PARTE 9: P. Michel Rodrigue vs. The Devil

PARTE 9 DI UN “RITIRO VIRTUALE” CON FR. MICHEL RODRIGUE

Di seguito sono riportate delle storie P. Michel Rodrigue ha raccontato delle sue battaglie con il diavolo e di gravi malattie:

 

Ho avuto molte guarigioni. Ho avuto tre tumori gravi e otto attacchi di cuore. Ogni volta, sono tornato a questa vita. L'ultima volta che sono tornato, dopo quattro ore in cui i medici hanno tentato di rianimarmi, ho detto: "Perché mi hai riportato?" È stato così bello lì. Immediatamente dopo, ho contratto il cancro ai miei occhi. Volevano togliermi gli occhi! Dobbiamo operare su di te e non avrai più occhi. Ho detto: "Whoah". Sono andato a casa, ho preso sale e acqua esorcizzati e ho fatto una pasta con esso. Mi sono messo la pasta sugli occhi - era qualcosa - e l'ho lasciata lì per tre giorni. Stavano per distogliere lo sguardo, quindi volevo che avessero una buona ragione per farlo.

Dopo tre giorni, sono tornato a vedere il medico che avrebbe dovuto operare su di me. Entrai nel suo ufficio e disse: "Siediti sulla sedia".

Mi guardò negli occhi e mi chiese: "Che cosa hai fatto?"

Gli ho detto: "Ho fatto una pasta con acqua e sale esorcizzata e me la sono messa negli occhi".

“Non so cosa sia, ma sei guarito! Sei guarito! ”

* * *

Dopo quello, ho avuto un cancro assassino, l'ultimo tumore che ho avuto. Mi hanno operato e per un mese ho dovuto sdraiarmi da una parte. Non riuscivo a muovermi o girare il mio corpo perché ero collegato a una macchina. Sapevo che questa malattia non veniva da Dio. Lo sapevo dall'inizio. Tutti avevano paura. Dissero: "Morirà, morirà". Ne erano così sicuri. Alcuni avevano già programmato di sostituirmi. Ma sapevo che dovevo soffrire questo per il Signore, per la Fraternità e per la Chiesa.

Poi durante la notte, ho fatto un sogno che non era un sogno. Era una visione. Gesù mi è apparso sulla Croce come il Re dell'Universo. Era così carino. Non stava soffrendo, ma nella sua gloria. E venne così vicino a me che potei vedere il paradiso nei suoi occhi. Quando vedi gli occhi di Gesù, senti già il paradiso. Lo sguardo di Gesù guarisce. Mi sono avvicinato a Lui per fissare il suo viso bellissimo, luminoso e splendente. Mi ha guardato così vicino che l'ho sentito nel mio corpo. Quando ciò accadde, fui messo con lui al Calvario. Disse: "Guarda giù per la collina". All'improvviso, vidi la terra sotto il Calvario aprirsi, come avevo fatto quando ero giovane, e guardai mentre il Principe delle Tenebre, con una corona, veniva gettato nell'oscurità dell'inferno con una grande forza e tutto si chiudeva. Quindi con un bel sorriso, Gesù mi disse dalla Croce: “Ora è finito. Sei guarito. "

Il giorno dopo andai in ospedale e il mio oncologo disse che avrei dovuto sottopormi a una lunga chemioterapia, e avrebbero provato una nuova metodologia per cercare di salvarmi. Ho detto: "Non preoccuparti."

"Cosa intendi?"

Gesù mi ha detto che sono guarito.

Il dottore pensava che stavo psicologicamente cercando di uscire dalla chemioterapia. Tornò e disse: "Dovremo fare un altro esame del sangue".

"Si Fai pure." Ha lasciato. Ho aspettato i risultati. Tornò una terza volta e disse: "Abbiamo bisogno di un altro esame del sangue".

"Di quanto hai bisogno?"

Ha detto: "No, no no, è importante."

È partito per un'ora. È tornato. Mi guardò e disse: "Eh." Non ero ancora in grado di camminare. Sono stato portato in ospedale in un'ambulanza all'ospedale e mi avevano spinto in giro su una sedia a rotelle. Arrivarono altri due dottori. “Ha detto:“ Padre, non so come dirtelo. Nella tua lingua, hai un miracolo. Nella nostra lingua, diciamo che la scienza non può spiegarlo.

Ho detto: "Te l'ho detto."

“Sei guarito! Ora ti alzeremo. Dovrai camminare. Hai paura?"

"Si un pò. Non cammino da un mese. "

"Noi ti aiuteremo." Quindi mi hanno aiutato, ho fatto qualche passo e stavo bene.

"Riesci a sederti sulla sedia?"

Mi sono seduto.

"Ti riconosci?" hanno chiesto.

Dissi: "Penso che la mia geografia inferiore sia cambiata".

Hanno iniziato a ridere e abbiamo riso così forte che non potevamo fermarci per quaranta minuti. Abbiamo riso così tanto che tutti hanno sentito noi, lo staff e gli altri pazienti in attesa. Ancora ridendo, disse: "Puoi andare."

L'infermiera venne da me e chiese mentre me ne andavo, “Cosa stava succedendo lì? Non ridono mai. Quei dottori arrivarono qui con cipigli permanenti.

Ho detto: "È un segreto paziente e medico".

* * *

Dopo uno dei miei attacchi di cuore, sono morto e sono passato per tutta la mia vita. Ho sentito il dottore che cercava di rianimarmi, dicendo: “Lo sto perdendo. Lo sto perdendo. " All'improvviso, ero in una culla e mi sono visto e poi ho visto la mia vita. Non puoi immaginare. Per la benedizione del Signore, ho una linea d'oro. Ho la grazia di aver confessato ogni peccato, quindi ero sulla linea d'oro - Stavo scivolando su una linea d'oro. E sono anche un peccatore. Credi che? Poi vidi i miei parenti che morirono, vidi l'angelo del Signore e udii i cori del Signore. È stato bellissimo. Alla fine sono arrivato davanti ai Suoi piedi, i piedi di Gesù, come i piedi di qualcuno seduto su un trono. Ma non potevo lasciare che la mia testa lo vedesse. Non mi è stato permesso. Non avevo paura, ma non mi sentivo degno di vederlo. Mi ha parlato:

"Ha detto, Michel, sei venuto qui, ma non rimarrai qui."

Ho detto: "Oh, Gesù".

“Tornerai. E avrai un incontro con i sacerdoti perché i sacerdoti sono in ritirata, e voglio che tu dia loro la ritirata nella seconda preghiera eucaristica. Spiegherai cosa significa. "

Mi ha dato tutti gli insegnamenti e tutte le sfaccettature di questo. È stato fantastico Non avevo mai sentito niente del genere in vita mia.

Sono tornato lungo la stessa linea d'oro e quando sono tornato in vita, sono entrato attraverso la mia bocca. Il mio corpo fece un grande sussulto e tutto fu così doloroso. Anche le piccole cellule nelle mie dita erano così dolorose. La mia esperienza di morte è stata di quattro ore e ho sentito il dottore dire: "Oh, è tornato!"

Questa esperienza mi ha mostrato che Dio non ha tempo. Nessun passato. Senza futuro. Quando ho vissuto questa esperienza, tutto era presente allo stesso tempo. Sembrava che tutto fosse sovrapposto. Quando stavo passando, tutto stava suonando, suonando, accadendo allo stesso tempo. Era qualcosa Ecco perché quando vivi questa esperienza [dell'Avvertimento], devi essere in uno stato di grazia.

* * *

Quando stavo avendo il mio ottavo attacco di cuore ed ero in un'ambulanza, iniettato nitrato da un ago più e più volte, entrando e uscendo dalla coscienza, ho sentito un uomo che mi urlava e mi insultava di rabbia. Non gli piaceva il mio collare. Era un paramedico e gli altri gli dissero di stare zitto, dicendo che non poteva trattare un paziente in quel modo. Ha detto: "Non me ne frega un @ #%! di te, prete. Sto scegliendo l'inferno! Ti piace quello! Stai bene con quello! Con quelle parole, presi un respiro profondo, fui improvvisamente allerta e gli dissi: “Vuoi andare all'inferno? Allora brucerai subito. " E poi sono crollato di nuovo e sono svenuto.

Quando sono tornato in me, lo staff dell'ospedale ha iniziato a parlarmi dell'uomo che mi aveva maledetto. All'inizio non sapevo di cosa stessero parlando e poi il mio cervello ha iniziato a ricordare. Mi dissero che quest'uomo era ancora in ospedale perché stava bruciando dentro come se stesse andando a fuoco e mi chiesero se potevo aiutarlo.

"È buono per lui", ho detto loro. "Non è un problema."

"Puoi venire a vederlo, padre, per favore?" Sono venuto in una stanza dell'ospedale dove tutte le finestre sono state aperte. Questo era in Canada, in inverno. “Abbiamo preso la sua temperatura e il termometro era al massimo. Non abbiamo mai visto niente del genere. "

Quando entrai nella stanza, sentii il calore proveniente dal suo calore corporeo, anche se le raffiche di aria che entravano nella stanza dall'esterno stavano congelando. Un'infermiera di sesso maschile gli teneva in mano un lenzuolo perché era completamente nudo, incapace di indossare abiti o qualsiasi cosa gli toccasse la pelle.

"Ho molto caldo. Aiutami. Sto bruciando!"

“Mi hai detto che questo è quello che volevi. Volevi bruciare all'inferno. È ancora dove vuoi andare? Non sai cosa stai dicendo quando dici che è dove vuoi andare. Lo stai vivendo ora. È quello che volevi?

“Non voglio andarci! Non voglio andare! ”

"Allora sei pronto a confessare i tuoi peccati?"

"Si si."

Lì in ospedale, ho sentito la sua confessione e quando ha ricevuto l'assoluzione, non solo si è sentito completamente normale, ma come un uomo completamente nuovo.

Ho dovuto rimanere in ospedale per alcuni giorni per riprendermi, e volevo uscire e vedere alcuni nuovi scenari, quindi sono andato con un collega sacerdote ad un festival jazz a Montreal. Mentre attraversavamo il festival rumoroso, gli raccontavo dell'incidenza con l'uomo "in fiamme". Disse: “Il diavolo non è reale. Stai solo immaginando tutto questo. "

"Ti sbagli", dissi. Il diavolo è molto reale. " Poi mi sono fermato. "Sento il mio nome essere chiamato."

Il mio amico disse: “Cosa? È impossibile ascoltare qualcosa con tutto questo rumore. "

“No, ascolta. Sto ascoltando il mio nome. "

"Ho sentito. Ho sentito."

Ci guardammo intorno per vedere un uomo in lontananza che camminava veloce verso di me, accompagnato da una donna.

“Ti stavo cercando da tanto tempo. Voglio ringraziarti!" lui mi disse

"Ci siamo visti da qualche parte?" Gli ho chiesto.

"Sono il paramedico che ti ha maledetto quando hai avuto l'infarto e mi hai aiutato così tanto quando hai sentito la mia confessione."

"Prego", dissi

Quindi la donna parlò. Lei era sua moglie. Ha detto per quasi dieci anni che non era stata in grado di riconoscere suo marito perché era diventato così cattivo. Non lo conosceva quasi più e pregava ogni giorno per la sua conversione. "Quando è tornato a casa dopo aver sentito la sua confessione, è tornato a casa l'uomo che ho sposato."

* * *

Un giorno stavo eseguendo un esorcismo. Avevo un dottore con me, che stava dicendo il Rosario. Quando faccio esorcismi, ho sempre qualcuno che prega costantemente il Rosario con me. Questo è importante, una necessità. Ricorda che quando la Vergine Maria diede il Rosario a Fatima, e promise che poteva fermare la guerra, con il Rosario. È un'arma potente. Non sembrava nulla quando David era di fronte a Golia, sembrava che non avesse nulla. È una piccola pietra. Ma quando lo lanciò contro Golia, Golia cadde. Il Rosario fa cadere Satana all'inferno. Questo è quello che è

All'improvviso, il dottore ha smesso di dire il Rosario. Mi voltai e vidi che era stato ipnotizzato dal diavolo, quindi lo schiaffeggiai. "Signore", dissi. "Rosario."

Spiegò: “Mi sono visto a tre anni di fronte a mia madre e mia madre stava parlando con me. Ero me stesso ed ero così in colpa.

Dissi: “Sei stato intrappolato dal diavolo. Devi confessare questo peccato ora. " È importante. Quando il tuo peccato è inconfessato, il diavolo ti disturba. Confessa ogni peccato. Il diavolo è così arrabbiato perché Gesù cancella la memoria del diavolo, quindi il diavolo non ricorda più quali peccati hai commesso. Ecco perché è così importante confessare i peccati che hai commesso e omesso perché non li conosce quando ti guarda. Sei cristificato dalla sua grazia. Cristo splende in te. Il diavolo non può guardarti perché sei troppo brillante.

Sai cosa farà? Ti manderà persone che sono nel peccato per suggerirti che puoi fare un errore e cadere in un piccolo peccato. È sempre piccolo. "Era solo una sigaretta." Ma dopo ciò, diventa solo un pacchetto. Dopodiché, "Non riesco a smettere", e c'è il pianto. È sempre così.

Credi che il diavolo dirà "Boo!" No, no, no. Sta attirando. È un seduttore. Sa cosa fare. "Vuoi un po 'di caramelle?" È un peccato minuscolo. Posso imitarlo perché ho visto così tanto la sua faccia.

* * *

Ti racconterò una storia. Sei mesi fa ho ricevuto una chiamata da un prete. “Padre, devi fare un esorcismo. . “.

Ho detto: "Puoi farlo."

Ha detto: "Ho tanta paura".

Ho detto: "Hai paura? Sei un prete. Non devi avere paura. Credi e vai. "

“No, non voglio. Per favore, aiuto, aiuto. "

"Signore", dissi. Adesso ricevo quattro o cinque chiamate di casi posseduti ogni settimana.

Quindi sono andato lì per vedere un giovane. Ho iniziato a pregare per lui, poi l'ho guardato e ho detto: "Non sei posseduto. Non sei tu. È intorno a te. " Ho pregato di nuovo "Questo non è un caso di infestazione qui. Questo è un caso cimitero. Hai un cimitero qui? ”

"Sì", ha detto, "dall'altra parte della strada. È dietro gli alberi. Ecco perché non puoi vederlo. "

"Questo è un demone del cimitero che viene qui per disturbarti, per farti impazzire." Letteralmente, il demone voleva che impazzisse. Così posai la mano sul giovane, lo benedissi e andai al cimitero dove tracciai una linea intorno alla terra del cimitero e ordinai, in nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, che questo demone non uscirebbe oltre la linea. Il giovane era completamente guarito. La sua famiglia era così grata.

* * *

Un altro giorno, quando ero in una delle mie parrocchie, dove il vescovo mi ha nominato esorcista, stavo eseguendo un esorcismo in una stanza della mia canonica. Fuori dalla mia finestra, vedevo la gentile, gentile signora che veniva ogni anno a prendersi cura dei fiori. I demoni urlavano così forte che ho pensato: "Avrà sicuramente paura e si chiederà:" Cosa sta succedendo lì dentro? " Chiamerà la polizia. ""

Mi sono rapidamente catturato e ho pensato: "A cosa sto pensando? Qualcosa vuole che io smetta. Quindi ho continuato con l'esorcismo. " Più tardi quel giorno, mi sono avvicinato a lei dopo la Messa: "Come stai oggi?"

"Molto buona."

"Sei venuto e ti sei preso cura dei fiori di nuovo."

"Sì, padre, lo adoro."

“Quando sei arrivato nel pomeriggio, hai sentito del rumore? Qualche urlo? "

"No."

"Niente?"

"No."

Il Signore ha fatto sparire il suono per lei. Questo è esattamente ciò che farà per quelli di voi che intendevano rifugiarsi. Ti proteggerà dagli uccelli. Non saranno in grado di ascoltarti, vederti o entrare nella tua casa o nel tuo rifugio.

* * *

Conosco il diavolo a causa degli esorcismi che ho fatto nella mia vita. Durante un esorcismo, non ho avuto troppo tempo perché dovevo insegnare un corso al seminarista. Con gli esorcismi, non sai mai quando finirai. Dipende dalla volontà del Padre. A volte può richiedere un giorno, due giorni. A volte possono essere tre settimane. A volte possono essere due anni. Questo è un ministero. Quando inizi questo ministero, non sai mai quando finirà.

Andai a pregare Gesù al Tabernacolo e gli dissi: “Devi fare qualcosa. Non ho più tempo e non posso tornare di nuovo perché è lontano ". Chiesi anche a San Michele il suo aiuto. Ero così stanco e non pensavo di poter finire. Gli esorcismi possono essere molto esaurenti. Quando sono entrato nella stanza e ho ricominciato la preghiera dell'esorcismo, è apparso San Michele. Era così alto. Lo vidi con la sua spada, una spada fiammeggiante, alta circa quindici piedi.

Ho detto: "Per favore, San Michele, tu sei il mio patrono. Aiutami con questo caso! ” Lui sorrise e basta. Poi l'ho visto abbassare la sua spada che scende e quando la fiamma della spada di San Michele ha toccato questa persona, il vento del diavolo è partito. [P. Michel emise un suono swoosh].

La mia esperienza è che il diavolo va sempre sulla terra. Questo è il mio presupposto. Questo non deriva dall'insegnamento della Chiesa. Questo è di Michel, ok? Dirò che penso che l'inferno sia al centro della terra perché ogni volta che faccio esorcismi, vedo il diavolo che scende nella terra, e a Fatima, la Vergine Maria ha aperto la terra per mostrare ai bambini l'inferno.

* * *

Nel mio ufficio venne un uomo tossicodipendente. Era in punto di morte e l'ospedale gli ha permesso di venire a trovarmi. Dopo aver ascoltato la sua confessione di tutti i suoi peccati, gli posai la mano su di lui, dissi la preghiera di San Michele e lui cadde sul pavimento e rimase lì per due ore e mezza. L'ho lasciato lì perché lo Spirito Santo stava lavorando in lui per riparare ciò che era stato distrutto da Satana con la droga.

Il ragazzo è tornato in ospedale ed è stato dimesso, completamente guarito. Oggi è completamente normale, ha un buon lavoro e non puoi riconoscerlo dalla prima volta che l'ho visto.

La preghiera di San Michele è uno strumento importante che abbiamo. Il legame ossessivo che ha creato nel cervello: il Rosario ha il potere di guarirlo. Il Rosario ha anche il potere di guarigione e liberazione. È un dono della Vergine Maria.

* * *

Il fratello Louis-René, uno dei membri della Fraternità di San Giuseppe Benedict Labre, ha affermato che ogni giorno è una sorpresa, convivere con p. Michel. Il suo p. Preferito La storia di Michel racconta di quando p. Michel stava camminando per la strada nei suoi chierici e un uomo gli si avvicinò per dire: “Padre, pregherai per me. In questo momento vado in ospedale per farmi amputare il braccio. È morto. " Ha mostrato a p. Michel il braccio, che era nero e senza vita. "

“Chiederemo al Signore un nuovo braccio per te. Ha molte armi disponibili in paradiso. Accetti la volontà di Dio? " chiese p. Michel, "Non importa cosa succede?"

"Sì, sì", disse l'uomo. E p. Michel pregava che se fosse stata la volontà del Signore, il braccio dell'uomo sarebbe tornato in vita.

L'uomo camminò per altri cinque o dieci minuti in ospedale, e quando arrivò, il suo braccio era completamente nuovo e la sua pelle simile a quella di un bambino. Più tardi, sarebbe venuto al monastero per ringraziare p. Michel di persona, e piangendo, gli mostra il braccio.

* * *

P. Incontri di Michel Rodrigue con Papa Giovanni Paolo II e Madre Teresa

Fr. Michel fece un viaggio a Roma e un giorno lì iniziò a cercare la tomba di San Pietro nella Basilica di San Pietro a Città del Vaticano. Si ritrovò ai piedi di una scala e decise di salire. In cima a una scala c'era una porta aperta. Lo attraversò per vedere Papa Giovanni Paolo II seduto alla sua scrivania in una maglietta e i suoi abiti papali, chiaramente non aspettandosi compagnia.

Il papa si rivolse a p. Michel e sorrise.

"Posso aiutarla?" Ha chiesto in francese, anche se non aveva modo di sapere in che lingua p. Michel ha parlato.

"Oh, Santo Padre!" ansimato p. Michel, che è caduto in ginocchio. "No! No, sto bene!"

"C'è qualcosa di cui hai bisogno?"

"No niente!"

“Sentiti libero di alzarti. Chi ti ha mandato qui? ”

"La Madre Benedetta?"

“Sì, a volte lo fa. Leggi 1 ° e 2 ° Pietro e la 1 ° lettera di Giovanni. Parlano di questi tempi. "

"Sì, Santo Padre."

E poi il papa ha dato a p. Michel la sua benedizione.

Fr. Michel quindi chiese timidamente: "Come me ne vado?"

"Allo stesso modo in cui sei venuto", disse con occhi sorridenti. "Se non ti dispiace, ti preghiamo di chiudere la porta dopo di te."

* * *

Il prossimo incontro:

Fr. Michel era in piazza San Pietro, troppo piccolo per vedere il papa dare il suo indirizzo papale, con la folla che torreggiava sopra di lui. Sentendosi come Zaccheo, decise di camminare fino alla periferia della piazza, invece di arrampicarsi su un albero, poco prima che il papa arrivasse. Era in piedi accanto alla strada a pregare il Rosario quando un'auto nera si fermò accanto a lui. Il finestrino del sedile posteriore si abbassò e Papa Giovanni Paolo II, che aveva visto p. Michel disse: "Ciao!" in francese. Vedo che stai pregando il tuo Rosario! ”

“Sì, sono qui perché sono troppo basso per avvicinarmi per vederti. Ma com'è che sei qui quando la tua macchina si sta fermando proprio adesso dove c'è tutta la folla? "

"Oh, questo è il papa falso", ha detto. "Nessuno sa che il vero papa si insinua da dietro." Fr. Michel emise una risata contagiosa e generosa e il papa si unì a lui con una risatina.

* * *

Un'altra volta:

Più tardi durante p. Durante il viaggio di Michel a Roma, il Santo Padre si fermava al suo fianco e rotolava giù dalla finestra ancora una volta per salutare p. Michel, con un largo sorriso.

* * *

Fr. L'incontro di Michel con Madre Teresa di Calcutta:

Madre Teresa venne a tenere un discorso e si ritrovarono uno di fronte all'altro. Nessuno dei due si era mai incontrato. I loro occhi si incontrarono e lei si fermò davanti a lui, e iniziarono a ridere e ridere: non sapeva di cosa. Poi se ne andò e la gente si avvicinò a p. Michel, dicendo: "Non sapevamo che la conoscevi?"

"Io non!" disse p. Michel.

Poi poco dopo, quando Madre Teresa tornò, si guardarono e iniziarono a ridere di nuovo in modo incontrollabile. E poi se ne andò, ancora una volta, senza che si parlassero.

 

Per continuare con il prossimo post per il “ritiro virtuale” con p. Michel, clicca su PARTE 10: P. Michel Rodrigue - Peccato, tentazione e avvertimento imminente.

Clicca qui per iniziare all'inizio.

pubblicato in Esorcismo, P. Michel Rodrigue, Guarigione, Video.