Chi è il Restrainer?

Un recente messaggio del veggente canadese, p. Michel Rodrigue, è stato ampiamente diffuso in una lettera che abbiamo ricevuto anche da lui (Clicca qui per leggerlo in fondo a questo articolo). Sostiene di aver fatto un sogno profetico in cui è stato rivelato che San Giuseppe è il "limitatore" di 2 Tessalonicesi 2 che sta trattenendo l'Anticristo, e che questo freno sarà rimosso alla fine dell'Anno di San Giuseppe. l'8 dicembre 2021.

L'identità di questo “contenitore” era nota ai tempi di san Paolo, ma non fu riportata nella sua lettera ai Tessalonicesi. Ecco cosa molte voci nella Chiesa, compresi i Padri della Chiesa, hanno detto di questo passaggio nel corso dei secoli...

 

Chi è il Restrainer?

In 2 Tessalonicesi 2, San Paolo parla di qualcosa che "trattiene" l'Anticristo o "il senza legge". Lui scrive:

E tu sai cosa lo trattiene ora in modo che possa essere rivelato nel suo tempo. Perché il mistero dell'illegalità è già all'opera; solo chi ora lo trattiene lo farà finché non sarà fuori strada. E poi il senza legge sarà rivelato... (2 Thessalonians 2: 6-8)

San Paolo e i suoi lettori sapevano chi o cosa stava trattenendo il mistero dell'illegalità che sarebbe culminato nell'“illegalità” – ma non ci viene detto. Da allora, Padri della Chiesa, teologi e santi hanno speculato su ciò che sapeva la comunità di San Paolo...

 

Di San Michele Arcangelo

Certamente San Michele Arcangelo, il “protettore e patrono” del Popolo di Dio, è una figura chiave che precede la manifestazione dell'Anticristo. Il profeta Daniele scrive di quel periodo del regno dell'Anticristo (Dn 12:11):

In quel tempo sorgerà Michele, il gran principe, custode del tuo popolo; sarà un tempo insuperabile nell'angoscia da quando la nazione ebbe inizio fino a quel momento... (Dan 12: 1)

E vediamo che, immediatamente prima della manifestazione dell'Anticristo, Michele e gli angeli del cielo combattono contro il drago e la sua coorte caduta:

Allora scoppiò la guerra in cielo; Michele e i suoi angeli combatterono contro il drago... l'antico serpente, chiamato Diavolo e Satana, che sedusse il mondo intero, fu precipitato sulla terra e con esso furono precipitati anche i suoi angeli... Poi vidi uscire dal mare una bestia con dieci corna e sette teste... Ad esso il drago diede il suo potere e il suo trono, insieme a una grande autorità. (cfr Ap 12-7)

Secondo la leggenda - e i resoconti variano nei dettagli - papa Leone XIII stava celebrando la messa un giorno quando improvvisamente ebbe una visione durante o dopo la liturgia. 

Leone XIII vide veramente, in una visione, gli spiriti demoniaci che si stavano radunando nella Città Eterna (Roma). —Padre Domenico Pechenino, testimone oculare; Effemeridi liturgiche, riportato nel 1995, p. 58-59

Successivamente, il Santo Padre ha scritto una preghiera a San Michele Arcangelo. Una versione breve doveva essere detta dopo tutte le messe basse del mondo. Ma nella versione più lunga, Papa Leone scrisse di quel “drago” in Apocalisse capitolo 12:

Ecco, questo nemico primordiale e uccisore di uomini ha preso coraggio... Questo drago malvagio riversa, come un fiume impuro, il veleno della sua malizia sugli uomini... Nello stesso Luogo Santo, dove è stata eretta la Sede dei Santissimi Pietro e la Cattedra della Verità per la luce del mondo, hanno innalzato il trono della loro abominevole empietà, con l'iniquo disegno che quando il Pastore è stato colpito, le pecore siano disperse... —dalla Raccolta romana del 23 luglio 1898, e supplemento approvato il 31 luglio 1902; romanicattolicman.com

Quindi invoca San Michele:

Sorgi dunque, o principe invincibile... come loro protettore e patrono; in te si gloria la santa Chiesa come sua difesa contro il potere maligno dell'inferno; a te Dio ha affidato le anime degli uomini perché si stabiliscano nella beatitudine celeste. Oh, prega il Dio della pace che metta Satana sotto i nostri piedi... e abbattendo il drago, l'antico serpente che è il diavolo e Satana, fallo ancora prigioniero nell'abisso, perché non seduca più il nazioni. Amen. —dalla Raccolta romana del 23 luglio 1898, e supplemento approvato il 31 luglio 1902; romanicattolicman.com

Due cose degne di nota... Papa Leone immaginò un momento in cui un futuro papa sarebbe stato "colpito" e le pecore sarebbero state disperse. Essendo questo il frutto di un “disegno iniquo” che lo stesso Papa Leone XIII attribuirebbe ai Massoni,[1]cfr Genere Humanum è questo un riferimento al papa che viene ucciso o esiliato – o forse perdendo la completa autorità morale, gettando così nella confusione il gregge e aprendo la strada a quel Lupo, il “Figlio della Perdizione”? In secondo luogo, il Pontefice vede San Michele come una sorta di forza divina che respinge il drago. 

 

Dell'Impero Romano e dell'Occidente

Un punto di vista più autorevole è che "colui" che trattiene è l'imperatore di Roma, in quanto rappresentante della legge e dell'ordine imposti dall'Impero Romano. San Paolo insegna che il Giorno del Signore è preceduta prima da un'apostasia o ribellione, una rivolta, a rivoluzione contro la fede (forse incarnata nella civiltà cristiana), che culmina nell'apparizione dell'Anticristo o "il senza legge".

Questa rivolta o caduta è generalmente intesa, dagli antichi Padri, di una rivolta dell'Impero Romano, che doveva essere distrutto per primo, prima della venuta dell'Anticristo. Può, forse, essere compreso anche di una rivolta di molte nazioni dalla Chiesa cattolica che, in parte, è già avvenuta, per mezzo di Maometto, Lutero, ecc. E si può supporre, sarà più generale nei giorni dell'Anticristo. - nota in 2 Tess. 2: 3, Douay-Reims Sacra Bibbia, Baronius Press Limited, 2003; P. 235

Scrive St. John Henry Newman:

Ora questo potere restrittivo [è] generalmente ammesso come l'impero romano ... Non concedo che l'impero romano sia andato. Tutt'altro: l'impero romano rimane ancora oggi. -Ns. Cardinale John Henry Newman (1801-1890), Sermoni dell'Avvento sull'Anticristo, Sermone I

È interessante notare che lo stimato cardinale Robert Sarah ha sottolineato che l'attuale crollo spirituale e religioso dell'Occidente, che è un residuo dell'Impero Romano, è la "fonte" della nostra caduta in un nuovo tipo di inferno sulla terra:

La crisi spirituale coinvolge il mondo intero. Ma la sua fonte è in Europa. Le persone in Occidente sono colpevoli di rifiutare Dio... Il collasso spirituale ha quindi un carattere molto occidentale... Poiché [l'uomo occidentale] rifiuta di riconoscersi come erede [del patrimonio spirituale e culturale], l'uomo è condannato all'inferno della globalizzazione liberale in cui gli interessi individuali si confrontano senza alcuna legge che li governi oltre al profitto ad ogni costo… L'Occidente rifiuta di ricevere e accetterà solo ciò che si costruisce. Il transumanesimo è l'avatar definitivo di questo movimento. Perché è un dono di Dio, la stessa natura umana diventa insopportabile per l'uomo occidentale. Questa rivolta è spirituale alla radice. -Araldo Cattolico, 5 aprile 2019

Dati tutti i segni dei nostri tempi nell'ultimo secolo o più, il Quarto industriale Rivoluzione che stiamo ora entrando è un solido candidato per questa ribellione definitiva contro il Divino - un movimento transumanista che rifiuta il piano di creazione di Dio e cerca di soddisfare la tentazione nel Giardino dell'Eden attraverso "l'illuminazione" e la tecnologia: “i tuoi occhi si apriranno e diventerai come Dio, conoscendo il bene e il male” (Genesi 3: 5).

È una fusione delle nostre identità fisiche, digitali e biologiche. —prof. Klaus Schwab, capo del World Economic Forum (WEF) e coordinatore della Quarta Rivoluzione Industriale. A partire dal L'ascesa dell'Antichiesa, 20: 11, rumble.com

È immensamente significativo che le Nazioni Unite, la Pontificia Accademia delle Scienze del Vaticano e diversi leader occidentali, non ultimo il presidente Joe Biden, abbiano firmato il "Great Reset" del WEF, spesso invocando la sua terminologia "Build Back Better". Non puoi "reimpostare" a meno che non ricominci da capo; non puoi "ricostruire meglio" a meno che non abbatti ciò che c'è. Probabilmente, mentre assistiamo allo sgretolamento delle catene di approvvigionamento globali e ai mandati sui vaccini che eliminano le roccaforti chiave nei paesi occidentali, come il licenziamento su vasta scala di poliziotti, vigili del fuoco e operatori sanitari, stiamo probabilmente assistendo a una deliberata distruzione dell'Occidente, se non del l'intera infrastruttura globale. 

... ciò che è il loro scopo ultimo si impone in vista - vale a dire, il completo rovesciamento di tutto quell'ordine religioso e politico del mondo che l'insegnamento cristiano ha prodotto, e la sostituzione di un nuovo stato di cose in conformità con le loro idee, di da cui trarre le basi e le leggi mero naturalismo. —POPE LEONE XIII, Genere HumanumEnciclica sulla Massoneria, n. 10, 20 aprile 1884

 

Della “roccia” Pietro

D'altra parte, la “roccia” su cui è edificata la Chiesa – e che si è strettamente integrata con la civiltà occidentale – è il Santo Padre stesso. Benedetto XVI vede il successore di Pietro come una sorta di freno contro il male:

Abramo, il padre della fede, è per la sua fede la roccia che trattiene il caos, il diluvio primordiale impetuoso della distruzione, e quindi sostiene la creazione. Simone, il primo a confessare Gesù come il Cristo ... ora diventa in virtù della sua fede abramitica, che si rinnova in Cristo, la roccia che si oppone alla marea impura dell'incredulità e alla sua distruzione dell'uomo. - PAPA BENEDETTO XVI (Cardinal Ratzinger), Chiamati alla comunione, comprendendo la Chiesa oggi, Adrian Walker, Tr., P. 55-56)

Intricatamente legato al Santo Padre è l'intero Corpo di Cristo - uomini e donne santi - o la sua mancanza. Quando Papa Benedetto XVI ha pregato per l'accelerazione del Trionfo del Cuore Immacolato, ha poi chiarito:

…il potere del male è trattenuto ancora e ancora, [e] ancora e ancora il potere di Dio stesso è mostrato nel potere della Madre e lo mantiene in vita. La Chiesa è sempre chiamata a fare ciò che Dio ha chiesto ad Abramo, cioè fare in modo che ci siano abbastanza uomini giusti per reprimere il male e la distruzione. —Papa BENEDETTO XVI, Luce del mondo, una conversazione con Peter Seewald (Ignazio Press); P. 166

Nel nostro tempo, più che mai, il più grande vantaggio dei malvagi è la codardia e la debolezza degli uomini buoni, e tutto il vigore del regno di Satana è dovuto alla facile debolezza dei cattolici. —POPE ST. PIO X, Pubblicazione del Decreto delle virtù eroiche di Santa Giovanna d'Arco, ecc., 13 dicembre 1908; vaticano.va

In un messaggio a Santa Faustina, sentiamo parlare del potere restrittivo di sacrificio:

Poi ho sentito una voce provenire dallo splendore: “Rimetti la spada al suo posto; il sacrificio è maggiore”. -Divina Misericordia nella mia anima, Diario, n. 394

Il Commentario biblico della Navarra afferma:

Sebbene non sia del tutto chiaro cosa voglia dire San Paolo qui (i commentatori antichi e moderni hanno offerto ogni tipo di interpretazione), il senso generale delle sue osservazioni sembra abbastanza chiaro: sta esortando le persone a perseverare nel fare il bene, perché questa è la migliore modo per evitare di fare il male (il male è il “mistero dell'illegalità”). Tuttavia, è difficile dire con precisione in cosa consista questo mistero dell'illegalità o chi lo trattiene. Alcuni commentatori pensano che il mistero dell'illegalità sia l'attività dell'uomo dell'illegalità, che viene trattenuta dalle rigide leggi imposte dall'Impero Romano. Altri suggeriscono che San Michele è colui che sta trattenendo l'illegalità (cfr Ap 12; Ap 1-12; 7-9, 20)… che lo mostrano combattere Satana, trattenerlo o lasciarlo libero… altri pensano che il freno all'uomo dell'illegalità sia la presenza attiva dei cristiani nel mondo, che attraverso la parola e l'esempio portano a molti l'insegnamento e la grazia di Cristo. Se i cristiani lasciano che il loro zelo si raffreddi (questa interpretazione dice), allora il freno al male cesserà di essere applicato e ne seguirà la ribellione. — Tessalonicesi e lettere pastorali, p. 69-70

 

Della Santa Eucaristia

O potrebbe ciò che frena anche essere Gesù stesso nella Santa Eucaristia – eventualmente “rimosso” dai santuari delle nostre chiese per far posto all'“abominio”?

... il pubblico sacrificio [della Messa] cesserà completamente ... —S. Roberto Bellarmino, Tomus Primus, Liber Tertius, p. 431

Da uno di loro è uscito un piccolo corno [Anticristo] che crebbe e crebbe verso il mezzogiorno, l'oriente e la terra gloriosa. Crebbe fino all'esercito del cielo, tanto che gettò sulla terra parte dell'esercito e parte delle stelle e le calpestò (Cf. Quando cadono le stelle). È cresciuto anche al principe dell'ospite [il Papa?], al quale fu tolto il sacrificio quotidiano, e il cui santuario fu abbattuto [il Vaticano?]. L'ostia è stata consegnata insieme al sacrificio quotidiano nel corso della trasgressione. Gettò a terra la verità, e riuscì nella sua impresa... Dal tempo che sarà abolito il sacrificio quotidiano e sarà eretto l'abominio desolante, saranno milleduecentonovanta giorni. (Daniel 8:9-12, 12:11)

Quando vedrai l'abominio desolante di cui parla il profeta Daniele in piedi nel luogo santo (il lettore comprenda), allora quelli in Giudea devono fuggire sui monti... (Matt 24: 25-16)

Il significato della Messa come una sorta di restrizione è stato sottolineato da due grandi Santi nella Chiesa:

Senza la Santa Messa, cosa ne sarebbe di noi? Tutto quaggiù morirebbe, perché solo quello può trattenere il braccio di Dio. —St. Teresa d'Avila, Gesù, nostro amore eucaristico, di p. Stefano M. Manelli, FI; p. 15 

Sarebbe più facile per il mondo sopravvivere senza il sole che farlo senza la Santa Messa. —St. Pio, ibid.

 

Il fermo si è già alzato?

Quella che segue è un'esperienza personale, che è stata fondamentale nel mio ministero per comprendere l'ora in cui stiamo entrando. Mi è stato chiesto da un vescovo cattolico canadese di scrivere questa esperienza e di farla conoscere, cosa che ripeterò qui. [2]cfr Rimozione del dispositivo di ritenuta 

Nel 2005, stavo guidando da solo nella Columbia Britannica, in Canada, per un tour di concerti, dirigendomi verso il mio prossimo locale, godendomi il paesaggio, vagando nei pensieri... quando all'improvviso ho sentito nel mio cuore le parole:

Ho sollevato il dispositivo di ritenuta.

Ho sentito qualcosa nel mio spirito che è difficile da spiegare. Era come se un'onda d'urto attraversasse la terra, come se qualcosa nel regno spirituale era stato rilasciato. Quella notte nella mia stanza di motel, ho chiesto al Signore se quello che avevo sentito era nelle Scritture, dal momento che la parola "contentore" non mi era familiare. Ho preso la mia Bibbia che si apriva direttamente a 2 Tessalonicesi 2:3-8, che hai appena letto sopra. A dir poco, sono rimasto scioccato nel leggere la parola "restrainer" in bianco e nero.

Quello che seguì nello stesso anno fu l'inizio della ridefinizione della legge naturale in Canada, in questo caso il matrimonio, che poi si diffuse rapidamente in altri paesi. Questa è stata seguita dall'“ideologia di genere” e dal diritto di creare dal nulla il proprio genere. E, naturalmente, la deliberata negazione della personalità del nascituro ha continuato un infanticidio globale come il mondo non ha mai visto.  

... il nostro mondo è allo stesso tempo turbato dalla sensazione che il consenso morale stia crollando, consenso senza il quale le strutture giuridiche e politiche non possono funzionare ... Solo se c'è un tale consenso sull'essenziale possono funzionare costituzioni e diritto. Questo fondamentale consenso derivato dall'eredità cristiana è a rischio… In realtà, ciò rende la ragione cieca all'essenziale. Resistere a questa eclissi della ragione e preservare la sua capacità di vedere l'essenziale, di vedere Dio e l'uomo, di vedere ciò che è buono e ciò che è vero, è l'interesse comune che deve unire tutte le persone di buona volontà. È in gioco il futuro stesso del mondo. —Papa BENEDETTO XVI, Discorso alla Curia Romana, 20 dicembre 2010

In una parola, siamo stati testimoni della vera "illegalità", che continua fino a questo momento, poiché le leggi della scienza sono state del tutto scartate per spingere la civiltà occidentale nel terreno sotto i due pilastri del Grande Reset: "COVID- 19” e “cambiamento climatico”.[3]Il grande reset che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana Profezia di Isaia sul comunismo globale

L'ordine pseudo-medico post-Covid non ha solo distrutto il paradigma medico che ho praticato fedelmente come medico l'anno scorso ... lo ha fatto rovesciato esso. Non mi riconoscere l'apocalisse del governo nella mia realtà medica. Il mozzafiato velocità e un'efficienza spietata con cui il complesso media-industriale ha cooptato la nostra saggezza medica, democrazia e governo per inaugurare questo nuovo ordine medico è un rivoluzionario atto. —Un anonimo medico britannico noto come "The Covid Physician"

Quindi, sembra che ci stiamo adempiendo a velocità di curvatura le preveggenti parole del Padre della Chiesa, Lattanzio:

Ogni giustizia sarà confusa, e le leggi saranno distrutte... Quello sarà il tempo in cui la giustizia sarà cacciata via e l'innocenza sarà odiata; in cui i malvagi prederanno i buoni come nemici; né la legge, né l'ordine, né la disciplina militare saranno preservate... tutte le cose saranno confuse e mescolate insieme contro il diritto e contro le leggi della natura. Così la terra sarà devastata, come per una comune rapina (Cf. Profezia di Isaia sul comunismo globale). Quando queste cose avverranno, allora i giusti e i seguaci della verità si separeranno dagli empi e fuggiranno nelle solitudini. —Padre della Chiesa, Lattanzio (c. 250 -c. 325), Padri della Chiesa: I Divini Istituti, Libro VII, Capitolo 15, 17

In quel periodo in cui nascerà l'Anticristo, ci saranno molte guerre e il giusto ordine sarà distrutto sulla terra. L'eresia dilagherà e gli eretici predicheranno i loro errori apertamente senza ritegno. Anche tra i cristiani si nutriranno dubbi e scetticismo riguardo alle credenze del cattolicesimo. -Ns. Ildegarda, Dettagli sull'Anticristo, Secondo le Sacre Scritture, la Tradizione e la Rivelazione Privata, Prof. Franz Spirago

Questo è tutto per dire che ci sono state effettivamente molte cose che hanno trattenuto l'Anticristo che, probabilmente, non lo fanno più. E con ciò, riteniamo che questo consiglio non potrebbe essere più rilevante di quest'ora:

La Chiesa ora ti carica davanti al Dio vivente; ti dichiara le cose riguardanti l'Anticristo prima che arrivino. Non sappiamo se accadranno nel tuo tempo o se accadranno dopo di te; ma è bene che, conoscendo queste cose, dovresti assicurarti in anticipo. —St. Cirillo di Gerusalemme (c. 315-386) Dottore della Chiesa, Lezioni catechetiche, Lezione XV, n. 9

 

—Mark Mallett è l'autore di Il confronto finale che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana La Parola Adessoe cofondatore di Countdown to the Kingdom


 

Per un ulteriore discernimento...

L'Arcangelo San Gabriele a p. Michel Rodrigue la notte del 17 marzo (mattina presto del 18 marzo), 2021:

La notte del 17 marzo 2021, l'Angelo del Signore (poi capii che era San Gabriele Arcangelo) venne verso le 2:30 di notte per parlarmi della santa e grande discrezione[4]discrezione: la capacità o il potere di discernere ciò che è responsabile o socialmente appropriato. di San Giuseppe con la Sacra Famiglia e il suo ruolo alla fine dei tempi difficili. Dico “fine dei tempi cattivi” per esprimere un periodo diverso da quello del ritorno glorioso di Cristo alla fine dei tempi.

Questa esperienza, che sto per raccontare... io la chiamo un sogno profetico. Gabriel si è presentato per la prima volta come una luce splendida e radiosa. A poco a poco, distinsi la forma di un essere di luce con quelle che sembravano ali di luce. Dal suo essere emanava una luminosità che portava gioia e pace profondissima in Dio. Era come entrare in una parte del cielo, guardarla. Allora si udì la sua voce:

Vengo a rivelare la discrezione di san Giuseppe dal momento in cui gli ho parlato fino al giorno in cui avrebbe lasciato la terra. Il suo ruolo di protettore e custode della Sacra Famiglia fu di grande serenità e di grande fiducia in Dio, Padre Eterno. A lui, come alla Santissima Vergine Maria, fu data la prima, santissima conoscenza del mistero della Trinità del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. L'accettazione gratuita di prendere la Vergine Maria come sua sposa gli ha dato la gioia di una conoscenza infusa intrisa di un rapporto vivo e paterno con Gesù, suo Creatore, suo Re e suo Amore, conoscenza che Giuseppe ricevette dall'amore che aveva per Maria , sua sposa, e dalla volontà del Padre Onnipotente. Da quel momento Giuseppe prese Maria, sua moglie, a casa sua, e realizzò il ministero del suo amore per Maria e per il Bambino.

Il dramma verificatosi al momento della nascita del Salvatore accresce la considerazione della sua grande autorità, che ha permesso di preservare il Dio-Bambino e sua Madre da qualsiasi presagio che potesse mettere a rischio l'identità del Bambino: così, il diavolo e i suoi scagnozzi avrebbero potuto danneggiare Gesù e sua Madre. La sua forza e il suo amore tenevano a bada il diavolo e i suoi accoliti. Fino al giorno della nascita del Re Bambino, anche Erode e il suo seguito non ne sapevano nulla. Eppure il segno era in cielo; i Magi già andavano incontro al Dio-Bambino, ei pastori, i più piccoli del popolo, furono istruiti dalla voce degli angeli!

Nel momento in cui Erode voleva uccidere il Dio-Bambino, avvertii in sogno Giuseppe, per volontà dell'Eterno Padre, di prendere il Bambino e sua Madre e fuggire in Egitto. Vi rimase fino alla morte del tiranno. Tornata a Nazareth, la Sacra Famiglia è rimasta durante tutti gli anni della crescita di Gesù. Nessuno sospettava chi fossero Gesù e sua Madre. La discrezione di Giuseppe era perfetta per non attirare gli occhi del Maligno e ostacolare così il disegno di Dio, Padre nostro. La presunta paternità di Giuseppe ha protetto il Bambino e sua Madre in un modo così grande che nessuno può esprimersi o avvicinarsi. La tenerezza paterna di Giuseppe era come la grotta della Roccia, che proteggeva il Bambino e sua Madre dagli umori intempestivi di questo mondo. Questa discrezione continuava nel silenzio e nella preghiera, nel lavoro quotidiano, e anche nei momenti di riposo, per evitare sospetti sull'esistenza del Messia di Dio. L'obbedienza di Giuseppe nel fare la volontà del Padre Eterno con cuore umile e puro ne fece la figura maschile più rappresentativa sulla terra, al centro della Sacra Famiglia. La sua paternità e la sua mascolinità erano simili a quelle volute da Dio fin dall'inizio di tutto. Così, come san Giuseppe ha protetto il Bambino e sua Madre, protegge in modo ancora più solenne in questi vostri tempi la Chiesa nella sua crescita storica.

I tempi attuali richiedono l'alzarsi del velo del dono della discrezione di Dio per san Giuseppe nel suo ruolo per la Chiesa di Cristo. Ora è il momento di rivelare le parole della seconda lettera ai Tessalonicesi, nascoste fin dall'inizio della Chiesa. Infatti, la misteriosa figura che trattiene o impedisce la manifestazione dell'anticristo e il suo attuale dominio deve ora essere svelata per consentire a tutti i giusti di comprendere gli eventi che stanno avvenendo. Dovete essere pronti e tenere accese le vostre lampade per la manifestazione del Figlio dell'Uomo. Ecco il testo sacro della seconda lettera di san Paolo ai Tessalonicesi, capitolo 2 (1-13):

Vi chiediamo, fratelli, riguardo alla venuta di nostro Signore Gesù Cristo e alla nostra riunione con lui, di non essere improvvisamente scossi dalle vostre menti, né di allarmarvi né per uno «spirito», né per una dichiarazione orale, o da una nostra presunta lettera secondo cui il giorno del Signore è vicino. Nessuno ti inganni in alcun modo. Infatti, a meno che non venga prima l'apostasia e si manifesti l'empio, il condannato alla perdizione, che si oppone e si esalta al di sopra di ogni cosiddetto dio e oggetto di culto, per sedersi nel tempio di Dio, affermando di essere un dio, non ti ricordi che mentre ero ancora con te ti dicevo queste cose? E ora sai cosa sta trattenendo, affinché possa essere rivelato nel suo tempo.

Perché il mistero dell'illegalità è già all'opera. Ma chi si trattiene deve farlo solo per il momento, fino a quando non viene rimosso dalla scena. E allora sarà rivelato l'empio, che il Signore [Gesù] ucciderà con il soffio della sua bocca e renderà impotente con la manifestazione della sua venuta, colui la cui venuta scaturisce dal potere di Satana in ogni opera potente e in segni e prodigi che mentono, e in ogni empio inganno per coloro che periscono perché non hanno accettato l'amore della verità per essere salvati.

Pertanto, Dio sta inviando loro un potere ingannevole in modo che possano credere alla menzogna, che tutti coloro che non hanno creduto alla verità ma hanno approvato la trasgressione possano essere condannati.

Ma dobbiamo sempre rendere grazie a Dio per voi, fratelli amati dal Signore, perché Dio vi ha scelti come primizia per la salvezza mediante la santificazione nello Spirito e la fede nella verità.

Infatti «il mistero dell'iniquità è già all'opera»; basti che “colui che lo trattiene” ora venga scartato. Oggi vi dico: Chi lo trattiene è San Giuseppe! Con la sua preghiera e la sua intercessione, san Giuseppe assiste i credenti in una lotta spirituale per la difesa della fede della Chiesa militante, con le preghiere dei santi e delle anime del purgatorio. Vale a dire, la Chiesa trionfante e la Chiesa sofferente, l'assistenza di san Giuseppe e della Vergine Maria, costituiscono uno scudo di fede che finora ha trattenuto l'anticristo.

Ascolta bene le mie parole. Il calice dell'iniquità trabocca e presto verrà per la Chiesa il tempo in cui avrà luogo la persecuzione dei giusti. È per volontà del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo che quest'anno, il 2021, è stato proclamato da Papa Francesco l'anno di san Giuseppe. Ti è stata offerta una grande benedizione di protezione. Durante quest'anno, sarai costretto a fare una scelta. Ciò che si presenta come un salvatore del vaccino è solo un'illusione. Presto ti verrà imposto il Marchio della Bestia per comprare, mangiare o viaggiare. L'anno 2021 è un anno di discernimento per coloro che vogliono essere fedeli a Cristo. A tutti coloro che desiderano seguire Cristo, san Giuseppe vi assisterà. Ma deve ritirarsi discretamente l'8 dicembre.

A quel punto, ed è già iniziato, tutti coloro che rifiutano Cristo si ritroveranno a entrare in una forza di illusione che farà credere loro una menzogna, una menzogna sociale e planetaria organizzata e preparata dagli accoliti dell'anticristo. Stanno formando una falsa Chiesa, che è davvero il corpo sociale dell'anticristo. Sono quelli che governano con la paura, il dominio, le ideologie comuniste e socialiste. Stanno plasmando una falsa fratellanza universale. Si sono infiltrati nella Chiesa di Cristo per deturparla e dissacrarne i sacramenti. Tutto sta andando a posto. In vista dell'8 dicembre, questi malvagi accoliti si stanno organizzando attraverso i media e creano un clima di sospetto, paura e denuncia.

Devono prepararsi alla venuta dell'Empio organizzando un ordine mondiale in cui regneranno la divisione e la confusione a scapito della Verità dell'insegnamento della Chiesa. Scandali e accuse colpiranno la Chiesa ovunque. I movimenti che negano uomini e donne diventeranno i nuovi giudici di questa menzogna sociale. Sorgeranno conflitti nelle famiglie che sostengono la necessità di vaccini e il Marchio della Bestia. I conflitti tra le nazioni arriveranno a un punto tale che tutto sembrerà senza speranza. I cuori si raffredderanno, le coscienze saranno legate e ottenebrate dal peccato che ha pervaso ovunque.

Anche se la zizzania dell'anticristo sembra soffocare giusti e santi, dando l'impressione della morte di Dio e della fine della Chiesa cattolica, tutto questo è solo un'apparenza. Quando San Giuseppe andrà in pensione, il Cuore Immacolato di Maria darà inizio al Trionfo del suo Cuore Immacolato per i suoi figli e per la Chiesa. La Chiesa attraverserà le pene di una purificazione attraverso la quale la Vergine Maria l'accompagnerà come Madre Addolorata. Alcuni dei suoi figli saranno martiri; porteranno la palma della Vittoria di Cristo nel giorno del Trionfo del Cuore Immacolato di Maria. Nel momento in cui apparirà l'anticristo, suonerà il tempo dei rifugi preparati dai Santi Cuori di Gesù e di Maria e dal Cuore purissimo di San Giuseppe. I rifugi sono l'opera dei tre anni e mezzo annunciati nel Libro dell'Apocalisse. Sono opera di Dio.

Piccolo gregge, non aver paura. Guarda con gli occhi della fede, della speranza e dell'amore. I rifugi sono sotto la protezione speciale della Madonna del Carmine. Così voleva il suo Cuore Immacolato. Non vedete ora l'opera della Sacra Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe? Tutto quello che c'è da sapere è stato detto. Vivi con fiducia per compiere la Divina Volontà, e ripeti spesso questa preghiera: Gesù, confido in te!

Le note

Le note

1 cfr Genere Humanum
2 cfr Rimozione del dispositivo di ritenuta
3 Il grande reset che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana Profezia di Isaia sul comunismo globale
4 discrezione: la capacità o il potere di discernere ciò che è responsabile o socialmente appropriato.
pubblicato in P. Michel Rodrigue, Messaggi.