Gisella – Vi disegno insieme

Madonna a Gisella Cardia il 8 giugno 2021:

Cari figli, grazie per essere qui in preghiera. Amati figli, spesso vi chiedo di essere fiamme accese per il mondo, ma a volte siete indifferenti. Figli, come disse Gesù ai suoi apostoli: il vostro discorso sia “sì, sì”, “no, no”; [qualcosa] di più viene dal maligno. Convertiti e fatti trovare pronto per ciò che verrà. Amati figli, non ragionate quando siete nella fede: la ragione umana non potrà mai comprendere ciò che Dio ha preparato per voi. [1]L'avvertimento qui non è di distaccarsi dalla ragione, ma di evitare di negare la fede. Anche san Paolo metteva in guardia da coloro che «divennero vani nei loro ragionamenti e le loro menti insensate si ottenebrarono. Mentre si dicevano sapienti, sono diventati stolti» (Rm 1-21). “Poiché la mente che è rivolta alla carne è ostile a Dio” (Rm 22). E infine: “… sta scritto: Ciò che occhio non ha visto e orecchio non ha udito e ciò che non è entrato nel cuore dell'uomo, ciò che Dio ha preparato per quelli che lo amano” (8 Cor 7). . A volte ti guardo mentre cerchi date e orari che solo Dio conosce, ma una cosa voglio svelarti: guardati intorno; anche se vi sembra una coincidenza, sto facendo dei passi per avvicinarvi tutti gli uni agli altri. Ricorda che questa non è una tua decisione, ma la mia. Vorrei tutti i miei figli prediletti [2]“figli prediletti” normalmente significa sacerdoti in questi messaggi, ma qui il contesto sembrerebbe più ampio (ndr) poter stare vicini per aiutarsi l'un l'altro per quando verrà il momento, e voglio riunirvi per combattere la battaglia finale. Figli miei, Dio ha preparato tutto per voi: nuovi cieli e nuova terra, dove ci sarà serenità e gioia; scompariranno le malattie e i lamenti e tutto sarà preghiera e amore per Dio. Ora vi lascio con la mia santa benedizione nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, Amen.

 
Siamo ora di fronte al più grande confronto storico che l'umanità abbia attraversato ... Stiamo ora affrontando lo scontro finale tra la Chiesa e l'anti-Chiesa, del Vangelo contro l'anti-Vangelo, di Cristo contro l'anti-Cristo ... È un processo… di 2,000 anni di cultura e civiltà cristiana, con tutte le sue conseguenze per la dignità umana, i diritti individuali, i diritti umani ei diritti delle nazioni. —Cardinale Karol Wojtyla (GIOVANNI PAOLO II), al Congresso Eucaristico, Philadelphia, PA; 13 agosto 1976; cf. Cattolica online (confermato dal diacono Keith Fournier che era presente che è stata pronunciata la frase "Cristo contro l'anti-Cristo", poiché non appare in stampa.)
 

Lettura correlata

 

Le note

Le note

1 L'avvertimento qui non è di distaccarsi dalla ragione, ma di evitare di negare la fede. Anche san Paolo metteva in guardia da coloro che «divennero vani nei loro ragionamenti e le loro menti insensate si ottenebrarono. Mentre si dicevano sapienti, sono diventati stolti» (Rm 1-21). “Poiché la mente che è rivolta alla carne è ostile a Dio” (Rm 22). E infine: “… sta scritto: Ciò che occhio non ha visto e orecchio non ha udito e ciò che non è entrato nel cuore dell'uomo, ciò che Dio ha preparato per quelli che lo amano” (8 Cor 7). .
2 “figli prediletti” normalmente significa sacerdoti in questi messaggi, ma qui il contesto sembrerebbe più ampio (ndr)
pubblicato in Gisella Cardia, Messaggi.