Un'anima californiana – Mediatrice di grazia

Intorno al 1997, un uomo e una donna in California, che vivevano insieme in una vita di peccato, hanno avuto una profonda conversione attraverso la Divina Misericordia. La moglie era stata spinta interiormente a fondare un gruppo del rosario dopo aver sperimentato la sua prima novena della Divina Misericordia. Sette mesi dopo, una statua della Madonna del Cuore Immacolato nella loro casa iniziò a piangere abbondantemente olio (più tardi, altre statue e immagini sacre iniziarono a trasudare olio profumato mentre un crocifisso e una statua di San Pio sanguinavano. Una di quelle immagini è ora appese nel Marian Center situato presso il Santuario della Divina Misericordia in Massachusetts. Poiché queste immagini hanno cominciato ad attrarre molte persone a casa loro all'inizio, il loro direttore spirituale ha convenuto che rimangano anonime). Questo miracolo li ha portati a pentirsi della loro situazione di vita e ad entrare in un matrimonio sacramentale.

Circa sei anni dopo, l'uomo ha iniziato udibile ascoltando la voce di Gesù (quelle che vengono chiamate “locuzioni”). Non aveva quasi nessuna catechesi o comprensione della fede cattolica, quindi la voce di Gesù lo allarmò e lo incantò. Anche se alcune delle parole del Signore erano di avvertimento, egli descrisse la voce di Gesù come sempre bella e gentile. Ha ricevuto anche la visita di San Pio e le locuzioni di Santa Teresa di Lisieux, S. Caterina da Siena, San Michele Arcangelo e decine di locuzioni della Madonna davanti al Santissimo Sacramento. Dopo aver trasmesso due anni di messaggi e segreti (noti solo a quest'uomo e da annunciare in un momento futuro noto solo al Signore) le locuzioni si fermarono. Gesù disse all'uomo, “Adesso smetterò di parlarti, ma Mia Madre continuerà a guidarti."La coppia si è sentita chiamata ad iniziare un cenacolo del Movimento dei Sacerdoti mariano, dove avrebbero meditato sui messaggi della Madonna a P. Stefano Gobbi . Sono passati due anni da questi cenacoli che le parole di Gesù si sono avverate: la Madonna ha iniziato a guidarlo, ma nel modo più straordinario. Durante i cenacoli, e in altre occasioni, quest'uomo vedeva "nell'aria" di fronte a lui il numero di messaggi dal cosiddetto "Libro blu," la raccolta delle rivelazioni che la Madonna ha dato a P. Stefano Gobbi , "Ai sacerdoti, i nostri amati figli." Sia il marito che la moglie soffrono molto per il loro ministero, ma lo offrono continuamente al Signore per la salvezza delle anime. È interessante notare che quest'uomo lo fa non leggi il Libro blu fino ad oggi (poiché la sua istruzione è molto limitata e ha una disabilità nella lettura). Nel corso degli anni, questi numeri che si sono materializzati avrebbero confermato in innumerevoli occasioni le conversazioni spontanee nei loro cenacoli, e ora oggi, gli eventi che si svolgono in tutto il mondo. Fr. I messaggi di Gobbi non hanno fallito, ma ora stanno trovando il loro compimento in tempo reale.


Il 4 giugno 2021, quest'anima californiana ha "visto" il numero 204 dal Libro blu. Questo messaggio è stato originariamente dato a P. Stefano Gobbi il 16 luglio 1980, festa della Madonna del Carmine:

 

Figli prediletti, io sono la Mediatrice delle Grazie. La grazia è la vita stessa di Dio che ti viene comunicata. Sgorga dal seno del Padre ed è per te meritato dal Verbo che, nel mio grembo verginale, si è fatto uomo per condividere con te quella stessa vita divina, e per questo si è offerto in riscatto per te, diventando così colui e unico Mediatore tra Dio e tutta l'umanità.

Dal seno del Padre, la Grazia, per giungere a voi, deve dunque passare attraverso il divino-Cuore del Figlio, che ve lo comunica nel suo Spirito d'Amore. Come un raggio di luce, che passa attraverso una finestra, ne assume forma, colore e disegno, così anche la grazia divina, meritata da Gesù, può giungere a te solo per mezzo di lui, ed è per questo che riproduce in te la sua propria immagine — la stessa stessa immagine che ti modella sempre più alla sua stessa Persona. La vita divina può raggiungerti solo nella forma di Gesù, e più questa cresce in te, più sei assimilato a Lui, in modo tale da poter davvero crescere come suoi fratellini [e sorelle].

Per mezzo della grazia, il Padre si comunica a voi sempre più, il Figlio vi assimila, lo Spirito Santo vi trasforma, realizzando un rapporto di vita con la Santissima Trinità, che diventa sempre più forte e operante. Nelle anime che sono in grazia è la stessa Santissima Trinità che vi prende dimora.

Questa vita di grazia ha anche un rapporto con la tua Madre celeste. Poiché sono veramente la Madre di Gesù e vostra Madre, la mia mediazione si esercita tra voi e mio Figlio Gesù. Questa è la naturale conseguenza della mia maternità divina. Come Madre di Gesù, sono il mezzo scelto da Dio attraverso il quale mio Figlio può raggiungervi. Nel mio grembo verginale si compie questo mio primo atto di mediazione. Come vostra Madre, sono stato il mezzo scelto da Gesù affinché attraverso di me tutti voi possiate raggiungerlo. Sono veramente la Mediatrice della grazia tra voi e mio Figlio Gesù. Il mio compito è quello di distribuire ai miei figlioli quella grazia che scaturisce dal seno del Padre, vi è meritata dal Figlio e vi è donata dallo Spirito Santo. Il mio compito è quello di distribuirlo a tutti i miei figli, secondo le particolari necessità di ciascuno, che la Madre è molto brava a conoscere. Sto sempre compiendo questo mio dovere.

Tuttavia, posso realizzarlo pienamente solo nel caso di quei figli che si affidano a me con perfetto abbandono. Posso realizzarlo soprattutto nei confronti di voi, miei figli prediletti [sacerdoti] che, con la vostra consacrazione, vi siete affidati completamente a me. Io sono la via, che vi conduce a Gesù [che è La Via al Padre]. Io sono la via più sicura e più breve, la via necessaria per ciascuno di voi. Se ti rifiuti di percorrere questa strada, corri il pericolo di perderti nel corso del tuo viaggio. Oggi molti hanno voluto mettermi da parte, considerandomi un ostacolo nel raggiungere Gesù, perché non hanno compreso la mia funzione di Mediatrice tra te e mio Figlio. E così, mai come in questi tempi, tanti miei figli corrono il rischio di non poterlo raggiungere. Il Gesù che incontrano spesso è solo il risultato della loro ricerca umana, e corrisponde alle loro aspirazioni e desideri; È un Gesù formato secondo la loro misura; Non è Gesù, il Cristo, il vero Figlio di Dio e della tua Madre Immacolata. Affidatevi a me con fiducia e mi rimarrete fedeli, perché potrò svolgere pienamente la mia opera di Mediatrice di grazie. Vi porterò ogni giorno lungo la via di mio Figlio, in modo che cresca in voi nella sua pienezza.

Questa è la mia grande opera, che sto ancora svolgendo nel silenzio e nel deserto. Sotto la mia potente azione di Mediatrice di grazie, ti trasformi sempre più in Cristo, per renderti idoneo al compito che ti attende. Avanti dunque, con coraggio, sulla via tracciata dalla tua Mamma celeste. 


 

Lettura correlata

Perché Mary?

Il grande dono

Il capolavoro

Chiave per la donna

La dimensione mariana della tempesta

Benvenuto Maria

pubblicato in Un'anima californiana, Consacrazione Mariana, Messaggi, Nostra Signora.