Valeria – Pregare in tentazione

“Maria, Madre di Gesù e Madre tua” a Valeria Copponi il 16 giugno 2021:

Figlia mia, fai bene a pregare con le stesse parole che ti sono sempre state insegnate: dire “non ci indurre in tentazione” significa [in sostanza] “non lasciarci durante la tentazione, ma liberaci dal male!” [1]Nota del traduttore: Le righe di apertura potrebbero essere un riferimento alla modifica del Padre Nostro proposta da Papa Francesco. Si noti che la Madonna non denuncia la nuova formulazione: “non cadiamo in tentazione”, ma anzi sottolinea che resta valida quella tradizionale. Sì, “liberaci”, perché sarai sempre soggetto alle tentazioni. Satana vive di “tentazioni”, altrimenti quale altra arma potrebbe usare per farti sottomettere? Non preoccuparti: ti dico che Gesù, io tua Madre e il tuo angelo custode non ti lasceremo tentare più di quanto tu possa sopportare. [2]cfr. 1 Cor 10:13 Dovresti dunque pregare, e pregare con la certezza che avrai il nostro aiuto in qualsiasi momento della giornata. Non commettete l'errore di pensare di poter fare a meno del nostro aiuto, ma continuate a confidare in noi con tutto l'amore che avete per noi nei vostri cuori. Non manchi mai sulle vostre labbra la preghiera: sia il vostro nutrimento quotidiano, e ricordatevi che il vostro corpo può resistere qualche giorno senza cibo, ma il vostro spirito ha sempre bisogno che voi vi affidiate a noi per vivere. Nutritevi spesso del cibo che sazia — l'Eucaristia — e non preoccupatevi, a tutto il resto pensiamo noi: non siamo i vostri genitori?

Gesù è stato nel mio grembo per farsi piccolo e venire in mezzo a voi. Siate tutti fratelli e sorelle in Cristo: amateLo, invocatelo, lasciate che Lui viva sempre accanto a voi. Ti affido al Padre celeste che, attraverso Gesù tuo fratello, ti insegna la via che conduce al suo Regno. Vi benedico: continuate a pregare instancabilmente.

Le note

Le note

1 Nota del traduttore: Le righe di apertura potrebbero essere un riferimento alla modifica del Padre Nostro proposta da Papa Francesco. Si noti che la Madonna non denuncia la nuova formulazione: “non cadiamo in tentazione”, ma anzi sottolinea che resta valida quella tradizionale.
2 cfr. 1 Cor 10:13
pubblicato in Messaggi, Valeria Copponi.