nella Divina Volontà che i mistici dicono è l'adempimento del “Padre nostro” durante l'Era di Pace, allora quello che abbiamo è a convergenza perfetta delle Sacre Scritture, i Padri della Chiesa primitiva, il Magistero e mistici credibili.

Poiché questa [metà] venuta si trova tra le altre due, è come una strada su cui viaggiamo dalla prima all'ultima. Nel primo, Cristo era la nostra redenzione; nell'ultimo apparirà come la nostra vita; in questo momento, è nostro riposo e consolazione. .... Nella sua prima venuta, Nostro Signore venne nella nostra carne e nella nostra debolezza; in questa venuta di mezzo viene in spirito e potere; alla fine verrà visto in gloria e maestà ... -St. Bernardo, Liturgia delle Ore, Volume I, p. 169

Questo insegnamento è stato affermato dallo stesso papa Benedetto:

Mentre la gente aveva precedentemente parlato solo di una duplice venuta di Cristo - una volta a Betlemme e di nuovo alla fine dei tempi - San Bernardo di Chiaravalle parlò di un adventus medius, un arrivo intermedio, grazie al quale rinnova periodicamente il suo intervento nella storia. Credo che la distinzione di Bernard colpisce solo la nota giusta ... —POPE BENEDETTO XVI, Luce del mondo, p.182-183, Una conversazione con Peter Seewald

In realtà l'Era della Pace - e la Passione della Chiesa che la precede per mano dell'Anticristo - sono i mezzi con cui la Chiesa viene purificata e configurata per il suo Signore in modo da diventare una Sposa adatta attraverso la dimora del Regno come è in paradiso:

Non sarebbe incompatibile con la verità capire le parole, "La tua volontà sarà fatta sulla terra come in cielo" intendere: "nella Chiesa come nel nostro Signore Gesù Cristo stesso"; o "nella Sposa che è stata promessa sposa, proprio come nello Sposo che ha compiuto la volontà del Padre". -Catechismo della Chiesa Cattolica, n. 2827

Infatti, Benedetto ci esorta a pregare per questa “venuta di mezzo”!

Perché non chiedergli di inviarci nuovi testimoni della sua presenza oggi, in cui egli stesso verrà da noi? E questa preghiera, sebbene non sia direttamente focalizzata sulla fine del mondo, è comunque a vera preghiera per la sua venuta; contiene l'intera ampiezza della preghiera che lui stesso ci ha insegnato: "Il tuo regno viene!" Vieni, Signore Gesù!"- PAPA BENEDETTO XVI, Gesù di Nazaret, Settimana Santa: dall'ingresso in Gerusalemme alla risurrezione, pag. 292, Ignatius Press

In conclusione, quindi, ci si deve chiedere se il nostro autore irlandese considera anche questi papi "eretici":

Chi può non vedere che la società è in questo momento, più che in un'epoca passata, soffrire di una malattia terribile e profondamente radicata che, sviluppandosi ogni giorno e mangiando nel suo essere più profondo, la sta trascinando alla distruzione? Capisci, Venerabili Fratelli, che cos'è questa malattia ...apostasia da Dio ... Quando si considera tutto ciò, vi sono buone ragioni per temere che questa grande perversità possa essere come un assaggio, e forse l'inizio di quei mali che sono riservati agli ultimi giorni; e quello lì potrebbe essere già nel mondo il "Figlio della Perdizione" di cui parla l'Apostolo. —POPE ST. PIO X, E Supremi, Enciclica sulla restaurazione di tutte le cose in Cristo, n. 3, 5; 4 ottobre 1903

Ora siamo di fronte al più grande confronto storico che l'umanità abbia mai vissuto. Ora stiamo affrontando il confronto finale tra la Chiesa e l'anti-chiesa, tra il Vangelo e l'anti-vangelo, tra Cristo e l'anticristo. - Cardinale Karol Woytla (PAPA GIOVANNI PAOLO II) Congresso Eucaristico per la celebrazione bicentenaria della firma della Dichiarazione di Indipendenza, Filadelfia, Pennsylvania, 1976; cf. Cattolica online

La società moderna è nel mezzo della formulazione di un credo anticristiano, e se uno si oppone, viene punito dalla società con la scomunica ... La paura di questo potere spirituale dell'Anticristo è quindi solo più che naturale, e davvero ha bisogno dell'aiuto delle preghiere da parte di un'intera diocesi e della Chiesa universale per resistere. —EMERITUS PAPE BENEDICT XVI, Benedetto XVI La biografia: volume uno, di Peter Seewald

 


 

Per un esame più dettagliato di questi argomenti, leggi l'articolo di Mark Mallett:

Ripensare i tempi finali

La venuta di mezzo

Millenarianismo: cosa è e cosa non è

Come l'era era persa

Il confronto finale (libro)

Inoltre, vedi l'analisi esaustiva e la difesa dell'Era di Pace del Prof.Daniel O'Connor nel suo potente libro La corona della santità.

Le note

Le note

1 Ap 19: 11-21; inteso come una manifestazione spirituale della sua potenza, non una venuta fisica di Cristo sulla terra, che è l'eresia del millenarismo. Vedere Millenarianismo: cosa è e cosa non è
2 Rev 20: 1-3
3 1 John 2: 18
pubblicato in Dai nostri collaboratori, Messaggi, Il periodo dell'Anticristo.